Tiopental sodico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Tiopental sodico
Sodium thiopental.svg
Sodium-thiopental-3D-vdW-2.png
Nome IUPAC
(RS)-5-etil-5-(2-metilpentil)-4,6-diosso- -1,4,5,6-tetraidropirimidina-2-tiolato di sodio
Nomi alternativi
Tiopentone, tiopentale, Pentothal, Sodio Pentothal
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C11H17N2NaO2S
Massa molecolare (u) 264,321 g/mol
Numero CAS 76-75-5
Numero EINECS 200-984-3
Codice ATC N05AF03
PubChem 3000714
DrugBank DB00599
SMILES CCCC(C)C1(C(=O)NC(=S)NC1=O)CC
Dati farmacocinetici
Emivita 20 minuti
Escrezione ?
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante
attenzione
Frasi H 302
Consigli P ---[1]

Il tiopental sodico (nome commerciale Pentothal Sodium) è un tiobarbiturico (un barbiturico con una sostituzione O-S) ad azione ipnotica utilizzato nell'induzione dell'anestesia generale. Viene utilizzato anche nell'induzione del coma artificiale e negli Stati Uniti è utilizzato, assieme al pancuronio e al cloruro di potassio, per praticare l'iniezione letale ai condannati a morte. Questa miscela di farmaci è utilizzata anche, in alcuni Paesi, nell'eutanasia umana.

È stato scoperto da Ernest H. Volwiler (22 agosto 1893 - 3 ottobre 1992) nel 1936.

Ha un'emivita molto breve, circa 20 minuti, però il periodo di latenza è brevissimo, poiché già durante l'iniezione il soggetto si addormenta.

Nella pratica anestesiologica corrente è sostituito quasi completamente dal propofol (nome commerciale "Diprivan"), meglio tollerato.

Il tiopental sodico è noto al grande pubblico con il nome di Pentothal, soprattutto grazie al cinema e alla televisione, per essere stato usato, a dosaggi subanestetici, come siero della verità: ad esempio, ne fanno grande uso nelle loro avventure immaginarie Diabolik e Agente 47.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 05.11.2012, riferita all'acido libero

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]