Harald di Danimarca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Principe Harald
Prince Harald of Denmark.jpg
Principe di Danimarca
Nome completo in danese: Harald Christian Frederik
Nascita Palazzo di Charlottenlund, Gentofte, Danimarca, 8 ottobre 1876
Morte Copenaghen, Danimarca, 30 marzo 1949
Dinastia Casato di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Padre Federico VIII di Danimarca
Madre Luisa di Svezia
Consorte Principessa Elena di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Figli Feodora, Principessa Cristiano di Schaumburg-Lippe
Carolina Matilde, Principessa Ereditaria di Danimarca
Alessandrina Luisa, Contessa Luitpoldo di Castell-Castell
Principe Gorm
Principe Oluf

Principe Harald di Danimarca (Harald Christian Frederik; 8 ottobre 187630 aprile 1949) era un membro della famiglia reale danese. Era il quartogenito e terzo figlio maschio di Federico VIII di Danimarca e di sua moglie, la Principessa Luisa di Svezia e Norvegia, e quindi fratello di Cristiano X di Danimarca.

Il principe servì nell'esercito reale danese per gran parte della sua vita, e raggiunse il rango di tenente generale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia[modifica | modifica wikitesto]

Il luogo di nascita del Principe Harald, il Palazzo di Charlottenlund

Il Principe Harald nacque l'8 ottobre 1876 al Palazzo di Charlottenlund a nord di Copenaghen. Suo padre era il Principe Ereditario Federico di Danimarca (poi Re Federico VIII), figlio maggiore di Cristiano IX di Danimarca e della Principessa Louise Luisa d'Assia-Kassel. Sua madre, la Principessa Ereditaria Luisa, era l'unica figlia di Carlo XV di Svezia e della Principessa Luisa dei Paesi Bassi.

All'età di 17 anni, il Principe Harald intraprese la carriera militare come era usanza per i principi a quell'epoca. Servì poi nella guardia ussara.[1]

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

il Principe Harald e la Principessa Elena nel 1909

All'età di 33 anni, il 28 aprile 1909 al Castello di Glücksburg nello Schleswig-Holstein, il Principe Harald sposò sua cugina di secondo grado, la Principessa Elena di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg, figlia di Federico Ferdinando, Duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg e della Principessa Carolina Matilde di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Augustenburg.

Dopo il loro matrimonio, il Prince Harald e la Principessa Elena vissero nella loro casa di campagna di Jægersborghus a nord di Copenaghen che il Principe Harald aveva acquistato nel 1907.[1] Qui tra il 1910 ed il 1923 nacquero i loro cinque figli.

Vita successiva[modifica | modifica wikitesto]

Come altri membri della famiglia reale danese, la sua situazione economica fu influenzata dal fallimento della Den Danske Landmandsbank nel 1923. Fino al 1935, tuttavia, lui e la sua famiglia furono in grado di rimanere a Jægersborghus ma poi si trasferirono in una villa nella parte nord di Copenaghen.[1]

All'età di 50 anni, il Principe Harald si ritirò dal servizio attivo con il grado di maggior generale. Nel 1933, tuttavia, suo fratello, Re Cristiano X lo nominò tenente generale.

Durante la seconda guerra mondiale, la Principessa Elena diventò molto impopolare a causa delle sue simpatie per l'occupazione tedesca della Danimarca e per il partito nazista.[2]

Dopo la guerra, la Principessa Elena non fu portata in giudizio, essendo un membro della famiglia reale che non desiderava alcuna pubblicità sulla faccenda, ma fu esiliata dalla Danimarca il 30 maggio 1945 e collocata agli arresti domiciliari nel Castello di Glücksburg in Germania. Le fu permesso di ritornare in Danimarca nel 1947, quando il Principe Harald si ammalò gravemente. Rimase accanto a suo marito fino alla sua morte due anni dopo.[1]

Il Principe Harald morì il 30 marzo 1949 a Copenaghen. Fu sepolto nella Cattedrale di Roskilde. La Principessa Elena sopravvisse a suo marito di 13 anni e morì il 30 giugno 1962.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Harald e Elena ebbero cinque figli:

Nome Nascita Morte Note
Principessa Feodora 3 luglio 1910 17 marzo 1975 sposò suo cugino di primo grado, il Principe Cristiano di Schaumburg-Lippe ed ebbe figli.
Principessa Carolina Matilde 27 aprile 1912 12 dicembre 1995 sposò suo cugino di primo grado, il Principe Knud di Danimarca ed ebbe figli.
Principessa Alessandrina Luisa 12 dicembre 1914 26 aprile 1962 sposò il Conte Luitpoldo di Castell-Castell ed ebbe figli.
Principe Gorm 24 febbraio 1919 26 dicembre 1991 celibe e senza figli.
Principe Oluf 10 marzo 1923 19 dicembre 1990 Perse il suo titolo e diventò S.E. Conte Oluf di Rosenborg dopo aver sposato senza conseno Annie Helene Dorrit Puggard-Müller and to Lis Wulff-Juergensen. Ebbe figli.

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Principe Harald di Danimarca Padre:
Federico VIII di Danimarca
Nonno paterno:
Cristiano IX di Danimarca
Bisnonno paterno:
Federico Guglielmo di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Trisnonno paterno:
Federico Carlo di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Beck
Trisnonna paterna:
Federica di Schlieben
Bisnonna paterna:
Luisa Carolina d'Assia-Kassel
Trisnonno paterno:
Carlo d'Assia-Kassel
Trisnonna paterna:
Luisa di Danimarca
Nonna paterna:
Luisa d'Assia-Kassel
Bisnonno paterno:
Guglielmo d'Assia-Kassel
Trisnonno paterno:
Federico d'Assia-Kassel
Trisnonna paterna:
Carolina di Nassau-Usingen
Bisnonna paterna:
Luisa Carlotta di Danimarca
Trisnonno paterno:
Federico di Danimarca
Trisnonna paterna:
Sofia Federica di Meclemburgo-Schwerin
Madre:
Luisa di Svezia
Nonno materno:
Carlo XV di Svezia
Bisnonno materno:
Oscar I di Svezia
Trisnonno materno:
Jean-Baptiste Jules Bernadotte
Trisnonna materna:
Désirée Clary
Bisnonna materna:
Giuseppina di Leuchtenberg
Trisnonno materno:
Eugenio di Beauharnais
Trisnonna materna:
Augusta di Baviera
Nonna materna:
Luisa dei Paesi Bassi
Bisnonno materno:
Federico d'Orange-Nassau
Trisnonno materno:
Guglielmo I dei Paesi Bassi
Trisnonna materna:
Guglielmina di Prussia
Bisnonna materna:
Luisa di Prussia
Trisnonno materno:
Federico Guglielmo III di Prussia
Trisnonna materna:
Luisa di Meclemburgo-Strelitz

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia)
— 27 agosto 1897

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (DA) Bo Bramsen, Huset Glücksborg, 2nd ed, Forum, 1992, ISBN 87-553-1843-6.
  2. ^ (SV) Tore Pryser, Kvinnliga spioner (Female spies), 2009, ISBN 978-91-27-11741-9.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]