Kálmán Tisza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kálmán Tisza

Kálmán Tisza de Borosjenő (Geszt, 16 dicembre 1830Budapest, 23 marzo 1902) è stato un politico ungherese, primo ministro dell’Ungheria e protagonista del consolidamento del governo magiaro, della fondazione del nuovo partito liberale e di importanti riforme economiche.

All’età di 18 anni Kálmán fu testimone di grandi trasformazioni nella vita politica dell’Ungheria che si trasformò da sistema di tipo feudale ad un governo costituzionale moderno con la creazione di un Parlamento bicamerale. Venne anche esteso il suffragio fino a comprendere il 6,5% della popolazione. Nonostante questi cambiamenti anche l’Ungheria, come il resto dell’Europa, venne attraversata nel 1848 da moti rivoluzionari di stampo nazionalista volto a cacciare gli Asburgo e ad ottenere l’indipendenza.
La repressione della rivolta portò alla revoce delle riforme e alla creazione di un’amministrazione militare presieduta da Haynau. Tra il 1859 ed il 1860, considerato il supporto degli ungheresi alla causa nazionale italiana, il governo di Vienna decise di tentare una nuova riforma costituzionale in Ungheria. In seguito a lunghi negoziati tra Kálmán e l’imperatore Francesco Giuseppe I si arrivò al compromesso del 1867 e al cosiddetto Ausgleich che portò all’integrità costituzionale dell’Ungheria

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 59866355 LCCN: n2003111983