Down Under (singolo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Down under
Artista Men at Work
Tipo album Singolo
Pubblicazione 1981
Dischi 1
Tracce 2
Genere Reggae
Rock
Etichetta CBS;
Men at Work - cronologia
Singolo precedente
(1981)
Singolo successivo
(1982)
« Do you come from a land down under? Where women glow and men plunder? »

Down Under è una canzone pop originalmente registrata dal gruppo australiano Men at Work per il loro album di debutto Business as Usual (Men at Work). La canzone raggiunse il primo posto nelle classifiche americane Billboard Hot 100 per quattro settimane,[1] britanniche per tre settimane ed australiane per sei settimane. In Nuova Zelanda è arrivata prima per due settimane, in Svizzera ed Irlanda per quattro settimane ed in Canada per tre settimane. In altri paesi è arrivata prima in Danimarca e Polonia, seconda in Olanda, Norvegia e Sud Africa, quarta in Finlandia e Francia, sesta in Svezia e nona in Germania.

Per i suoi riferimenti all'Australia, divenne così popolare da essere considerata una canzone patriottica: è eseguita durante i titoli finali del film di Paul Hogan Mr. Crocodile Dundee 3 e per il trailer del film L’uomo bicentenario” e in alcuni documentari sull’Australia.

L’equipaggio di Australia II, la barca vincitrice della America's Cup del 1983 la adottò come proprio inno. (Si consideri che solo da pochi anni l’Australia aveva un proprio inno nazionale)

Testo[modifica | modifica wikitesto]

Il termine “Down Under” è comunemente usato nei paesi anglosassoni per indicare gli antipodi e in generale l’Australia. Il testo narra di un viaggiatore australiano che, girando il mondo, si sente orgoglioso della propria nazionalità e del suo interagire con vari personaggi e che sono interessati alla sua terra d’origine.

Un verso si riferisce ad un panino al Vegemite, il giro di flauto eseguito tra le strofe è basato sulla canzone popolare "Kookaburra", molto nota tra i bambini australiani.

Inizialmente "Down Under" fu pubblicata come il lato “B” di "Keypunch Operator", un singolo autoprodotto e molto raro. Riviste le melodie esso venne inserito nell’album d’esordio “Business as Usual”.

L’Australia viene ironicamente anche indicata come “land of plenty”, come in uso nell’800.

Video[modifica | modifica wikitesto]

Il video mostra ulteriori riferimenti all’Australia e ai prodotti di uso comune.

Dal Koala di Peluche al guinzaglio di uno dei membri del gruppo, passando per una confezione di Vitos E (cereali per colazione, assai popolari in Australia), oltre a molte lattine azzurre di birra Foster's Lager (anche se il marchio è rimosso).

Inoltre il panettiere australiano lancia il sandwich al Vegemite utilizzando la tecnica di colpire la palla con il pugno , tipica del Football australiano.

Nella scena finale, il gruppo in marcia nel deserto è seguito da un gruppo di uomini che porta la cassa degli strumenti, seguita da un uomo che li frusta, a ricordare che l’Australia era stata inizialmente usata per deportare prigionieri condannati ai lavori forzati.

Successo[modifica | modifica wikitesto]

La canzone è da sempre favorita dalle radio australiane e raggiunge il top delle classifiche di vendite nel 1983 sia in America che in Gran Bretagna[2] Infine i Men at Work suonarono la canzone nella cerimonia di chiusura delle olimpiadi di Sydney del 2000, insieme ad altri artisti australiani.

Nel 2001. l’Australasian Performing Rights Association (APRA) la definì la quarta canzone australiana di sempre.[3]

È stata anche votata al 96º posto tra le migliori canzoni degli anni ’80 da parte di una giuria dell’emittente VH1.

Una variazione della canzone è oggi usata come parte di uno spot della compagnia aerea Qantas.

In una puntata di Scrubs - Medici ai primi ferri, il protagonista John Dorian canta una parte della canzone.

Infine la canzone è stata usata nel video game Saints Row 2.

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Una cover venne realizzata nel 1999 in stile punk rock dai Pennywise. È la diciottesima traccia bonus nell'edizione australiana del loro album Straight Ahead.

Anche il gruppo ska britannico British Spunge nel 2004 ne fece una propria versione,

Una versione è presenta nella colonna sonora del film Kangaroo Jack e venne usata nei trailer del film Disney/Pixar Alla ricerca di Nemo, anche se non appare nel film.

Vi è ancora una cover punk dei Funeral Dress.

Una versione acustica è dello stesso cantante dei Men at Work, Colin Hay nel suo album Man @ Work.

Ne esiste anche una versione in lingua finlandese, intitolata "Tervetuloa Länteen, Andrej" (Benvenuto in occidente, Andrej) ad opera nel 1992 del gruppo Vilperin Perikunta. La storia viene stravolta e parla di un proletario russo, Andrej che si reca in Finlandia a cercare lavoro. La Finlandia è descritta come la strada “verso il paradiso” e la parte di flauto è eseguita con violino e banjo.

Nel 2001 una versione del coro dell'Armata Rossa fu pubblicata su Cd ed eseguita in stile tradizionale russo.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

7": CBS / BA 222891 Australia[modifica | modifica wikitesto]

  1. "Down Under" - 3:44
  2. "Crazy" - 2:34

7": CBS / A 2066 Europa[modifica | modifica wikitesto]

  1. "Down Under" - 3:44
  2. "Helpless Automaton" - 3:23

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Whitburn, Joel (2004). The Billboard Book of Top 40 Hits, 8th Edition (Billboard Publications), page 420.
  2. ^ Artist Biography - Men at Work, Billboard, 2007. URL consultato il 14 maggio 2009.
  3. ^ The final list: APRA'S Ten best Australian Songs, APRA, 28 maggio 2001. URL consultato l'8 maggio 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]