Domini di primo livello proposti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: domini di primo livello.

Per alcuni domini di primo livello proposti l'ICANN non ha ancora completato la procedura di autorizzazione.

Il nuovo programma GTLD[modifica | modifica wikitesto]

A marzo 2007 l'ICANN e i rappresentanti di governi, imprese commerciali e associazioni hanno stabilito di comune accordo una serie di linee di principio per aprire la strada a una sostanziale liberalizzazione dei domini di primo livello,[1] snellendo considerevolmente le procedure di registrazione e lasciando all'ICANN un potere di controllo solo sul rispetto degli aspetti formali della procedura e di alcuni principi di correttezza nella scelta dei nuovi domini.[2]

A ottobre 2007 l'ICANN ha lanciato un programma di studio congiunto per approfondire gli aspetti tecnici legati a tale decisione. I risultati sono stati formalizzati con la riunione di Parigi del giugno 2008, che ha confermato l'avvio delle procedure per consentire la libera registrazione dei nomi a dominio di primo livello, consentendo anche l'impiego di alfabeti e codifiche non latine.[3]

Nel corso dei mesi successivi sono state quindi definite le prime bozze delle procedure burocratiche[4] per la registrazione dei nuovi nomi liberi a dominio, sostanzialmente a pagamento per le imprese commerciali (che possono registrare quindi come dominio di primo livello la propria denominazione) e condizionato a una richiesta o a un nulla-osta governativo preliminare per i domini di carattere geografico.[5] La definizione della procedura finale è prevista attorno a metà 2009.[3]

Domini con processo in corso al momento del cambio di procedure[modifica | modifica wikitesto]

Il nuovo processo, che nelle intenzioni dell'ICANN dovrebbe diventare operativo nel corso del 2009, ha di fatto sospeso le vecchie procedure in corso, che dovrebbero concludersi positivamente con la nuova procedura. A marzo 2009, erano pendenti gli iter per i domini proposti riportati di seguito.

Domini relativi a luoghi geografici[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: GeoTLD.

Domini relativi a popoli e lingue[modifica | modifica wikitesto]

Queste proposte vogliono creare un'identità indipendente sulla rete per delle comunità linguistiche e culturali. Si ispirano principalmente al successo del dominio .cat, pensato per i siti in lingua catalana e relativi alla cultura catalana.

Dominio Uso Sostenitore Anno della proposta
.bzh Bretagna e lingua bretone Pointbzh 2006
.cym Galles e lingua gallese dotCYM.org 2006
.eng Inghilterra dotENG.org 2008
.gal Galizia e lingua galiziana PuntoGal 2006
.lli Cultura e lingua leonesi puntuLLI 2007
.quebec Québec Point Québec 2008
.scot Scozia; comunità, cultura e lingua scozzesi dotSCO.org 2005
.ker Cornovaglia e lingua cornica[8] Cornish World Magazine 2008
.eus Lingua basca PuntuEus 2009

Domini destinati a siti per bambini[modifica | modifica wikitesto]

  • .kids: proposto per molteplici entità, tutte aventi a che fare con i bambini; ad oggi nessuna di queste proposte è stata approvata e il dominio non esiste (tranne che nel dominio di secondo livello .kids.us).
  • .kid: proposto dal Parlamento europeo per siti dedicati ai minori, avrebbe dovuto essere sorvegliato da un'apposita autorità.

Domini tecnici[modifica | modifica wikitesto]

  • .geo: località geografiche generiche.
  • .mail: per facilitare la lotta allo spam.
  • .web: generico, alternativa a .com.
  • .app: per le applicazioni.

Domini destinati a settori specifici[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) GNSO policy work on new gTLDs, ICANN
  2. ^ (EN) Principi, raccomandazioni e linee guida di implementazione dei nuovi GTLD, ICANN, 22 ottobre 2008
  3. ^ a b (EN) Nuovo programma gTLD, ICANN
  4. ^ (EN) Evaluation Process Flow, ICANN, 18 febbraio 2009
  5. ^ (EN) Proposed Process for Geographical Name Applications, ICANN, 22 ottobre 2008
  6. ^ (DE) Die Initiative für .berlin. URL consultato il 31-3-2009.
  7. ^ (EN) On the internet, just like .de is for Germany and .fr is for France, we want .nyc to be for New York City.. URL consultato il 31-3-2009.
  8. ^ (EN) La campagna per il dominio .ker
  9. ^ Ulisse Vitali, L’ecologia in Rete con il dominio .eco in RSI, 23 marzo 2009. URL consultato il 31-3-2009.