Hot Bird

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Hotbird)

Hot Bird è un marchio commerciale dell'operatore francese Eutelsat usato per designare la zona dello spazio in cui sono ubicati diversi satelliti geostazionari. Si tratta, più esattamente, della posizione orbitale sull'equatore a 13° est dal meridiano di Greenwich; da tale posizione deriva il nome dei satelliti per telecomunicazioni che ruotano nella suddetta orbita geostazionaria. Allo stato attuale operano in quella zona dello spazio i tre satelliti Eutelsat Hot Bird 13B, Eutelsat Hot Bird 13C ed Eutelsat Hot Bird 13D che hanno rimpiazzato i precedenti, già spostati e rinominati o deorbitati.

I satelliti[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1983 la zona dei satelliti Hot Bird a 13° est ha ridisegnato radicalmente il panorama audiovisivo dell'Europa, del Nordafrica e del Medio Oriente. Ha contribuito significativamente alla creazione di un mercato della TV dove i telespettatori, dotati di un apposito ricevitore collegato ad un'antenna parabolica del diametro di 70 cm o poco più grande (a seconda della posizione geografica), possono scegliere tra centinaia di canali trasmessi in oltre 40 lingue. I satelliti Hot Bird sono stati usati in passato anche per trasmissioni analogiche; ora invece il segnale irradiato è esclusivamente digitale e finalizzato alle trasmissioni DTH (acronimo inglese di Direct-To-Home che significa diretto a casa) della televisione satellitare (DVB-S, Digital Video Broadcasting - Satellite), alle applicazioni multimediali di Internet e alla distribuzione in reti via cavo.

La famiglia dei tre satelliti Hot Bird costituisce uno dei sistemi più estesi di trasmissione televisiva in Europa poiché consegna a oltre 120 milioni di abitazioni 1 100 canali digitali, di cui 600 criptati a pagamento (pay-per-view), 500 in chiaro (free-to-air) e 150 in alta definizione (high definition); in aggiunta più di 500 tra stazioni radio e servizi multimediali e 13 piattaforme a pagamento cosiddette Premium.

I vari satelliti che condividono la posizione Hot Bird gravitano all'interno della porzione di spazio racchiusa in una "finestra orbitale", con un fronte quadrato di 150 km di lato e 40 km di profondità, rotante alla velocità di oltre 3 km/s in sincronia con la velocità angolare della Terra. Dal punto di vista terrestre, un'antenna parabolica puntata verso questa finestra riceve indifferentemente il segnale come se giungesse da un unico punto; in realtà i satelliti coposizionati al suo interno hanno valori di eccentricità e inclinazione leggermente diversi. Un centro di controllo dalla Terra monitora costantemente la posizione e, se necessarie, effettua delle manovre correttive, attivando i sistemi di propulsione, affinché i satelliti seguano con esattezza le orbite loro assegnate senza mai entrare in collisione[1].

Cronologia dei lanci satellitari[modifica | modifica wikitesto]

La seguente tabella riassume alcuni dati dei satelliti collocati a 13° est, tra cui il numero di transponder e la relativa banda di frequenza (Ku o Ka), ed evidenzia in grassetto quelli attualmente in funzione nella posizione Hot Bird:

