Il disco di fiamma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il disco di fiamma
Titolo originale Solar Lottery
Altri titoli Lotteria dello spazio
Autore Philip K. Dick
1ª ed. originale 1955
1ª ed. italiana 1958
Genere Romanzo
Sottogenere Fantascienza
Lingua originale inglese
Ambientazione Anno 2202. Batavia, Londra, Farben e la Luna.
Protagonisti Ted Bentley
Coprotagonisti Leon Cartwright
Antagonisti Reese Verrick
Altri personaggi Peter Wakeman, Eleanor Stevens, Herb Moore, Keith Pellig

Il disco di fiamma (Solar Lottery[1]), ripubblicato anche come Lotteria dello spazio, è il primo romanzo di fantascienza scritto da Philip K. Dick nel 1955.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Anno 2202. L'intero Sistema Solare è stato colonizzato dall'uomo ed il sistema di governo dipende interamente dalla logica e dai numeri: il metodo minimax (parte della teoria dei giochi), utilizzato anche durante la seconda guerra mondiale dalle intelligence degli Stati Uniti e dell'Unione Sovietica.

Con il sistema minimax il governo dell'umanità viene scelto attraverso una sofisticata lotteria. In teoria ogni persona che gode dei diritti civili ha ad ogni elezione - o meglio estrazione - una identica probabilità di divenire il Quizmaster, vale a dire il capo del sistema della lotteria e l'uomo più potente del Sistema Solare. Per limitare l'immenso potere nelle mani del Quizmaster, il sistema di governo prevede anche la possibilità di uccidere l'uomo al potere, mediante un omicidio legalizzato, tentato da un solo individuo prescelto durante la Convenzione della Sfida appositamente organizzata allo scopo.

La difesa della persona del Quizmaster è affidata alla squadra dei telepati (i telep), uomini dotati della straordinaria capacità di leggere il pensiero altrui.

Alcuni eventi inattesi nel maggio del 2203 sembrano indicare all'umanità superstiziosa che qualcosa di importante sta per accadere: un volo di cornacchie bianche nel cielo svedese, una serie di incendi che distrugge parte degli edifici della Oiseau-Lyre Hill, una delle più importanti corporation (chiamate Hill) attive nel Sistema Solare, la nascita di un vitello a due teste a Batavia, capitale del Direttorato della Federazione dei Nove Pianeti del Sistema Solare.

Il giovane Ted Bentley, già impiegato della Oiseau-Lyre, riceve come molti altri suoi colleghi la lettera di licenziamento che lo scioglie da ogni obbligo di fedeltà legato al giuramento che aveva prestato a quella Hill. Desideroso di dare una svolta alla sua vita e disgustato dalla corruzione che regna nel sistema economico delle Hill, Bentley decide di lasciare l'Europa e recarsi a Batavia in Indonesia, per ottenere un posto di lavoro presso il Direttorato. Giunto nella grandiosa sede del Direttorato, brulicante di impiegati e robot "MacMillan", Bentley riesce a farsi ricevere da una coppia di funzionari, e, quasi inaspettatamente, ottiene un impiego come classificato 8-8.

Bentley tuttavia ignora che l'attuale Quizmaster Verrick è stato appena rimosso dal suo incarico a causa di una nuova estrazione dell'Urna, però il suo giuramento è stato alla persona di Verrick e non genericamente al Quizmaster come sarebbe stato corretto, pertanto Bentley deve seguire Verrick a Farben in Germania, dove ha sede una Hill controllata direttamente da Verrick.

Nella sorpresa generale il nuovo Quizmaster è Leon Cartwright, un anziano tecnico elettronico e seguace del bizzarro culto prestonita, subito raggiunto nella sede della Società Preston a Londra da una squadra di telep comandata dal maggiore Shaeffer per essere condotto a Batavia, dove potrà essere difeso in modo più efficace dalla minaccia del killer che sarà scelto dalla Convenzione della Sfida. A Farben intanto Bentley assiste disgustato alla trasmissione in diretta dello svolgimento della Convenzione, un evento che monopolizza l'interesse degli spettatori di tutto il Sistema Solare, ansiosi di conoscere il nome del primo killer.

L'arrivo della squadra telep a Londra avviene in contemporanea alla partenza di un'astronave di seguaci prestoniti diretta alla ricerca del Disco di Fiamma, il leggendario decimo pianeta del Sistema Solare, la cui esistenza era stata profetizzata da John Preston nei suoi scritti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In origine Quizmaster Take All, nell'edizione inglese World of Chance, da Messaggi sulla polvere della Luna, introduzione di Carlo Piagetti all'edizione Fanucci

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

  • Thomas Disch, Towards the Transcendent: An Introduction to "Solar Lottery" and other works, in Olander and Greenberg Philip K. Dick, New York: Taplinger, 1983, pp. 13–24.
  • Domenico Gallo, La lotteria del sistema solare, in Trasmigrazioni: I mondi di Philip K. Dick, a c. di V. M. De Angelis e U. Rossi. Firenze, Le Monnier, 2006, pp. 115–22.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]