Bruno Tommaso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bruno Tommaso
Bruno Tommaso a Barga il 21 agosto 2006
Bruno Tommaso a Barga il 21 agosto 2006
Nazionalità Italia Italia
Genere Jazz
Periodo di attività 1969 – in attività
Strumento contrabbasso
Etichetta Splas(h), Ecm, Dodicilune, Fonit Cetra, PDU, Philology, Leo Records, Soul Note, Onyx, Il Manifesto, Enja, Siena Jazz ecc.
Album pubblicati 121

Bruno Tommaso (Roma, 20 novembre 1946) è un contrabbassista, compositore, arrangiatore, direttore d'orchestra e jazzista italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi[modifica | modifica sorgente]

Ha studiato presso il Conservatorio di Santa Cecilia con, tra gli altri, Salvatore Pitzianti, Giorgio Gaslini, Luciano Pelosi e Paolo Renosto. Dopo varie esperienze nell'ambito della musica medievale e rinascimentale come contrabbassista e violista da gamba, dopo il 1985 ha ristretto il proprio campo di azione alla musica Jazz, all'improvvisazione e alle musiche di confine con esibizioni live insieme a Roberto Laneri, Giancarlo Schiaffini e Mario Schiano. Ha fatto parte del Gruppo Romano Free Jazz, del quintetto Santucci Scoppa, del Modern Art Trio con Franco D'Andrea e Franco Tonani del trio di Martin Joseph, dei quartetti Fortuna e Guida Blu di Eugenio Colombo e del gruppo strumentale Bayres 87, e ha collaborato con Enrico Pieranunzi, Enrico Intra e Severino Gazzelloni.

La maturità[modifica | modifica sorgente]

Dopo le prime produzioni discografiche tra la fine degli anni '60 e gli anni '70 come Noi Canzonieri 1968, La Notte della Luna 1969 e Don Chisciotte 1971 con Gigi Proietti, sono arrivate le collaborazioni con artisti stranieri e, tra questi Michel Godard, Jon Christensen, Peter Erskine, Art Farmer, John Taylor, Daniel Humair, Lee Konitz e Richard Galliano.

È stato fra i fondatori della Scuola Popolare di Musica di Testaccio nel 1975, primo Presidente (1989-1990) dell'Associazione Nazionale Musicisti di Jazz e (1997-1998) dell'Associazione Italian Instabile Orchestra.

Ha diretto i "Sacred Concert" delle Suite Sinfoniche di Duke Ellington con i solisti Marco Fumo e Paolo Birro e realizzato, tra gli altri, gli arrangiamenti e la direzione dei progetti Rava, L'Opéra va e Rava Carmen con Enrico Rava, 6x30, Anche i Numeri Danno Poesia con il gruppo di Paolo Fresu e Orchestra Utopia, Sette Canzoni di Ettore Fioravanti, Around Small Fairy Tales di Gianluigi Trovesi e Oltre Napoli, la Notte con Maria Pia de Vito e Pino Minafra.

Ha condotto varie produzioni live interdisciplinari, alcune di esse prodotte anche a livello discografico, tra cui Nux Erat, Steamboat Bill Jr, Metropolis, Balla coi Suoni, Il Vento, Ulisse e l'Ombra, Il Diritto e il Rovescio, Tributo a Ferrè, La Conquista del Monte dei Cocci, In A Simmenthal Mood ispirato a Duke Ellington e The Man From The Moon ispirato a Louis Armstrong con musicisti, danzatori e voce recitante e, in collaborazione con il poeta Vittorino Curci, Lettere da Orsara. Ha diretto la Marche Jazz Orchestra dal 1980 al 2005, divenuta dal 1986 Associazione culturale con sede a Montecarotto e numerose formazioni orchestrali, tra le quali la Big Band della Civica Orchestra di Milano, la Parco della Musica Jazz Orchestra, l'Orchestra Jazz della Sardegna, l'Orchestra Sinfonica della Regione Lazio, l'Orchestra Sinfonica della Toscana, l'Orchestra Arturo Toscanini e la Rai Big Band. Nel 1989 ha diretto l'annuale Jazz Concerto della UER e nel 2003 la European Youth Jazz Orchestra.

Tiene corsi e seminari in tutta Italia, ad esempio presso la fondazione Siena Jazz e l'Ente Musicale di Nuoro; ha insegnato contrabbasso presso i Conservatori di Sassari, Parma e Pesaro, e Jazz al Conservatorio Santa Cecilia e in quello di San Pietro a Majella di Napoli [1]. Nel Settembre del 1977 è stato docente a Montecatini in uno dei primi seminari jazzistici italiani con Enrico Pieranunzi e Andrea Centazzo.

Attività attuali[modifica | modifica sorgente]

Dirige l'Orchestra del Concorso Internazionale di Arrangiamento e Composizione di Barga, la nuova East Coast Big Band di Riccione e il Bruno Tommaso Jazz Workshop nel progetto Original Soundtrack for "Charles and Mary" ispirato a Carlo Gesualdo Da Venosa; è infine docente di musica Jazz presso il Conservatorio Rossini di Pesaro.

Discografia (estratto)[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Discografia di Bruno Tommaso.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.discogs.com/Orchestra-Jazz-A-Majella-diretta-da-Bruno-Tommaso-Lettere-Da-Orsara/release/3180465
  2. ^ Ibidem

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Stefano Zenni, Storia del Jazz, Una prospettiva Globale, Viterbo, Stampa Alternativa / Nuovi Equilibri, 2012.ISBN 978-88-6222-184-9
  • Autori Vari, Previsioni del tempo (Forecast), Italian Instabile Orchestra (libro+Cd), Roma, Imprint - Profeta SaS, Ministero per i Beni e Attività Culturali, IM005, 2002.
  • voce "Tommaso, Bruno" in Le Garzantine: Musica, Milano, Garzanti, 2003, ISBN 88-11-50484-8.
  • Francesco Martinelli, Mario Schiano, Discography, Pontedera, Bandecchi & Vivaldi, 2000, ISBN 88-8341-008-4.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]