Danko

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il nome proprio di persona maschile, vedi Gordan.
Danko
Danko.jpg
Titolo originale Red Heat
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1988
Durata 106 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere azione, thriller, poliziesco
Regia Walter Hill
Soggetto Walter Hill
Sceneggiatura Walter Hill, Troy Kennedy-Martin, Harry Kleiner
Produttore Gordon Carroll, Walter Hill, Mae Woods
Produttore esecutivo Andrew G. Vajna, Mario Kassar
Casa di produzione Carolco Pictures, Lone Wolf Films, Oak Pictures
Fotografia Matthew F. Leonetti
Montaggio Donn Aron Carmel Davies Freeman A. Davies
Effetti speciali David Fletcher
Musiche James Horner
Scenografia John Vallone
Costumi Dan Moore
Trucco Jeff Dawn, Peter Tothpal
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Danko (Red Heat) è un film del 1988 diretto da Walter Hill.

Arnold Schwarzenegger e Jim Belushi interpretano due poliziotti, uno sovietico ed uno americano, che cercano di catturare un pericoloso criminale (Ed O'Ross).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Russia. Il capitano della polizia sovietica Ivan Danko cerca di catturare il feroce criminale georgiano Viktor "Rosta" Rostavili. L'ufficiale gli uccide il fratello e Viktor gli ammazza il collega, fuggendo poi in America.

Il criminale viene arrestato dalla polizia di Chicago ed il capitano Danko viene inviato dal Cremlino per procedere all'estradizione. Scortato dai colleghi americani Art Ridzik e Gallagher, al momento della partenza, i complici di Viktor riescono a farlo evadere, colpendo Gallagher. Sono le "Teste Lustre", un gruppo criminale che traffica droga e che per segno di distinzione usano radersi la testa. Viktor ha però perduto un'importante chiave, che Danko riesce a recuperare.

Subito rimessosi, Danko e Ridzik si mettono sulle tracce del georgiano. Incontrano Abdul Elijah, cieco criminale di colore che dal carcere dirige il crimine organizzato della città. Essendo il capo della banda alleata di Viktor, organizza loro un incontro con quest'ultimo. Seguendo Cathrine (moglie di Viktor solo per la cittadinanza) rintracciano il criminale, ma non riescono a catturarlo.

In un raid nell'albergo di Danko, Viktor recupera la chiave, e successivamente il capitano e Ridzik arrivano troppo tardi nell'ospedale dove riposa uno dei balordi che aveva partecipato alla fuga di Viktor. Travestito da infermiera, uno scagnozzo di Viktor infatti elimina il complice ferito, per timore che possa vuotare il sacco alla polizia su una grossa partita di droga in arrivo. Danko trova sul posto Cat, ma la lascia fuggire.

L'ultimo indizio rimasto ai due è la sigla sulla chiave, che scoprono essere di un armadietto di una stazione degli autobus, contenente il denaro per l'affare di Viktor con le Teste Lustre. Giunti sul luogo, i due agenti riescono a rintracciare Viktor e, dopo un inseguimento in autobus tra le strade della città, Danko ucciderà il criminale. Ritornerà in Russia augurando buona fortuna al suo collega Ridzik.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Quella di Danko è stata la prima troupe americana autorizzata a fare riprese a Mosca, sulla Piazza Rossa, dal periodo della Perestrojka.

Come indicazione per il suo ruolo, il regista Walter Hill consigliò ad Arnold Schwarzenegger di osservare l'interpretazione di Greta Garbo in Ninotchka.

Giudicando Arnold Schwarzenegger troppo muscoloso, Walter Hill gli consigliò di perdere dieci libbre (4,5 kg). A Jim Belushi, invece, chiese di guadagnarne dieci.

La pellicola è dedicata alla memoria di Bennie E. Dobbins, morto di infarto durante le riprese del combattimento sulla neve.

L'arma usata da Danko è una Podbyrin 9.2 mm: in realtà è un modello inesistente, creato modificando una Desert Eagle 357 Magnum.

Il film è uscito in USA il 17 giugno 1988.

Citazioni e riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Citazioni di altre opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Quando Ridzik e Danko discutono di pistole, il primo afferma la superiorità della 44 Magnum, poiché è l'arma utilizzata dall'ispettore Callaghan.
  • In un bar Rizdik indovina cosa desidera da bere Danko (un the con il limone) dicendo che sa questo perché ha visto il dottor Zivago.

Citazioni e parodie[modifica | modifica wikitesto]

  • Nell'episodio La ricevuta della prima stagione di La vita secondo Jim, il protagonista Jim (interpretato da James Belushi) racconta alla moglie che il loro lettore DVD si è rotto proprio mentre stava guardando Danko (aggiungendo, ironicamente, che il film è stato stroncato dalla critica e che meritava l'Oscar).

Tie-in[modifica | modifica wikitesto]

I diritti del film di Walter Hill vennero utilizzati nel 1989 dalla software house Special FX per sviluppare un omonimo videogioco di genere Picchiaduro a scorrimento, poi pubblicato dalla Ocean per Commodore 64 e Commodore Amiga; trattasi di un raro caso di picchiaduro a scorrimento orizzontale con visuale dei personaggi a mezza figura, ed il gioco in generale non ottenne critiche positive.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema