Carlo Carli (politico, 1945)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Carlo Carli (politico 1945))
on. Carlo Carli
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Camera dei deputati
Luogo nascita Pietrasanta
Data nascita 13 dicembre 1945
Titolo di studio Diploma di magistero d'arte
Professione docente
Partito PD
Legislatura XII, XIII, XIV
Gruppo Partito Democratico della Sinistra, Democratici di Sinistra
Coalizione Progressisti, L'Ulivo
Circoscrizione Toscana
Collegio 22-Viareggio
Pagina istituzionale

Carlo Carli (Pietrasanta, 13 dicembre 1945) è un politico italiano, esponente del Partito Democratico.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver conseguito il diploma di magistero d'arte a Firenze, svolge l'attività di docente a Forte dei Marmi. Successivamente si avvicina al mondo politico, militando inizialmente nel Partito Socialista Italiano e poi nei Democratici di Sinistra; è tra i soci fondatori del Partito Democratico. Oltre all'attività politica, si dedica alla pittura e alla promozione di mostre d'arte a Milano, Roma, Monteriggioni (Siena), Lucca, Firenze (Consiglio Regionale della Toscana), Bruxelles (Parlamento Europeo),San Pietroburgo (Accademia di Belle Arti),Archivio Centrale dello Stato-Roma.

Attività politica e amministrativa[modifica | modifica sorgente]

Iscrittosi al Partito Socialista Italiano nel 1970, Carli il 30 novembre 1992 viene eletto Segretario provinciale della Federazione del PSI di Lucca. Ricoprirà tale incarico fino allo scioglimento del PSI avvenuto nel novembre del 1994. Dal 1978 al 1988, prima con il sindaco Rolando Cecchi Pandolfini e poi con il sindaco Moreno Giovannini, ricopre l'incarico di assessore al comune di Pietrasanta. Dopo i profondi mutamenti che coinvolsero il quadro politico, nel 1994 partecipa alla Federazione Laburista e, da qui, ai Democratici di Sinistra. Nel 2000 è tra i promotori, in base allo statuto dei D.S., della costituzione dell'Associazione di Tendenza Politica e Culturale denominata "Per il Socialismo Liberale e Riformista". Dell'Associazione, che assumerà il nome di "SOCIALISTI LIBERALI", Carlo Carli diverrà Presidente e in qualità di delegato parteciperà al IV Congresso Nazionale dei DS che si terrà a Firenze nell'aprile 2007 schierandosi con Fassino, a favore della formazione del Partito Democratico. Eletto alla Camera dei deputati nelle elezioni politiche del 1994 nel collegio di Viareggio con il simbolo dei Progressisti, è riconfermato nel 1996 e nel 2001 come candidato de l'Ulivo.

Nella XIII legislatura (fino all'aprile del 2000) è stato vicepresidente della X Commissione Permanente (Attività produttive, Commercio e Turismo) della Camera dei Deputati; ha inoltre ricoperto l'incarico di sottosegretario ai Beni e Attivita Culturali nell'ambito del governo Amato II. Durante il Governo Prodi II, con il Ministro Vannino Chiti, ricopre l'incarico di Capo della Segreteria Tecnica del Ministro per i rapporti con il Parlamento e le riforme istituzionali. Il 12 maggio 2000, nella sede dell'Ambasciata italiana di Tokyo presenta, quale Sottosegretario al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la manifestazione "Italia in Giappone 2001".

Si è distinto, come primo firmatario, in alcuni provvedimenti legislativi, quali:

  • la legge che istituisce il Parco nazionale della pace di Sant'Anna di Stazzema (Legge 11 dicembre 2000 n. 381);
  • la legge che istituisce una Commissione parlamentare di inchiesta sulle cause dell'occultamento di fascicoli relativi a crimini nazifascisti (Legge 15 maggio 2003 n. 107);
  • la legge in materia di promozione della pratica della sport da parte di persone disabili (Legge 15 luglio 2003 . 189);

Con la proposta di legge (A.C. 967) d'iniziativa parlamentare presentata il 16 maggio 1996 ha concorso alla formazione della legge 20 maggio 1997 n.133 in nuove norme in materia di impresa artigiana con un unico socio.

Nella XIV legislatura è stato relatore di minoranza nella "Commissione parlamentare di inchiesta sulle cause dell'occultamento di fascicoli relativi a crimini nazifascisti". In tale veste, in data 24 gennaio 2006, ha presentato la relazione di minoranza (Doc. XXIII N. 18-bis)trasmessa alle Presidenze delle Camere il 9 febbraio 2006.

Carli si è impegnato inoltre nell'attività legislativa che riguardava i settori della cultura e del turismo. Con diverse proposte di legge e iniziative parlamentari presentate durante le tre legislature (XII, XIII, XIV) ha concorso alla valorizzazione del patrimonio musicale italiano e in particolare dell'opera di Giacomo Puccini. Il 23 settembre 2003 illustra alla Commissione Cultura della Camera dei Deputati, la propria proposta di legge (A.C. 4036) volta alla tutela e al riconoscimento del genere espressivo "Teatro Canzone" quale bene culturale. Nella stessa seduta illustra le figure di Giorgio Gaber, quale originale interprete di questa attività culturale e di spettacolo, e di Sandro Luporini, coautore dei testi.

Nel 2005 partecipa come candidato a sindaco alle elezioni amministrative a Pietrasanta, sostenuto dal centro-sinistra. Carli perde con il 40%, contro il 60% del candidato del centro-destra. Rimane comunque consigliere comunale e svolge attività politica a livello locale. Nel maggio 2010 il nuovo sindaco di Pietrasanta, Domenico Lombardi, nomina Carlo Carli Presidente della Fondazione Centro Arti Visive di Pietrasanta; ricoprirà tale incarico fino al 15 luglio 2013. Il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Francesco Profumo, con proprio decreto del 23 marzo 2012, lo nomina nel Consiglio di Amministrazione dell'Accademia di belle arti di Carrara.

Attività in campo artistico[modifica | modifica sorgente]

Il linguaggio figurativo (grafico e pittorico) e il messaggio di impegno sociale e civile è il carattere che costantemente negli anni si percepisce nell'osservare le opere di Carlo Carli. La prima partecipazione ad una mostra collettiva risale al 1971 nello storico Chiostro di San Salvatore a Pietrasanta. L'espressione artistica si manifesta con maggior maturazione nella mostra personale alla Galleria Giorgio Vasari di Arezzo nel 1975 dove la critica colloca la sua produzione nel "revival figurativo" di quegli anni. L'impegno politico, parlamentare e governativo impongono la sospensione dell'attività in campo artistico che sarà ripresa nel 2007. A partire dal 2009 Carlo Carli riprenderà la partecipazione a mostre collettive e personali. Tra queste si annoverano quelle a Bruxelles (2012) al Parlamento Europeo dal titolo "Migranti e storie diverse", San Pietroburgo (2013) nel Museo per la Ricerca Scientifica dell'Accademia Russa di Belle Arti dal titolo "Donne in mondi differenti"; nell'ambito delle celebrazioni per la Giornata Internazionale della Donna e con il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, nell'aula magna dell'Archivio Centrale dello Stato a Roma (2014)dal titolo "Dolcezza violata".

Sue opere sono collocate: Presidenza del Parlamento Europeo di Bruxelles; Camera dei Deputati-Roma; Mediateca del Consolato Generale d'Italia di San Pietroburgo; Museo per la Ricerca Scientifica dell'Accademia Russa di Belle Arti di San Pietroburgo; Museo Storico della Resistenza di Sant'Anna di Stazzema; collezione di arte contemporanea dell'Archivio Centrale dello Stato-Roma.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Cartoline al Deputato - L'esperienza politica di un parlamentare versiliese, a cura di Chiara Sacchetti, 2002
  • "Verità e giustizia sulle stragi nazifasciste". In appendice documenti relativi alla strage di Sant'Anna di Stazzema, 2002
  • Giorgio Gaber e il teatro canzone, 2004
  • Sant'Anna di Stazzema, dal parco della pace al processo; il mio impegno per la giustizia e la memoria, 2005
  • Donne divise e diverse donne simili e sole, 2009
  • Bellezza e mondi diversi- Catalogo esposizione presso Palazzo Fondazione Banca del Monte di Lucca - 27 novembre-12 dicembre 2010- Lucca 2010, Carlo Carli
  • Migranti", -Percorso grafico pittorico- Catalogo esposizione presso Palazzo Bastogi del Consiglio Regionale della Toscana- Firenze 29 settembre -8 ottobre 2011,Carlo Carli
  • "Migranti e Storie Diverse" - Catalogo esposizione al Parlamento Europeo-Bruxelles/17-21 settembre 2012, Carlo Carli
  • "Donne in Mondi Differenti" - Catalogo esposizione Accademia Belle Arti - San Pietroburgo / 8 maggio-2 giugno 2013, Carlo Carli
  • "Dolcezza violata" - Catalogo esposizione presso l'Archivio Centrale dello Stato - Roma 5-19 marzo 2014, Carlo Carli

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]