Dominio di primo livello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Domini di primo livello)

Il dominio di primo livello, in inglese top-level domain abbreviato in TLD, è l'ultima parte del nome di dominio internet; è in altre parole la sigla alfanumerica che segue il 'punto' più a destra dell'URL; per esempio, l'indirizzo internet di Wikipedia è wikipedia.org e quindi la parte dell'indirizzo web che ricade all'interno del dominio di primo livello è: org.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

La Internet Assigned Numbers Authority (IANA) classifica attualmente i domini di primo livello in tre tipi differenti:

Pseudo-domini di primo livello[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio internet era solo una delle tante reti geografiche che esistevano. I computer connessi ad altre reti, come Bitnet, CSNET o UUCP quando si scambiavano dati, o e-mail, attraverso internet (usando appositi gateway) usavano degli indirizzi con pseudo domini, tipo bitnet, csnet o uucp; tuttavia questi non sono reali domini di primo livello e quindi non esistono nei server DNS. Ad oggi, di queste reti solo la UUCP è ancora usata, in minima parte, tutti gli altri computer usano i tradizionali domini internet.

La rete di comunicazioni anonime Tor ha uno pseudo dominio onion che è raggiungibile solo attraverso un client Tor.

Domini di primo livello riservati[modifica | modifica wikitesto]

La RFC 2606 riserva i seguenti quattro domini di primo livello per scopi specifici per evitare che siano di uso comune nella rete:

  • example: riservato agli esempi;
  • invalid: riservato all'uso nei domini palesemente invalidi;
  • localhost: riservato per evitare conflitti con l'uso tradizionale di localhost;
  • test: riservato ai test.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]