J to tha L-O!: The Remixes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
J to tha L-O! The Remixes
Artista Jennifer Lopez
Tipo album Raccolta
Pubblicazione 15 febbraio 2002 (USA)
18 marzo 2002 (Europa)
Dischi 1
Tracce 15
Genere Rap
Dance
Contemporary R&B
Pop latino
Etichetta Epic Records
Produttore Jennifer Lopez, Cory Rooney
Note Ristampato con 4 bonus track
Certificazioni
Dischi d'oro Australia Australia
Francia Francia
Dischi di platino Regno Unito Regno Unito
Stati Uniti Stati Uniti
Jennifer Lopez - cronologia
Album precedente
(2001)
Album successivo
(2002)
Singoli
  1. Ain't It Funny (Murder Remix)
    Pubblicato: 4 marzo 2002
  2. Alive
    Pubblicato: 21 maggio 2002
  3. I'm Gonna Be Alright
    Pubblicato: 10 giugno 2002

J to tha L-O! The Remixes è il titolo del primo album di remix di Jennifer Lopez. È la prima raccolta della cantante ed è composta dai suoi pezzi di maggior successo in versione remixata. Ha venduto oltre 4 milioni di copie, divenendo il terzo album di remix più venduti nella storia della musica. Dall'album vengono estratti tre singoli: Ain't It Funny (Murder Remix), che ebbe un ottimo successo negli Stati Uniti arrivando alla prima posizione, I'm Gonna Be Alright, come secondo singolo che ebbe un buon successo negli Stati Uniti e meno successo in Europa. Sempre come secondo singolo, ma sotto forma di B-side del singolo I'm Gonna Be Alright, è stato pubblicato Alive che ebbe un discreto successo sempre negli Stati Uniti.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Love Don't Cost a Thing (RJ Schoolyard Mix) (feat. Fat Joe) – 4:18 (Damon Sharpe, Greg Lawson, Georgette Franklin, Jeremy Monroe, Amille Harris, Joe Cartagena)
  2. Ain't It Funny (Murder Remix) (feat. Ja Rule and Caddillac Tah) – 3:49 (Cory Rooney, Jennifer Lopez, 7 Aurelius, Caddillac Tah, Irv Gotti, Jeffrey Atkins)
  3. I'm Gonna Be Alright (Track Masters Remix)* (feat. 50 Cent) – 3:53 (Cory Rooney, Jean Claude "Poke" Oliver, Samuel Barnes, Lorraine Cheryl Cook, Ronald LaPread, Jennifer Lopez, Troy Oliver)
  4. I'm Real (Murder Remix) (feat. Ja Rule) – 4:18 (LeShan Lewis, Cory Rooney, Jennifer Lopez, Troy Oliver, Irv Gotti, Jeffrey Atkins, Rick James)
  5. Walking on Sunshine (Metro Remix) – 5:50 (Adonis Shorpshire, Jack Knight, Jennifer Lopez, Karen Anderson, Mario Winans, Mechalie Jamison, Michael "Lo" Jones, Sean "Puffy" Combs)
  6. If You Had My Love (Darkchild Master Mix) – 4:11 (Cory Rooney, Fred Jerkins III, LaShawn Daniels, Rodney Jerkins)
  7. Feelin' So Good (Bad Boy Remix) (feat. P. Diddy and G. Dep) – 4:27 (Sean "Puffy" Combs, Corey Rooney, Steve Standard, Jennifer Lopez, Christopher Rios, Joe Cartagena)
  8. Let's Get Loud (Pablo Flores Remix) – 5:29 (Gloria Estefan, Kike Santander)
  9. Play (Sack International Remix) – 4:18 (Cory Rooney, Anders "Bag" Bagge, Arnthor Birgisson, Christina Milian)
  10. Waiting for Tonight (Hex's Momentous Radio Mix) – 4:32 (Maria Christensen, Michael Garvin, Phil Temple)
  11. Alive (Album Version) – 4:40 (Cory Rooney, Cris Judd, Jennifer Lopez)
Edizione europea[1]
  1. Si Ya Se Acabó (Radio Remix) – 3:33 (Jimmy Greco, Manny Benito, Ray Contreras)
  2. Que Ironia (Ain't It Funny) (Tropical Dance Remix) – 3:48 (Cory Rooney, Jennifer Lopez, Manny Benito)
  3. Una Noche Más** – 4:05 (Maria Christensen, Michael Garvin, Phil Temple, Manny Benito)
  4. No Me Ames (Tropical Remix) (feat. Marc Anthony) – 5:34 (Giancarlo Bigazzi, Marco Falagiani, Ignacio Ballesteros, Aleandro Baldi)

* L'edizione europea include I'm Gonna Be Alright senza 50 Cent.

