Richard Gere

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Richard Gere nel 2007

Richard Tiffany Gere (Filadelfia, 31 agosto 1949) è un attore statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Filadelfia in Pennsylvania da genitori d'origine anglo-irlandesi[1]: il padre, Homer George Gere, era un agente d'assicurazioni per la Nationwide Insurance Company e la madre, Doris Ann Tiffany, era una casalinga. Gere ha tre sorelle e un fratello. Animato da forte curiosità e da una volontà di ricerca si iscrive alla facoltà di filosofia dell'Università del Massachusetts, ma dopo poco tempo la abbandona per dedicarsi esclusivamente al teatro. Con il tempo la recitazione diventa un'attività a tempo pieno e Richard ha modo di sbarcare il lunario con piccole compagnie che, per quanto povere e malmesse, gli danno la preziosa opportunità di sperimentarsi al massimo e di imparare utili lezioni.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Gere inizia così la carriera di attore nel 1973, quando viene scritturato per la rappresentazione teatrale di Grease. Nel 1975 esordisce sul grande schermo con il film Rapporto al capo della polizia, mentre due anni dopo è magistrale nel delineare il ritratto di un giovane dissoluto in In cerca di Mr. Goodbar. Dopo i primi successi (I giorni del cielo, Una strada chiamata domani, Yankees). raggiunge la popolarità internazionale nel 1980, grazie all'ottimo American Gigolò, consacrandosi come il nuovo sex-symbol del cinema americano degli anni ottanta.

L'anno successivo, conquista definitivamente i cuori del pubblico femminile con il ruolo dell'affascinante Zack Mayo in Ufficiale e gentiluomo. Nei film successivi Gere continua ad interpretare il personaggio che ormai lo star-system gli aveva cucito addosso, rubacuori, inquieto, tormentato, che però non ha più convinto nelle pellicole successive, tutte poco fortunate al botteghino. La definitiva consacrazione arriva nel 1990 quando gira il romantico Pretty Woman, a fianco di Julia Roberts. Un anno dopo Akira Kurosawa lo sceglie per interpretare il cugino nippo-americano di Rapsodia in agosto, poi è stato il protagonista accanto a Jodie Foster di Sommersby (1993) e di Mr. Jones (1993) con Anne Bancroft.

I successi si sono susseguiti poi con Il primo cavaliere (1995), Schegge di paura (1996), L'angolo rosso - Colpevole fino a prova contraria (1998) e soprattutto con la commedia romantica Se scappi, ti sposo (1999), dove Gere tornerà a lavorare con il regista Garry Marshall. Ci vorrà però un regista del calibro di Robert Altman per donargli una performance (finalmente) ispirata ne Il dottor T e le donne (2000). Tra i film di maggior successo sono da ricordare il pluripremiato musical Chicago (2002, di Rob Marshall, soggetto di Bob Fosse, con Renée Zellweger e Catherine Zeta-Jones), grazie al quale vinse anche il Premio Golden Globe come migliore attore di musical/commedia nel 2003, e Shall We Dance (2004, con Susan Sarandon e Jennifer Lopez).

Nel 2008, è protagonista, al fianco di Diane Lane per la terza volta nella sua carriera, nel film romantico Come un uragano. Nel 2009 recita nei film Hachiko - Il tuo migliore amico, e Amelia, che racconta la vita e l'impresa di Amelia Earhart (interpretata da Hilary Swank).

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Nel 1991 sposa Cindy Crawford, da cui divorzia nel 1995. Nel 2002 sposa l'attrice Carey Lowell, dalla quale aveva avuto un figlio, Homer (2000). Nel settembre 2013, la coppia si separa. Inizialmente di religione cristiana, si è poi convertito al buddhismo[2] ed è in prima linea per cause civili come la lotta all'AIDS e i diritti umani nelle zone del Tibet. Sostiene da molti anni Survival International, l'organizzazione che difende i diritti umani dei popoli indigeni di tutto il mondo[3][4]. È vegetariano[5].

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Premi e candidature[modifica | modifica sorgente]

Doppiatori italiani[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Richard Gere è stato doppiato da:

  • Mario Cordova in Affari sporchi, Analisi finale, Sommersby, Schegge di paura, L'angolo rosso - Colpevole fino a prova contraria, The Jackal, Autumn in New York, Il dottor T e le donne, The Mothman Prophecies - Voci dall'ombra, Unfaithful - L'amore infedele, Shall We Dance?, Parole d'amore, Identikit di un delitto, Amelia, Hachiko - Il tuo migliore amico, Brooklyn's Finest, The Double, La frode, Comic Movie
  • Luigi La Monica in American Gigolo, Ufficiale e gentiluomo, King David, Power - Potere, Il grande gelo - Guerra al virus, Trappola d'amore, L'imbroglio - The Hoax, The Hunting Party, Come un uragano
  • Michele Gammino in Nessuna pietà, Gli irriducibili, Pretty Woman, Mr. Jones, Il primo cavaliere, Se scappi ti sposo
  • Massimo Giuliani in Rapporto al capo della polizia
  • Giancarlo Giannini in In cerca di Mr. Goodbar
  • Pino Colizzi in I giorni del cielo, Una strada chiamata domani
  • Angelo Nicotra in Yankees, Il console onorario
  • Claudio De Davide in All'ultimo respiro
  • Paolo Maria Scalondro in Cotton Club
  • Leslie La Penna in Rapsodia in agosto
  • Luca Ward in Chicago
  • Massimo Venturiello in Io non sono qui

Da doppiatore è sostituito da:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Richard Gere, mymovies.it.
  2. ^ (EN) Richard Gere: My Journey as a Buddhist, shambhalasun.com. URL consultato il 2 maggio 2013.
  3. ^ Survival International - Il movimento per i popoli indigeni
  4. ^ An appeal - Films from Survival International
  5. ^ Umberto Veronesi, Perché dobbiamo essere vegetariani, in Umberto Veronesi, Mario Pappagallo, Verso la scelta vegetariana, Giunti Editore, 2011, p. 8, ISBN 978-88-09-76687-7.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 46748186 LCCN: n86041334