Alberto I di Thurn und Taxis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alberto
Alberto, principe di Thurn und Taxis nel 1899
Alberto, principe di Thurn und Taxis nel 1899
Capo del Casato di Thurn und Taxis
Stemma
Predecessore Massimiliano Maria
Successore Francesco Giuseppe
Nome completo (DE) Albert Maria Joseph Maximilian Lamoral
Nascita Ratisbona, 8 maggio 1867
Morte Ratisbona, 22 gennaio 1952
Luogo di sepoltura Gruftkapelle, Abbazia di Sant'Emmerano, Ratisbona
Casa reale Thurn und Taxis
Padre Massimiliano Antonio, Principe Ereditario di Thurn und Taxis
Madre Duchessa Elena in Baviera
Consorte Arciduchessa Margherita Clementina d'Austria
Religione Cattolicesimo

Alberto Maria Giuseppe Massimiliano Lamoral, Principe di Thurn und Taxis,[1][2] (nome completo in tedesco: Albert Maria Joseph Maximilian Lamoral, Fürst von Thurn und Taxis[1][2]; Ratisbona Regno di Baviera[1][2], 8 maggio 1867Ratisbona Germania Ovest[1][2], 22 gennaio 1952), fu l'ottavo Principe di Thurn und Taxis e Capo del Casato Principesco di Thurn und Taxis dal 2 giugno 1885 fino alla sua morte il 22 gennaio 1952.[1].

Infanzia[modifica | modifica sorgente]

Alberto nacque a Ratisbona, come il più giovane dei due figli maschi di Massimiliano Antonio, Principe Ereditario di Thurn und Taxis (1831–1867) e della Duchessa Elena in Baviera (1834–1890).[1][2] Sua madre Elena era la sorella maggiore dell'imperatrice Elisabetta d'Austria e della regina Maria Sofia delle Due Sicilie

Suo padre morì quando lui aveva meno di due mesi, ed fu allevato da sua madre.

Alberto frequentò le università di Würzburg, Friburgo e Lipsia e studiò diritto, economia e storia dell'arte.

Successione[modifica | modifica sorgente]

Nel 1871 il nonno di Alberto, Massimiliano Carlo morì, e suo fratello maggiore Massimiliano Maria gli succedette come Principe. Massimiliano morì il 2 giugno 1885 e Alberto gli succedesse; sua madre mantenne la reggente fino al suo 21º compleanno nel 1888. L'8 maggio 1889 fu nominato Duca di Wörth e Donaustauf da Luitpold, Principe Reggente di Baviera. Il 30 novembre 1889 fu nominato cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro austriaco.

Matrimonio e figli[modifica | modifica sorgente]

Alberto e sua moglie, l' arciduchessa Margherita.

Il 15 luglio 1890, a Budapest, Alberto sposò l'Arciduchessa Margherita Clementina d'Austria (6 luglio 1870 – 2 maggio 1955), figlia dell'Arciduca Giuseppe Carlo d'Austria. Alberto e Margherita ebbero otto figli:[1][2]

Ultimi anni e morte[modifica | modifica sorgente]

Trattamenti di
Albert, Principe di Thurn und Taxis
Stemma
Trattamento di cortesia Sua Altezza Serenissima
Trattamento colloquiale Vostra Altezza Serenissima
Trattamento alternativo Sir
I trattamenti d'onore

Ha fondato nel 1919 un'associazione di cucina di emergenza per alleviare le sofferenze della popolazione nei mesi invernali, dopo la prima guerra mondiale. Dopo la seconda guerra mondiale, ha aperto tutti i castelli reali in ed intorno a Ratisbona per i numerosi rifugiati. Alberto fu anche un mecenate delle arti e sostenne le varie attività culturali a Ratisbona. Ha suonato il pianoforte e l'organo e praticato nei circoli privati come baritono.

Alberto era un avversario del nazismo. Ha fatto, anche se non una resistenza attiva, è stato costretto a guardare, l' arresto di suo figlio Carlo Augusto nell'agosto 1944 dalla Gestapo, a Landshut, dove rimase prigioniero fino al 1945. Il 15 luglio 1950 Alberto e Margherita di Thurn und Taxis celebrarono, con grande partecipazione dell'aristocrazia europea e la popolazione Ratisbona, le nozze di diamante.

