Isole Kermadec

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcipelago delle Kermadec
Kermadec Islands
Nugent Meyer Dayrell Islands.jpg
Geografia fisica
Localizzazione Oceano Pacifico
Coordinate 29°16′37″S 177°55′24″W / 29.276944°S 177.923333°W-29.276944; -177.923333Coordinate: 29°16′37″S 177°55′24″W / 29.276944°S 177.923333°W-29.276944; -177.923333
Superficie 33,08 km²
Altitudine massima Picco Moumoukai,
516 m s.l.m.
Geografia politica
Stato Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Demografia
Abitanti 0 (-)
Densità 0 ab./km²
Cartografia
Karta NZ Kermadec isl.PNG
Mappa di localizzazione: Oceano Pacifico
Arcipelago delle Kermadec

[senza fonte]

voci di isole della Nuova Zelanda presenti su Wikipedia

Le isole Kermadec sono un arcipelago che forma un arco di isole nell'Oceano Pacifico meridionale. Amministrativamente le isole formano parte della Nuova Zelanda sin dal 1887.

Le isole si trovano tra i 29° e 31,5° di latitudine sud e tra 178° e 179° di longitudine ovest, 800–1000 km a nordest dell'Isola del Nord (uno dei due corpi isolani maggiori della Nuova Zelanda), e a una distanza simile a sudovest di Tonga.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Il gruppo include quattro isole maggiori (tre di queste potrebbero essere considerati gruppi di isole, dal momento che le rispettive isole principali hanno piccole isole satelliti) e qualche scoglio isolato, indicate da nord verso sud. Le isole sono:

L'area totale delle isole Kermadec è di 33,08 km². Sono disabitate, ad eccezione della stazione meteo (e ripetitore radio) Raoul Island Station, operata dal governo della Nuova Zelanda, dotata anche di un ostello per ufficiali e volontari del "Department of Conservation" che viene mantenuto sin dal 1937 sulle terrazze a nord di Raoul Island, 50 metri sopra i faraglioni di Fleetwood Bluff. La stazione Raoul Island è l'avamposto più a nord della Nuova Zelanda.

Il clima delle isole è subtropicale, con una temperatura media mensile di 22,4 °C a febbraio e di 16,0 °C in agosto. Le precipitazioni piovose ammontano a circa 1.500 mm annui, con un periodo relativamente asciutto da ottobre a gennaio.

Geologia[modifica | modifica sorgente]

Le isole Kermadec sono un arco di isole vulcaniche, che si trovano al punto di incontro tra la zolla del Pacifico che si inabissa sotto la zolla Indo-Australiana. La zolla del Pacifico, in subduzione ha creato la fossa delle Kermadec, una fossa sottomarina profonda 8 km, ad est delle isole. Le isole sono le maggiori elevazioni del Kermadec Ridge, che corre a sudovest delle isole verso l'Isola del Nord della Nuova Zelanda e nordest verso Tonga (Arco Kermadec-Tonga). Le 4 isole maggiori sono picchi di vulcani che si innalzano dal fondo marino. Esistono altri picchi vulcanici nella catena, che non raggiungono la superficie marina, ma formano dei seamount con picchi profondi tra 65 e 1.500 m. Il Monowai Seamount, con una profondità di 120 m, si trova a metà strada tra Raoul Island e Tonga. La cordigliera sottomarina infine si collega alla White Island nella Bay of Plenty della Nuova Zelanda, all'estremo nord della Taupo Volcanic Zone.

Le isole di Raoul e Curtis sono entrambe vulcani attivi. Quelli sulle altre isole sono attualmente spenti e le isole più piccole sono i resti erosi di vulcani estinti.

Foresta umida subtropicale delle isole Kermadec[modifica | modifica sorgente]

Queste isole sono riconosciute dagli ecologisti come ecoregioni distinte, le foreste subtropicali umide delle isole Kermadec. Sono foreste a foglia ampia tropicali e subtropicali, parte della ecozona della Oceania. Le foreste sono dominate dalla pianta Metrosideros kermadecensis, dai fiori rossi, correla alla Pōhutukawa (M. excelsa) della Nuova Zelanda. Le Kermadec non hanno mammiferi nativi, ma danno rifugio a molti uccelli marini che nidificano tra le foreste.

Storia[modifica | modifica sorgente]

All'arrivo degli europei le isole erano disabitate. L'arcipelago prende il nome dal navigatore francese Jean-Michel Huon de Kermadec che le scoprì nel 1791-93 al comando della nave Esperance, che faceva parte della spedizione di A.Entrecasteaux. I primi europei, inizialmente membri della famiglia Bell, abitarono l'isola dai primi del Novecento fino al 1937, come cacciatori di balene. Una delle figlie di Bell, Elsie K. Morton, raccontò l'esperienza nelle sue memorie, Crusoes of Sunday Island. Attualmente sull'isola di Raoul si trovano una stazione radio e meteorologica governativa e un ostello per gli ufficiali e volontari.

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

Le isole Kermadec sono rinomate per le loro colonie di uccelli (minacciate da topi e gatti introdotti dagli abitanti), e spesso si trovano folte colonie di uccelli negli isolotti al largo, al sicuro da murini e felini. Esistono anche alcune piante esotiche invasive.

Le visite alle isole vengono limitate dal "Department of Conservation". Il dipartimento permette visite a Raoul da parte di volontari che assistono nel recupero ambientale e in progetti di monitoraggio, e sono ammessi studiosi di materie naturalistiche. Le visite alle altre isole sono limitate al personale impegnato nello studio scientifico delle isole.

Terremoto del 2006[modifica | modifica sorgente]

Parma kermadecensis (Scalyfin) delle Kermadec - parte del ricco biotopo marino dell'arcipelago

Il 16 maggio del 2006, alle 22:39, ora NZDT, un terremoto di magnitudine 7,6 colpiva la regione fino a farsi sentire in località lontane come Christchurch.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Chart NZ 2225, Hydrographic Office, Royal New Zealand Navy, 1994. Accessed 2007-05-07.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

isole Portale Isole: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di isole