Nome Costruttore Data / luogo / vettore di lancio Transponder Note
Eutelsat II F1 Aerospatiale 30 agosto 1990
a Kourou
con Ariane 4
16-Ku Rimasto in posizione fino al 1999, è poi spostato a 48° est; da una verifica del marzo 2007 risulta essere già andato alla deriva[2].
Hot Bird 1 Aerospatiale 28 marzo 1995
a Kourou
con Ariane 4
16-Ku Chiamato in origine Eutelsat II F6, è modificato rispetto alla serie per il coposizionamento con Eutelsat II F1, quindi rinominato[3]; nel marzo 2007 è già alla deriva[2].
Hot Bird 2 Matra Marconi 21 novembre 1996
a Cape Canaveral
con Atlas IIA
26-Ku Rinominato Eurobird 9 nel maggio 2007[4], è spostato a 9° est[5]
Hot Bird 3 Matra Marconi 2 settembre 1997
a Kourou
con Ariane 4
32-Ku Tra il 2 e il 3 ottobre 2006 tutto il traffico è spostato su Hot Bird 8. Nonostante i problemi al circuito di alimentazione verificatisi tra il 3 e il 4 ottobre 2006, è nello stesso mese riposizionato a 10° est e rinominato Eurobird 10[6].
Hot Bird 4 Matra Marconi 27 febbraio 1998
a Kourou
con Ariane 4
28-Ku L'accordo con Nilesat prevede lo spostamento a 7° ovest col nuovo nome di Nilesat 103 dopo la sua sostituzione con Hot Bird 7A nel secondo trimestre del 2006[7]. Eutelsat effettivamente ricolloca il satellite e dal 1° luglio 2006 lo identifica come Atlantic Bird 4[8]
Hot Bird 5 Matra Marconi 9 ottobre 1998
a Cape Canaveral
con Atlas IIA
22-Ku Rimpiazzato da Hot Bird 6 nell'agosto 2002[9], è rinominato Eurobird 2[4] a 25,5° est[8].
Eutelsat Hot Bird 13A Alcatel Alenia Space 21 agosto 2002
a Cape Canaveral
con Atlas V
28-Ku / 4-Ka Hot Bird 6 sostituisce Hot Bird 5[9]; è rinominato il 1º marzo 2012[10]. Nel luglio 2013 è rimpiazzato da Eutelsat Hot Bird 13D, quindi spostato a 7/8° ovest col nome di Eutelsat 8 West C[11].
Hot Bird 7 EADS-Astrium 11 dicembre 2002
a Kourou
con Ariane 5
40-Ku Lancio del satellite fallito[12].
Hot Bird 7A Alcatel Alenia Space 11 marzo 2006
a Kourou
con Ariane 5
38-Ku Sostituisce Hot Bird 1 (deorbitato) e Hot Bird 4 (ricollocato)[8]. Rimpiazzato a sua volta da Hot Bird 9 nel febbraio 2009, è spostato a 9° est e rinominato Eurobird 9A a settembre dello stesso anno[13].
Eutelsat Hot Bird 13B EADS-Astrium 4 agosto 2006
a Bajkonur
con Proton
64-Ku Hot Bird 8, successore di Hot Bird 3, è rinominato il 1º marzo 2012[14].
Eutelsat Hot Bird 13C EADS-Astrium 20 dicembre 2008
a Kourou
con Ariane 5
64-Ku Hot Bird 9 rimpiazza Hot Bird 7A[13]; è poi rinominato il 1º marzo 2012[14].
Eutelsat Hot Bird 13D EADS-Astrium 12 febbraio 2009
a Kourou
con Ariane 5
64-Ku Hot Bird 10 è stato subito rinominato Atlantic Bird 4A e posizionato a 7° ovest; poi a 3° est è rinominato Eutelsat 3C; ricollocato finalmente a 13° est con un nuovo nome[14] rimpiazza nel luglio 2013 Eutelsat Hot Bird 13A[11].

Dal 1º marzo 2012 i satelliti Hot Bird 6, 8 e 9 hanno anteposto ai nomi la dizione Eutelsat e sostituito le rispettive cifre numeriche con 13A, 13B e 13C[15]. A luglio 2013 Hot Bird 13A viene sostituito dall'omologo 13D che prende perciò tutti i canali del primo[11].

Piattaforme televisive[modifica | modifica wikitesto]

I canali trasmessi dalle piattaforme televisive, sotto forma di pacchetti, sui ripetitori (transponder) della famiglia di satelliti Hot Bird in posizione 13° est sono gratuiti, quindi liberamente fruibili da un ricevitore televisivo satellitare collegato all'antenna parabolica e alla TV, oppure a pagamento, quindi ricevibili attraverso la decodifica del segnale (criptato) con appositi ricevitori dotati di lettore di schede a microchip. Una forma mista di ricezione dei canali prevede l'accesso esclusivo e gratuito in determinate zone dell'area di copertura satellitare previa decodifica del segnale per mezzo di ricevitori compatibili con lo standard DVB-S2, successivo al DVB-S, e di un'apposita scheda conosciuta anche col nome comune di smart card. I canali ricevibili in tal modo non sono più classificabili come free-to-air e vengono perciò distinti con la definizione free-to-view.

