Exodus (nave)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
P.fo Exodus 1947
ExodusSh2.jpg
Descrizione generale
Flag of the United States.svg Flag of Honduras.svg Flag of Israel.svg
Tipo piroscafo postale
Proprietario/a Haganah
Costruttori Pusey & Jones
Cantiere Wilmington
Nomi precedenti P.fo President Warfield (1928-1946)
Caratteristiche generali
Lunghezza (fuori tutto) 118 m
Larghezza 17,22 m
Pescaggio (max.) 2,40 m
Velocità (max.) 15 nodi

voci di navi mercantili presenti su Wikipedia

Exodus (il cui nome completo era Exodus 1947) è una nave diventata tristemente famosa per gli avvenimenti del 1947.

La Exodus, salpata dal porto italiano della Spezia (Vedi Archivio multimediale Sergio Fregoso con immagine della nave nel porto della città)(Vedi anche l'intervista al capitano della nave pubblicata dal Corriere della Sera nel 2007), trasportava 4.515 profughi ebrei, scampati ai campi di concentramento, che tentarono di sbarcare in Palestina per trovare rifugio nella comunità ebraica.

Tuttavia l'esercito[senza fonte] inglese[senza fonte] – che governava la Palestina in base al mandato stabilito dall'ONU[senza fonte], che sarebbe scaduto l'anno successivo – bloccò la nave e le impedì di sbarcare i profughi. Il governo inglese infatti era intenzionato a bloccare l'immigrazione ebraica in seguito ai disordini in atto fra arabi ed ebrei. La nave fu persino speronata nelle acque davanti Haifa dai cacciatorpediniere inglesi[senza fonte], che causarono delle vittime a bordo.

L'Exodus, dopo un lungo giro nel Mar Mediterraneo, fu costretta a tornare in Germania, ad Amburgo, dove i profughi furono rinchiusi in un ex-lager nazista convertito in un campo di prigionia per ebrei.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

  • Exodus (romanzo) il cui titolo deriva dal nome di questa nave
  • Exodus (film), tratto dall'omonimo romanzo, il cui titolo deriva dal nome di questa nave

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • EXODUS 1947, Controvoci. URL consultato il 17 aprile 2012.