** Inclusa come Pablo's Miami Mix Radio Edit, ma si tratta della versione originale

Record[modifica | modifica sorgente]

Questo è stato il terzo album di remix più venduto al mondo, dopo Blood on the Dance Floor: HIStory in the Mix (1997) di Michael Jackson e You Can Dance (1987) di Madonna[2], ed l'unico album di remix a debuttare nella Billboard 200 alla posizione numero uno.

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Classifica (2002/2003) Posizione
massima
Australia[3] 11
Austria[4] 11
Belgio (Fiandre)[5] 8
Belgio (Vallonia)[6] 9
Francia[7] 14
Germania[8] 5
Giappone[9] 44
Irlanda[10] 6
Nuova Zelanda[11] 3
Paesi Bassi[12] 5
Polonia[13] 16
Svezia[14] 39
Svizzera[15] 14
Regno Unito[16] 1
Stati Uniti[17] 1

Vendite e certificazione[modifica | modifica sorgente]

Classifica Certificazione Vendite
Australia ARIA Gold[18] 35,000
Canada CRIA Platinum[19] 100,000
Francia SNEP Gold[20] 137,000[21]
Nuova Zelanda RIANZ Gold[22] 7,500
Regno Unito BPI Platinum[23] 300,000
Stati Uniti RIAA Platinum[24] 1,500,000
Mondo 3x Platinum[25] 3,000,000

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Pubblicato il 26 marzo 2002
  2. ^ Elle.it
  3. ^ (EN) Andamento di J to tha L-O!: The Remixes nella classifica dell'Australia.
  4. ^ (DE) Andamento di J to tha L-O!: The Remixes nella classifica dell'Austria.
  5. ^ (DE) Andamento di J to tha L-O!: The Remixes nella classifica delle Fiandre.
  6. ^ (FR) Andamento di J to tha L-O!: The Remixes nella classifica del Vallonia.
  7. ^ (FR) Andamento di J to tha L-O!: The Remixes nella classifica della Francia.
  8. ^ (DE) Andamento di J to tha L-O!: The Remixes nella classifica della Germania.
  9. ^ (JA) Andamento di J to tha L-O!: The Remixes nella classifica del Giappone.
  10. ^ (EN) Andamento di J to tha L-O!: The Remixes nella classifica dell' Irlanda.
  11. ^ (DE) Andamento di J to tha L-O!: The Remixes nella classifica della Nuova Zelanda.
  12. ^ (NL) Andamento di J to tha L-O!: The Remixes nella classifica dei Paesi Bassi.
  13. ^ (PT) Andamento di J to tha L-O!: The Remixes nella classifica della Polonia.
  14. ^ (EN) Andamento di J to tha L-O!: The Remixes nella classifica della Svezia.
  15. ^ (EN) Andamento di J to tha L-O!: The Remixes nella classifica della Svizzera.
  16. ^ (EN) Andamento di J to tha L-O!: The Remixes nella classifica del Regno Unito.
  17. ^ (EN) Jennifer Lopez - Chart History.
  18. ^ "ARIA Charts - Accreditations - 2001 Albums"
  19. ^ "Canadian Gold and Platinum certifications"
  20. ^ "2003 Gold Certification of J to tha L-O!: The Remixes"
  21. ^ "France estimated album sales"
  22. ^ "New Zealand Top 50 Albums Chart" Ultimo accesso: 14 aprile 2002.
  23. ^ "The BPI database"
  24. ^ "RIAA Gold and Platinum certifications"
  25. ^ "Sony & BMG Jennifer Lopez Gallery"
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica