Erede presuntivo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un erede presuntivo è la persona che, in via provvisoria, erediterà un trono, un titolo nobiliare, o altra onorificenza ereditaria, ma la cui posizione può essere rimpiazzata (in termini legali, è "soggetto a dismissione") per la nascita di un erede o legittima ereditiera o di un nuovo erede presuntivo con una rivendicazione migliore per la posizione in questione. Quando, in caratteri minuscoli, "erede presuntivo" può riferirsi in generale a qualcuno che è provvisoriamente previsto per ereditare un titolo, posizione o possedimento, a meno che non sia rimpiazzato da un erede o un altro erede presuntivo nato più in alto nell'ordine di successione. In entrambi i casi, la posizione è tuttavia soggetta alla legge e/o convenzioni che possono alterare chi ha diritto a essere erede presuntivo.

Secondo le regole di successione dinastica, l'erede presuntivo potrebbe essere la figlia di un sovrano (se i maschi hanno la priorità sulle femmine e il sovrano non ha figli maschi), o il membro più anziano di una linea collaterale (se il sovrano non ha figli). Se nasce un legittimo erede, egli diventa il primo nella linea di successione, con tutti i suoi discendenti assumendo la priorità sull'erede presuntivo nella linea di successione. Nel caso in cui vi sia un legittimo erede, la persona più anziana in linea di successione che non è un diretto discendente maschio del monarca non è descritta come erede presuntivo.

Presenza contemporanea di più eredi presuntivi[modifica | modifica wikitesto]

Nella legge inglese dell'eredità, non vi è alcun'anzianità tra sorelle; dove non c'è figlio maschio per ereditare, qualsiasi numero di figlie femmine condividono egualmente il titolo di erede presuntivo. Pertanto alcuni titoli ereditari possono avere più ereditiere presuntive simultaneamente. Dal momento che il titolo non può essere detenuto da due persone contemporaneamente, due figlie femmine (senza un fratello) che ereditano in questa maniera sarebbero coeredi e, prima che ereditino, sono entrambe eredi presuntive. In queste circostanze, il titolo sarebbe, infatti, in stato di sospensione fino a quando una persona costituisce la pretesa di entrambi, o la pretesa è oggetto di rinuncia da parte di uno o dell'altro erede presuntivo per sé e suoi eredi, o la sospensione viene terminata dalla Corona. Ci sono speciali procedure per la gestione di casi dubbi o controversi.

Eredi presuntivi nel 2012[modifica | modifica wikitesto]

Esempi di eredi presuntivi che hanno ereditato troni[modifica | modifica wikitesto]

Esempi del passato di eredi presuntivi che non ereditarono troni[modifica | modifica wikitesto]

Esempio nei film[modifica | modifica wikitesto]

Nel film animato della Disney Il re leone, Scar è l'erede presuntivo delle Pride Lands, la sua eredità viene soppiantata dalla nascita di Simba, l'legittimo erede, innescando in tal modo l'intera trama del film.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giacomo non fu mai l'erede presuntivo di diritto, né riconosciuto dal Parlamento fin dopo la morte di Elisabetta. Una legge precedente, interpretata in modo restrittiva, lo avrebbe potuto escludere.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]