Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Tunisair

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tunisair
Logo
Tunisair.a320-200.ts-ime.arp.jpg
StatoTunisia Tunisia
Fondazione1948 a Tunisi
Sede principaleTunisi
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
Sito web
Compagnia aerea di bandiera
Codice IATATU
Codice ICAOTAR
Indicativo di chiamataTUNAIR
HubTunisi
Frequent flyerFidelys
Flotta35 (nel 2017)
Destinazioni101 [1]
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Tunisair (in lingua araba: الخطوط التونسية) è la compagnia aerea di bandiera della Tunisia, nonché principale compagnia aerea ed opera principalmente dall'Aeroporto Internazionale di Tunisi-Cartagine; è partecipata da Air France (5,58%)[2].

Tunisair è membro della Arab Air Carriers Organization (Organizzazione Araba dei Trasporti Aerei).

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

A gennaio 2017 la flotta della Tunisair risulta composta come segue:

Flotta di Tunisair
Aereo In Flotta Ordini Passeggeri Note
C Y Totale
Airbus A319-100 2 0 16 90 106
2 0 144 144
Airbus A320-200 17 0 162 162
Boeing 737-600 7 0 0 126 126
Airbus A330-200 2 0 24 236 260
Totale 32 0
Flotta di Tunisair Express
Aereo In Flotta Ordini Passeggeri Note
C Y Totale
ATR 72-500 2 0 0 70 70
Bombardier CRJ-900 1 0 0 88 88
Totale 3 0

Gli eventuali ordini non sono riportati poiché soggetti a frequenti variazioni e non sono quindi indicabili con sufficiente certezza[3].

L'età media della flotta Tunisair a luglio 2016 è di 15,1 anni[4], mentre quella di Tunisair Express è di 13,8 anni [5].

La compagnia adotta le norme europee JAR OPS 1 per le operazioni aeree, al suolo, cargo e formazione del personale. Tunisair ha ottenuto la Certificazione ISO 9001 Versione 2000 per l'insieme del suo perimetro operazionale a terra e in volo, utilizza inoltre la Certificazione PART 145 per la manutenzione aeronautica (PART 145 è la più recente versione delle norme europee in materia di manutenzione degli aeromobili) ed è accordata dall'EASA (l'Agenzia Europea per la Sicurezza Aerea).

Tunisair vola dall'Italia dal 1949.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Destinazioni Tunisair, su tunisair.com.
  2. ^ Bourse de Tunis - Société Tunisienne de l'Air -TUNISAIR, su bvmt.com.tn, 30 giugno 2009. URL consultato il 30 ottobre 2010 (archiviato dall'url originale il 18 gennaio 2012).
  3. ^ Tunisair cancella ordine per A350, su flightglobal.com.
  4. ^ Tunisair Fleet Details and History, su www.planespotters.net. URL consultato il 10 luglio 2016.
  5. ^ Tunisair Express Fleet Details and History, su www.planespotters.net. URL consultato il 10 luglio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]