Fürst

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Le corone di un "Fürst" variano ampiamente, la forma più comune è presentata qui.

Fürst (ˈfʏʁst/ˈsinɡ.ted./; dall'Alto tedesco antico furisto, "primo", una traduzione dal latino princeps; plurale: Fürsten) è un titolo nobiliare tedesco, abitualmente tradotto in italiano come principe.

Il termine si riferisce al vertice di un principato e si distingue dal figlio di un monarca, al quale ci si riferisce come a un Prinz. In Italia si usa il termine principe per entrambi i concetti.

Uso del titolo in tedesco[modifica | modifica sorgente]

Il titolo Fürst (forma femminile, Fürstin, femminile plurale Fürstinnen) è utilizzato per i capi delle case principesche di origine tedesca. Nel Basso Medioevo si riferiva a qualsiasi vassallo del Sacro Romano Impero governante su un immediato Stato Imperiale. A meno che non sia titolare anche di un titolo più alto, come Duca o Re, esso sarà conosciuto o con la formula "Fürst von (di) + [provenienza geografica della dinastia]", o con la formula "Fürst zu (da) + [nome del territorio governato]". I due sono stati spesso combinati in von und zu (di e da), come in "...von und zu Liechtenstein"... " (di e dal Liechtenstein)".

Il rango del detentore del titolo non è determinato dal titolo stesso, ma dal suo grado di sovranità, il rango del suo signore, o dall'età della dinastia principesca (notare i termini Uradel (antica nobiltà), Briefadel (nuova nobiltà), altfürstliche, neufürstliche e vedere la nobiltà tedesca).

I governanti attuali del Principato del Liechtenstein portano il titolo di Fürst, e il titolo è usato anche in tedesco quando si fa riferimento ai principi regnanti del Principato di Monaco. I regnanti ereditari degli antichi principati della Bulgaria, Serbia, Montenegro, e Albania sono stati tutti definiti in tedesco Fürsten prima che poi assumessero il titolo di "Re" (tradotto in tedesco come König).

Altri usi in tedesco[modifica | modifica sorgente]

Fürst è usato più in generale in tedesco per riferirsi a qualsiasi governante, come un Re, un Duca, o un Fürst in senso stretto (cfr. Machiavelli, Il Principe). Prima del XII secolo, i conti sono stati inclusi in questo gruppo, in conformità con l'uso del titolo nel Sacro Romano Impero, e in alcuni contesti, il termine Fürst può estendersi a qualsiasi signore governante un territorio.

Il termine standardizzato del figlio di un Fürst in senso generale è indicato come Prinz (dal Latino: princeps; femminile Prinzessin), che quindi non è un rango nobile. In alcune famiglie i membri alcuni o tutti sono denominati Fürst/Fürstin (Carl Philipp von Wrede) o Herzog/Herzogin (Anhalt, Baviera, Meclemburgo, Oldenburg, Sassonia, e Württemberg).[1]

Fürst è anche un cognome tedesco, ungherese e/o ebreo (Ashkenazita).

Origini e affini[modifica | modifica sorgente]

La parola Fürst indica la testa (il "primo") di una casa regnante, o il capo di un ramo di un casato. Il "primo" deriva dal periodo degli antichi germani, quando il "primo" è stato il leader in battaglia.

Vari termini affini della parola Fürst esistono in altre lingue europee, utilizzato a volte solo per un governante principesco. Gli omologhi inglesi, francesi, italiani, spagnoli e ungheresi non esistono nel linguaggio, mentre lo sono in cecoslovacco ((kníže)), russo (князь), polacco (Książę) e bulgaro (княз). Le lingue scandinave hanno anche traduzioni dirette del termine (danese e norvegese: fyrste, svedese: furste, finnico: ruhtinas), anche le lingue basso-tedesca e olandese (vorst).

Nei regni franchi e poi nel Sacro Romano Impero sono stati i Fürsten i sovrani principi, dopo il re o imperatore. Kaiser significa un funzionario reale con una certa sovranità ereditaria su un dominio secolare e anche ecclesiastico.

Un derivato del latino Princeps (ironia della sorte, un titolo repubblicano nel diritto romano, che mai ha formalmente riconosciuto una valenza monarchica per il capo di stato esecutivo ma nominalmente ha mantenuto i consoli come magistrati collegiali) è utilizzato per la genealogia di un principe in alcune lingue (ad esempio, olandese e frisone, dove un governante è di solito chiamato vorst (frisone: foarst), ma un principe di sangue reale è sempre definito un prins (frisone: prins); e islandese dove fursti è un governante mentre un principe di sangue reale è un prins (in queste lingue non si usano lettere maiuscole nella scrittura dei titoli nobiliari, a meno che, naturalmente, si presentino come prima parola di una frase), mentre in altre lingue solo un termine derivato dal latino Princeps viene utilizzato indipendentemente per entrambi (per esempio, l'italiano utilizza principe per entrambi). In ogni caso può essere utilizzato il termine originale (tedesco o altro).

Principi dell'impero[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Principe del Sacro Romano Impero.

Facevano parte dell'Alta nobiltà tedesca (Hochadel) e si distinguevano in sovrani o meno. Quelli sovrani costituivano il "Collegio dei Principi", il secondo dei tre corpi elettorali che componevano il Reichstag del Sacro Romano Impero. I principi laici erano riuniti nel Banco secolare e il loro numero variava nel tempo. Il loro numero fu incrementato dalla metà del XVII secolo con la costituzione della sezione dei "Nuovi Principi". Vi erano ammessi solo i principi sovrani di feudi imperiali o, talvolta, titolari di signorie sovrane. Erano principi dell'impero anche i rappresentanti dell'alto clero tedesco che governavano come sovrani gli stati ecclesiastici (Arcivescovi, Vescovi, Preposti, Abati e Badesse dell'impero), i quali avevano la precedenza su tutti i principi laici.

Infine, vi erano i principi-conti che, pur elevati al rango di principe, non governavano principati ma solo contee o signorie sovrane. In questo caso erano ammessi solo in una delle quattro sezioni del collegio dei conti dell'impero (sempre parte integrante del collegio elettorale dei principi).

La dignità di "principe dell'Impero" poteva essere conferita a tutti i vassalli diretti dell'Imperatore, che di fatto erano quasi indipendenti, qualunque titolo nobiliare avessero: duca, principe elettore, conte palatino, margravio, langravio, burgravio, conte. Di questi feudi imperiali sopravvive ancora come stato indipendente il solo principato del Liechtenstein.

Dato che la maggior parte dei conti tedeschi e austriaci erano vassalli di uno dei principi dell'impero, di solito di un duca o di un principe elettore, il Congresso di Vienna volle distinguere i conti ex sovrani che erano principi dell'Impero da quelli che invece erano vassalli di un principe, così dette solo ai primi il titolo di principi. Sicché dal 1815 in Germania e Austria il titolo di principe divenne di rango inferiore a quello di duca e superiore a quello di conte.

Titoli derivati[modifica | modifica sorgente]

Diversi titoli sono derivati dal termine Fürst:

  • Landesfürst (Principe della terra) è un principe Capo di Stato di un Land (territorio), vale a dire non solo un principe titolare. Un Land è un territorio (entità geografica politica) con statualità (signoria feudale), con piena sovranità o no; in una unione personale (beni allodiali), il Monarca ha questi poteri in ciascuno degli stati, anche sotto titoli differenti, e infatti è spesso a capo di diverse tradizioni costituzionali, coordinate nel tempo o meno; così l'imperatore d'Austria degli Asburgo aveva un profilo istituzionale diverso in ogni Kronland ('terre della Corona', vale a dire il feudo statale, normalmente sotto un governo provinciale), la somma delle quali è quindi la denominazione imperiale completa.

Titoli e ranghi tedeschi[modifica | modifica sorgente]

Dopo Napoleone la Dieta tedesca riconoscerà ai capifamiglia di tale nobiltà ex-sovrana il predicato onorifico di "Altezza Serenissima" (Durlaucht) nel 1825 per i duchi, principi e principi-conti, e di "Altezza Illustrissima" (Erlaucht) nel 1829 per i capi delle antiche case di conti sovrani, includendovi anche coloro che avevano titoli onorifici in Austria.

Altri titoli riconosciuti furono quelli di "Hochgeboren" (di Illustre Nascita), "Wohlgeboren" (Benestante, Patrizio), "Erblaender" (Possidente Ereditario).

Titoli sovrani[modifica | modifica sorgente]

Titoli e territori
Titolo (Italiano) Titolo (Tedesco) Territorio (Italiano) Territorio (Tedesco)
Imperatore/Imperatrice Kaiser(in) Sacro Romano Impero Kaiserreich, Kaisertum
Re/Regina König(in) Regno Königreich
Elettore/Elettrice Kurfürst(in) Elettorato Kurfürstentum
Arciduca/Arciduchessa Erzherzog(in) Arciducato Erzherzogtum
Granduca/Granduchessa Großherzog(in) Granducato Großherzogtum
Duca/Duchessa Herzog(in) Ducato Herzogtum
Conte/Contessa Palatina Pfalzgraf/Pfalzgräfin Contea palatina Pfalzgrafschaft
Margravio/Margravia Markgraf/Markgräfin Marchesato, Marca Markgrafschaft
Langravio/Langravia Landgraf/Landgräfin Langraviato Landgrafschaft
Burgravio/Burgravia Burggraf/Burggräfin Burgraviato Burggrafschaft
Principe/Principessa Fürst(in) Principato Fürstentum
Conte/Contessa dell'Impero Reichsgraf/Reichsgräfin Contea Grafschaft
Altgravio/Altgravia Altgraf/Altgräfin Altgraviato Altgrafschaft
Barone/Baronessa dell'Impero Freiherr/Freifrau/Freiin Baronia, Signoria Herrschaft
Cavaliere/Cavaliera dell'Impero Reichsritter Cavalierato Ritterschaft

Titoli non regnanti[modifica | modifica sorgente]

Titoli per i membri minori delle famiglie nobili e reali tedesche
Titolo (Italiano) Titolo (Tedesco)
Principe/Principessa Ereditaria Kronprinz(essin)
Granduca/Granduchessa Großherzog(in)
Gran Principe/Gran Principessa Grossfürst(in)
Arciduca/Arciduchessa Erzherzog(in)
Principe/Principessa dell'Impero Prinz(essin)
Duca/Duchessa Herzog(in)
Principe/Principessa Fürst(in)
Marchese/Marchesa Markgraf/Markgräfin
Landgravio/Landgravia Landgraf/Landgräfin
Conte/Contessa dell'Impero Reichsgraf/Reichsgräfin
Conte/Contessa palatina Pfalzgraf/Pfalzgräfin
Burgravio/Burgravia Burggraf/Burggräfin
Altgravio/Altgravia Altgraf/Altgräfin
Conte/Contessa Graf/Gräfin
Barone/Baronessa Freiherr/Freifrau/Freiin
Signore Herr
Cavaliere (raggruppato ai nobili senza titolo specifico) Ritter
Nobile (raggruppato ai nobili senza titolo specifico) Edler/Edle
Giovane Signore (raggruppato ai nobili senza titolo specifico) Junker

Gli eredi di molti nobili sovrani avevano uno speciale titolo preceduto dal suffisso Erb-, che indicava la parola Ereditario, cioè in attesa del titolo alla morte del reggente.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ pages.prodigy.net/ptheroff/gotha/

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]