Antonio Monda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonio Monda (Velletri, 19 ottobre 1962) è uno scrittore italiano, docente presso la Tisch School of the Arts dell'Università di New York.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Antonio Monda è uno scrittore ed organizzatore culturale italiano che insegna presso il Film and Television Department della New York University e collabora a varie testate giornalistiche, tra le quali La Repubblica, Vogue e RAINews 24, dove tiene la rubrica "Central Park West". Ha vissuto i primi anni della propria vita a Cisterna di Latina, dove il padre era sindaco. La città di adozione è stata tuttavia Roma, dove ha vissuto sino al 1994, quando si è trasferito a New York, dove vive insieme alla moglie giamaicana, Jacqueline Greaves, e ai figli Ignazio, Caterina e Marilù, autrice della saga fantasy L’eredità dell’ombra (2012). È nipote, da parte materna, di Riccardo Misasi, uomo politico democristiano che è stato ministro della Pubblica Istruzione e del Mezzogiorno.

Il fratello Andrea Monda è autore di numerosi saggi sulla narrativa fantastica di J.R. Tolkien e C.S. Lewis, oltre che di Benedetta Umiltà, un saggio su Papa Benedetto XVI.

Ha scritto i romanzi Assoluzione e L’America non esiste e La casa sulla roccia. Il suo stile narrativo è semplice, diretto, e tenta di coniugare sempre la profondità dei temi trattati con la leggerezza dell’approccio. In entrambe le opere è evidente un interesse per temi etici e spirituali ed una costante riflessione sul senso ultimo dell’esistenza. Assoluzione, uscito nel 2008, è incentrato sul problema della presunzione d’innocenza e dell’etica del diritto. Ambientato a Napoli, racconta la storia del rapporto tra un maestro ed un allievo che finirà per tradirne gli insegnamenti e l’amicizia. L’America non esiste, uscito nel 2012, e vincitore del Premio Cortina d’Ampezzo, racconta le vicende di due giovani costretti ad emigrare in America nel 1951 in seguito alla tragica scomparsa dei genitori. Attraverso gli occhi dei protagonisti il romanzo racconta la scoperta dell’America in un momento pieno di luci ed ombre, nel quale New York diviene la capitale del mondo. Nel 2014 pubblica La casa sulla roccia, ambientato dieci anni dopo il romanzo precedente. Il libro è il secondo capitolo di un progetto di dieci romanzi, con personaggi ricorrenti, che comporranno una saga sull'America del novecento.

Oltre ai romanzi ha scritto la raccolta di racconti e immagini Nella città nuda (2013), i saggi La Magnifica Illusione, Viaggio nel cinema americano (2004), Tu Credi? (2006), Hanno preferito le tenebre (2010) e Lontano dai sogni (2011), un libro intervista con Ennio Morricone, e Il Paradiso dei lettori innamorati (2013), una raccolta di interviste a grandi scrittori sui loro film preferiti. Nel 2005, ha organizzato al Museum of Modern Art di New York, insieme a Mary Lea Bandy, una retrospettiva su cinema e spiritualità intitolata The Hidden God, in occasione della quale ha curato una antologia pubblicata dalla casa editrice del museo. I suoi libri sono tradotti in inglese, francese, spagnolo, olandese, portoghese, brasiliano, ebraico, giapponese, coreano e cinese.

La sua prima attività lavorativa è nel cinema, dove ha lavorato come assistente di Paolo e Vittorio Taviani ne La Notte di San Lorenzo (1981). Ha diretto numerosi documentari, tra i quali Oltre New York, viaggio nella cultura ebraica americana (1986), Stranieri in America (1987) ed il lungometraggio Dicembre, presentato al Festival di Venezia nel 1990.

All'arrivo negli Stati Uniti ha lavorato per cinque anni come super (una via di mezzo tra il portiere e l’uomo di fatica di un palazzo) presso uno stabile dell’Upper East Side. Inizia in quello stesso periodo la carriera universitaria, che lo porta a conseguire la tenure presso la New York University nel 2003. Ritorna al cinema recitando come comparsa per Wes Anderson ne Le avventure acquatiche di Steve Zissou (2005), e poi, co-producendo, con Davide Azzolini, Enzo Avitabile music life, diretto da Jonathan Demme. Il documentario viene presentato al Festival di Venezia del 2012.

