Tonino Domenicali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tonino Domenicali
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada, Pista
Ritirato 1966
Carriera
Squadre di club
1957-1958Asborno-Fréjus
1959Fides
1960-1961Bianchi
1962-1963Ignis
1964-1966G.B.C.
Nazionale
1956 Italia Italia
Carriera da allenatore
1966-1967G.B.C.
Palmarès
Olympic flag.svg Giochi olimpici
Oro Melbourne 1956 Ins. sq.
Statistiche aggiornate al febbraio 2011

Tonino Domenicali (Serravalle, 18 febbraio 1936Berra, 4 luglio 2002) è stato un ciclista su strada, pistard e dirigente sportivo italiano. Professionista dal 1957 al 1966, fu campione olimpico nell'inseguimento a squadre ai Giochi di Melbourne 1956.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Trasferitosi con la famiglia a Milano nel 1945, iniziò la sua carriera ciclistica nel 1952, a 16 anni, vincendo il campionato lombardo su strada con la maglia della "Macallesi". Nel settore "allievi" vinse 32 corse su strada.

Nel 1954 passò alla squadra del Pedale Monzese e vinse la Coppa Adriana, valida per il campionato italiano di inseguimento a squadre. Passò quindi all'Aurora Desio nel 1956, con la quale vinse la medaglia d'oro "Emilio Gardiol" (velocità su pista), il campionato italiano di inseguimento a squadre su strada.[senza fonte]

Ai Giochi della XVI Olimpiade di Melbourne dello stesso anno, vinse la medaglia d'oro nell'inseguimento a squadre su pista con Leandro Faggin, Valentino Gasparella, Franco Gandini e Virginio Pizzali.

Passò quindi alla categoria dei professionisti, gareggiando dal 1957 al 1965 con diverse squadre (Asborno, Ignis, Bianchi e GBC).

Vinse sei corse[senza fonte] (tra cui il "Gran premio Faema" a Chignolo Po, valido come premondiale) e partecipò a tre edizioni del Giro d'Italia.

Nel 1960 stabilì il record dell'ora dietro moto leggere e nel 1963 vinse il campionato italiano Stayers[senza fonte].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Pista[modifica | modifica wikitesto]

Giochi olimpici, Inseguimento a squadre

Strada[modifica | modifica wikitesto]

Coppa Mostra del Tessile
Gran Premio Faema-Chignolo Po

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi giri[modifica | modifica wikitesto]

1958: ritirato (3ª tappa)
1960: 97º
1961: ritirato

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]