Alberto morì il 22 gennaio 1952, all'età di 84 anni al castello di Ratisbona. Sua moglie Margherita, morì tre anni dopo, il 2 maggio 1955. Entrambi sono stati sepolti nella cripta della cappella dell' abbazia di St. Emmeram.

Titoli e trattamento[modifica | modifica sorgente]

  • 8 maggio 1867 – 10 novembre 1870: Sua Altezza Serenissima Principe Alberto di Thurn und Taxis
  • 10 novembre 1870 – 2 giugno 1885: Sua Altezza Serenissima Il Principe Ereditario di Thurn und Taxis
  • 2 giugno 1885 – 22 gennaio 1952: Sua Altezza Serenissima Il Principe di Thurn und Taxis

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Gran Maestro dell'Ordre de Parfaite Amitié - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordre de Parfaite Amitié
Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro

Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Alberto, VIII Principe di Thurn und Taxis Padre:
Massimiliano Antonio, Principe Ereditario di Thurn und Taxis
Nonno paterno:
Massimiliano Carlo, VI Principe di Thurn und Taxis
Bisnonno paterno:
Carlo Alessandro, V Principe di Thurn und Taxis
Trisnonno paterno:
Carlo Anselmo, IV Principe di Thurn und Taxis
Trisnonna paterna:
Duchessa Augusta di Württemberg
Bisnonna paterna:
Duchessa Teresa di Meclemburgo-Strelitz
Trisnonno paterno:
Carlo II, Granduca di Meclemburgo
Trisnonna paterna:
Principessa Federica d'Assia-Darmstadt
Nonna paterna:
Baronessa Guglielmina di Dörnberg
Bisnonno paterno:
Ernesto, Barone di Dörnberg
Trisnonno paterno:
Pandolphus Ferdinand, Barone di Dörnberg
Trisnonna paterna:
Caroline Dorothea von Löwenstein
Bisnonna paterna:
Wilhelmine Henriette Maximiliane von Glauburg
Trisnonno paterno:
Friedrich Maximilian von Glauburg
Trisnonna paterna:
Wilhelmine Auguste Caroline von Geismar
Madre:
Duchessa Elena in Baviera
Nonno materno:
Massimiliano Giuseppe in Baviera
Bisnonno materno:
Pio Augusto in Baviera
Trisnonno materno:
Guglielmo in Baviera
Trisnonna materna:
Maria Anna di Zweibrücken-Birkenfeld
Bisnonna materna:
Amalia Luisa di Arenberg
Trisnonno materno:
Louis-Marie, Duca di Arenberg
Trisnonna materna:
Marie Adélaïde Julie de Mailly
Nonna materna:
Ludovica di Baviera
Bisnonno materno:
Massimiliano I Giuseppe di Baviera
Trisnonno materno:
Federico Michele di Zweibrücken-Birkenfeld
Trisnonna materna:
Maria Francesca del Palatinato-Sulzbach
Bisnonna materna:
Carolina di Baden
Trisnonno materno:
Carlo Luigi di Baden
Trisnonna materna:
Amelia Frederica di Assia-Darmstadt

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g Darryl Lundy, Albrecht Maria Joseph VIII Fürst von Thurn und Taxis, thePeerage.com, 27 gennaio 2009. URL consultato il 21 giugno 2009.
  2. ^ a b c d e f Paul Theroff, THURN und TAXIS, Paul Theroff's Royal Genealogy Site. URL consultato il 21 giugno 2009.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Martin Dallmeier/Martha Schad: Das Fürstliche Haus Thurn und Taxis, Verlag Friedrich Pustet, Regensburg 1996.
Predecessore Principe di Thurn und Taxis Successore
Massimiliano Maria 1885-1918 Titolo soppresso
Predecessore Capo della Casata di Thurn und Taxis Successore
Massimiliano Maria 1918-1952 Francesco Giuseppe

Controllo di autorità VIAF: 122062926

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie