José Carlos Bauer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bauer
Dati biografici
Nome José Carlos Bauer
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 189[1] cm
Peso 76[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista difensivo
Ritirato 1958 - giocatore
1975 - allenatore
Carriera
Giovanili
1938-1945 San Paolo San Paolo
Squadre di club1
1945-1956 San Paolo San Paolo 419 (16)
1956 Botafogo Botafogo  ? (?)
1956 Sao Bento São Bento  ? (?)
1958 Portuguesa Portuguesa  ? (?)
Nazionale
1949-1955 Brasile Brasile 29 (0)
Carriera da allenatore
1959-? Juventus-SP Juventus-SP
 ?-? Ferroviaria Ferroviária
 ?-? Atlas Atlas
 ?-? Leixoes Leixões
 ?-? Prudentina Prudentina
 ?-? Millonarios Millonarios
 ?-? Botafogo Botafogo
 ?-? Francana Francana
 ?-? Colorado Colorado
 ?-? Pinheiros Pinheiros
1975 Comercial-MS Comercial-MS
Palmarès
Coppa America calcio.svg Coppa America
Oro Brasile 1949
W.Cup2.svg Coppa Rimet
Argento Brasile 1950
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

José Carlos Bauer (San Paolo, 21 novembre 1925San Paolo, 4 febbraio 2007) è stato un calciatore e allenatore di calcio brasiliano.

Nacque da padre svizzero e madre afro-brasiliana. Fu un centromediano metodista potente ed elegante con attitudine alla fase difensiva, soprannominato "O Gigante do Maracanã" o "O Monstro do Maracanã"

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

A livello di club la carriera di Bauer fu legata alla squadra del San Paolo, con cui giocò per undici anni vincendo sei campionati statali. Qui formò assieme a Rui e Noronha un celebre ed apprezzato trio di centrocampo riproposto anche in Nazionale, i cui componenti furono ribattezzati "I tre moschettieri". Nel 1956 ebbe due fugaci esperienze col Botafogo di Garrincha e Nilton Santos e con il São Bento, per poi cessare l'attività agonistica con la Portuguesa nel 1958.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Con la maglia della Nazionale brasiliana prese parte alla vittoria del Campeonato Sul-Americano del 1949. L'anno seguente partecipò ai Mondiali che il Brasile organizzò in casa, perdendo la finale contro l'Uruguay. Bauer venne ritenuto dalla critica come uno dei migliori giocatori della competizione assieme al connazionale Zizinho e le buone prestazioni unite al suo stile di gioco gli valsero il soprannome di "Gigante do Maracanã", attribuitogli dai radiocronisti. Fu uno dei pochi tra i convocati di quell'edizione a partecipare al successivo Mondiale del 1954, occasione in cui ricoprì il ruolo di capitano della squadra. Con la Seleção vinse anche il Campionato Panamericano nel 1952.

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Da allenatore diresse diverse squadre sia brasiliane che estere, con esperienze in Colombia, Messico e Portogallo, senza ottenere particolare successo. In seguito ricevette anche un invito ad allenare in Giappone.

Durante questa fase della carriera ebbe inoltre occasione di scoprire prima di tutti il talento di Eusébio. Ai tempi in cui sedeva sulla panchina del Ferroviária, nel 1960, Bauer prese parte ad una tournée in Mozambico, durante la quale notò il futuro pallone d'oro. Il tecnico lo segnalò a Bela Guttman, suo allenatore ai tempi del San Paolo allora passato al Benfica, che lo portò a Lisbona.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

San Paolo: 1943, 1945, 1946, 1948, 1949, 1953

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Brasile 1949
1952

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (PT) Bauer, playerhistory.com. URL consultato il 10-4-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]