Atlantia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Atlantia Spa
Stato Italia Italia
Tipo Società per azioni
Borse valori Borsa Italiana: ATL
Fondazione 2002
Sede principale Roma
Gruppo Sintonia
Persone chiave
Settore trasporti
Prodotti concessioni autostradali
Fatturato Green Arrow Up.svg4.244 milioni (2013)
Risultato operativo Green Arrow Up.svg1.816 milioni (2013)
Utile netto Green Arrow Up.svg722 milioni (2013)
Dipendenti 14.220 (2013)
Sito web www.atlantia.it

Atlantia S.p.A. (già Autostrade S.p.A.) è una società per azioni italiana, costituita nel 2002 ed avente come attività quella di holding finanziaria dell'omonimo gruppo di società attive nella gestione in concessione di tratte autostradali. Il principale azionista è la famiglia Benetton.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini risalgono al 19 dicembre 1950 quando, nell'ambito dell'IRI, viene costituita la Società Concessioni e Costruzioni Autostrade p.A. con l'obiettivo di partecipare, insieme ad altri grandi gruppi industriali, alla ricostruzione post bellica dell'Italia. Nel 1956 viene firmata la prima convenzione tra ANAS e la società, che si impegnano a co-finanziare, costruire e gestire l'Autostrada del Sole tra Milano e Napoli, inaugurata nel 1964.

Nel 1982 viene acquisita da Italstat.

Nel 1987 Autostrade Concessioni e Costruzioni S.p.A. viene ammessa alla quotazione presso la Borsa Valori di Milano.

Nel 1991 diventa di proprietà di Iritecna e nel 1994 viene acquisita da Fintecna.

Nel 1999 la Società Autostrade viene privatizzata.

Nel corso del 2003, a seguito di una imponente riorganizzazione del gruppo, Società Autostrade Concessioni e Costruzioni S.p.A. conferisce le proprie attività a tre diverse società:

  • Autostrade per l'Italia S.p.A. riceve:
    • le attività svolte direttamente nel comparto autostradale in regime di concessione;
    • le partecipazioni nelle società attive nel settore autostradale;
    • le partecipazioni nelle altre società, avviate anche con partner, per lo sviluppo di nuove arterie autostradali in Italia;
    • le partecipazioni nelle società che svolgono attività di progettazione e di pavimentazione di supporto alle attività caratteristiche del comparto autostradale;
    • le partecipazioni in società ed enti operanti in attività comunque connesse alla gestione di strade e autostrade.
  • S.D.S. S.p.A. riceve le attività relative ai servizi amministrativi, alla gestione paghe, i servizi generali ed i servizi di gestione immobiliare.
  • TowerCo S.p.A. riceve le attività relative alla gestione dei cosiddetti servizi di Tower Management, con l'intento di offrire agli operatori di telefonia mobile infrastrutture per la copertura radio di autostrade, gallerie e aree urbane limitrofe.

Effettuata questa operazione Autostrade S.p.A., nata l'11 giugno 2002 con il nome Schematrentadue s.r.l. e trasformata in società per azioni il 6 dicembre 2002 con la denominazione NewCo28 S.p.A., incorpora la Società Autostrade Concessioni e Costruzioni S.p.A. e viene ammessa alla quotazione al posto della società incorporata.

Nei primi mesi del 2006 la società aveva varato un progetto di integrazione con il gruppo spagnolo Abertis, che prevedeva che la società Abertis avrebbe incorporato Autostrade S.p.A., con l'intento di creare un gruppo di primaria importanza a livello europeo.

Tuttavia il progetto ha incontrato la netta opposizione del Governo italiano, che di fatto ha in pugno le concessioni autostradali, sostanzialmente determinato dal fatto che nell'azionariato di Abertis è presente, con una quota di rilievo, un gruppo attivo nelle costruzioni stradali, il che avrebbe portato ad un conflitto di interessi.

A seguito della situazione venutasi a creare, le società interessate hanno al momento accantonato il progetto, anche se le stesse continuano ad affermare che esso non è stato abbandonato, ma soltanto rimandato in attesa di chiarire meglio la situazione.

Il 5 maggio 2007 il Consiglio di amministrazione ha approvato la variazione della denominazione della società in Atlantia S.p.A..

Nel 2011 il consorzio guidato da Autostrade per l’Italia si è aggiudicato la gara indetta dal Governo francese per il pedaggiamento satellitare per mezzi pesanti su circa 15.000 km della rete stradale nazionale francese.

Nel 2012 Atlantia ha consolidato la propria strategia di espansione internazionale attraverso la joint venture in Brasile con il gruppo Bertin per creare un polo titolare di oltre 1.500 chilometri di rete autostradale concentrata nell'area di San Paolo.

Nel corso del 2013 è stata portata a conclusione la fusione per incorporazione di Gemina S.p.A., azionista di maggioranza della società A.D.R. (Aeroporti di Roma) in Atlantia, con conseguente aggregazione di un secondo core business oltre a quello delle concessioni autostradali.

Principali azionisti[modifica | modifica wikitesto]

Dati Consob aggiornati al 29 maggio 2013.

Principali partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

Le partecipazioni indicate sono valutate nel bilancio al 31 dicembre 2006 circa 5.913 milioni di euro, di cui 5.797 milioni circa relativi alla sola Autostrade per l'Italia S.p.A.

Nota: La partecipazione in Stalexport S.A. è salita al 56,20%, prima con un aumento di capitale riservato il 27 luglio 2007 e poi con un'OPA (obbligatoria secondo le leggi polacche) chiusa il 27 agosto 2007.

Nel corso del 2008 alcune partecipazioni nel settore autostradale sono state conferite ad Autostrade per l'Italia.

Dati economici e finanziari[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2012 il gruppo Atlantia ha registrato ricavi per 4,03 miliardi di euro, Ebitda per 2,40 miliardi di euro e utili per 808 milioni di euro. Al 31 dicembre 2012 l'indebitamento finanziario netto è pari a 10,06 miliardi di euro, il patrimonio netto è di 5, 45 miliardi di euro mentre la capitalizzazione di borsa è pari a 9, 05 miliardi di euro.

5.000 km di autostrade a pedaggio gestite in Brasile, Cile, India, Italia e Polonia percorsi da oltre 5 milioni di clienti al giorno, 11.992 dipendenti, 1,6 miliardi di euro investiti nel 2012 nella costruzione di nuove tratte autostradali .


Fonte: Relazione finanziaria annuale 2012 [1]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Relazione finanziaria annuale 2012. [2]
  • Documento informativo relativo alla ristrutturazione del gruppo Autostrade, depositato presso la Consob e Borsa Italiana S.p.A. nel maggio 2003 [3]
  • Comunicazioni Consob sugli azionisti rilevanti e sugli organi amministrativi delle società quotate, reperibili sul sito Consob

Note[modifica | modifica wikitesto]


Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]