Di seguito sono elencate le piattaforme televisive che trasmettono in banda Ku sui 192 transponder resi complessivamente disponibili dai tre satelliti Hot Bird:

  1. NC+
  2. Arqiva
  3. Cyfrowy Polsat
  4. Sky Italia
  5. RR Media
  6. SatLink
  7. SNRT
  8. GlobeCast
  9. SRG SSR
  10. RAI
  11. Media Broadcast
  12. Viacom Media Networks
  13. Orange France
  14. Telespazio
  15. Eutelsat
  16. Mediaset
  17. TVN
  18. M-Three satcom
  19. Overon
  20. Belgium Satellite Services
  21. Bis TV
  22. Telefónica
  23. Du
  24. Nova
  25. Jordan Media City
  26. VoA
  27. IRIB
  28. STN
  29. Arabsat
  30. AB Sat

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Guida ai satelliti per telecomunicazioni (PDF), Eutelsat Communications, 29 gennaio 2010, pp. 3, 8 e 11 del PDF. URL consultato il 30 settembre 2014.
  2. ^ a b (EN) Eutelsat Chronology in astronautix.com, Encyclopedia Astronautica. URL consultato il 30 settembre 2014.
  3. ^ (EN) Eutelsat-II F1, NASA. URL consultato il 30 settembre 2014.
  4. ^ a b (EN) Hot Bird 2, 3, 4, 5 / Eurobird 2, 9→4, 10, 16 / Eutelsat W48, W75 / Atlantic Bird 4 / Eutelsat 4B, 16B, 25A / Arabsat 2D → Badr 2 / Nilesat 103 / ABS 1B in space.skyrocket.de, Gunter's Space Page.
  5. ^ (EN) Eutelsat opens new neighbourhood at 9 degrees east with Eurobird™ 9 satellite (formerly Hot Bird™ 2) (PDF), Eutelsat Communications, 15 maggio 2007.
  6. ^ (EN) Eutelsat status report on Hot Bird™ 3 satellite (Eurobird™ 10) (PDF), Eutelsat Communications, 6 ottobre 2006.
  7. ^ (EN) Nilesat to expand resource at 7 degrees West through contract with Eutelsat for capacity on Hot Bird™ 4 satellite (PDF), Eutelsat Communications, 5 settembre 2005.
  8. ^ a b c (EN) Management report of consolidated accounts at 30 June 2006 (PDF), Eutelsat Communications, 18 ottobre 2006, p. 21.
  9. ^ a b (EN) Hot Bird 6 → Eutelsat Hot Bird 13A → Eutelsat 8 West C, Gunter's Space Page.
  10. ^ Benedetta Nicodemo, Eutelsat – Un nome, un gruppo, una flotta, Eutelsat Communications, 1º dicembre 2011.
  11. ^ a b c (EN) 2013-2014 half-year financial report (July-December 2013) (PDF), Eutelsat, p. 12.
  12. ^ (EN) Hot Bird 7 in space.skyrocket.de, Gunter's Space Page.
  13. ^ a b Entrata in servizio del satellite Hot Bird™ 9 di Eutelsat (PDF), Eutelsat Communications, 17 febbraio 2009.
  14. ^ a b c (EN) Hot Bird 8, 9, 10 → Eutelsat Hot Bird 13B, 13C, 13D / Atlantic Bird 4A / Eutelsat 3C in space.skyrocket.de, Gunter's Space Page.
  15. ^ (EN) Financial results. First half 2011-2012 (PDF), Eutelsat Communications, 17 febbraio 2012, p. 25.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]