Ha curato ed organizzato numerose mostre presso il Museum of Modern Art, il Solomon Guggenheim Museum, il Lincoln Center, il Museum of Moving Images. Tra le più significative, le retrospettive dedicate ad Ermanno Olmi (Lincoln Center 1998), Michael Cimino (Museum of Moving Images, 2001), i grandi direttori della fotografia (Guggenheim, 2001), Vittorio Gassman (Lincoln Center, 2002), Anna Magnani (MoMA, 2002), Federico Fellini (Guggenheim, 2003), il Neorealismo (Lincoln Center, 2010) e Dante Ferretti (MoMA, 2013). Insieme a Richard Pena e Giorgio Gosetti, ha creato nel 2000 Open Roads, New Italian Cinema, la più importante retrospettiva di cinema italiano organizzata in America. La serie si tiene ogni anno a giugno al Lincoln Center.

Nel 2004 ha creato, insieme a Mario Sesti, Viaggio nel cinema americano, organizzando e moderando, presso l’Auditorium di Roma, incontri con Francis Ford Coppola, Arthur Penn, Alexander Payne, Jane Fonda, Sydney Pollack, Joel ed Ethan Coen, Frances McDormand, David Lynch, Matt Dillon, Martin Scorsese, Wes Anderson, Sidney Lumet, Willem Dafoe, Jonathan Demme, Spike Lee, Sean Connery, Ellen Burstyn, Martin Landau, Lee Grant, Milos Forman, Terry Gilliam, Ethan Hawke, Michael Cimino, Jim Jarmusch, Terrence Malick, Tim Burton, John Turturro, James Ivory, Al Pacino, David Cronenberg, Richard Gere, John Landis, Meryl Streep, Jeremy Irons, Debra Winger, Christopher Walken e William Friedkin. Tra questi incontri, il più memorabile è certamente quello con Terrence Malick, che segna anche l’unica apparizione pubblica del leggendario regista.

Nel 2006 ha fondato insieme a Davide Azzolini, il festival letterario Le Conversazioni, di cui è Direttore Artistico. Il festival, che si tiene a cavallo tra giugno e Luglio a Capri, ha avuto, tra gli altri, ospiti quali Jonathan Franzen, Zadie Smith, Jeffrey Eugenides, Annie Proulx, Ian McEwan, David Sedaris, Paul Auster, Chuck Palahniuk, Jamaica Kincaid, Patrick McGrath, Nicole Krauss, Wole Soyinka, Salman Rushdie, Roberto Saviano, Martin Amis, Stephen Sondhein, Michael Chabon, Claudio Magris, Elizabeth Strout, E.L. Doctorow, Jonathan Safran Foer e David Foster Wallace. Dal 2009 Le Conversazioni ha cominciato ad ospitare eventi anche presso la Morgan Library di New York, con ospiti quali Renzo Piano, Mark Di Suvero, Gay Talese, Michael Cunningham, Paul Schrader, Ian Buruma, Daniel Libeskind e Marina Abramovic.

Insieme a Maurizio Molinari ha condotto per il TG5 la trasmissione di approfondimento televisivo Lettera da New York. In seguito ha iniziato a collaborare con il telegiornale de La7.

Il New York Times gli ha dedicato due lunghi ritratti: il primo, il 29 luglio 2007, a firma di Rachel Donadio[1], ed il secondo, il 22 settembre 2013, a firma di Sam Tanenhaus[2]. Entrambi ne hanno esaltato l'attività culturale, definendolo "un istituto di cultura raccolto in una sola persona" e "custode della gloria di New York".

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • La magnifica illusione, 2003 (rivisto e ampliato nel 2007)
  • Tu credi? Conversazioni su Dio e la religione, Fazi Editore, 2006 ISBN 88-8112-712-1
  • The Hidden God, 2005 MoMA
  • Assoluzione, Arnoldo Mondadori Editore, 2008. ISBN 88-04-57361-9
  • Hanno preferito le tenebre. Dodici storie del male, 2010 Arnoldo Mondadori Editore ISBN 978-88-04-56479-9
  • Lontano dai sogni, 2010 Arnoldo Mondadori editore (biografia di Ennio Morricone)
  • L'America non esiste, Mondadori, 2012
  • Il paradiso dei lettori innamorati, Mondadori, 2013
  • Nella città nuda, Rizzoli, 2013
  • La casa sulla roccia, Mondadori, 2014

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.nytimes.com/2007/07/29/books/review/Donadio-t.html
  2. ^ http://www.nytimes.com/2013/09/22/fashion/with-antonio-monda-its-dine-drink-discuss.html?pagewanted=all&_r=0

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 17501831