Pancuronio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Pancuronio
Pancuronium.svg
Pancuronium-3D-sticks.png
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C35H60N2O4+
Massa molecolare (u) 572,861
Numero CAS 16974-53-1
Codice ATC M03AC01
PubChem 441289
DrugBank DB01337
SMILES CC(=O)OC1CC2CCC3C(C2(CC1[N+]4(CCCCC4)C)C)CCC5(C3CC(C5OC(=O)C)[N+]6(CCCCC6)C)C
Indicazioni di sicurezza

Il pancuronio è un farmaco miorilassante, appartenente ai farmaci bloccanti neuromuscolari non depolarizzanti. Il nome commerciale è Pavulon. Il pancuronio è la seconda delle tre sostanze usate per l'iniezione letale negli Stati Uniti.

Uso clinico[modifica | modifica wikitesto]

Il farmaco viene usato in anestesia generale e in terapia intensiva per facilitare l'intubazione del paziente e per migliorare l'effetto dell'anestesia sul paziente. La modalità di somministrazione è per via iniettiva.

Controindicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Posologia[modifica | modifica wikitesto]

La somministrazione di pancuronio varia da paziente a paziente e anche dalla lunghezza dell'intervento e dal rischio che il farmaco possa interagire con altri farmaci creando effetti indesiderati. La linea guida per un'intubazione standard di anestesia di routine è di 0,08 - 0,1 mg/kg (di massa corporea) in 90 - 180 secondi dopo l'iniezione si ottengono condizioni adeguate per l'intubazione (non in pediatria). Per mantenere l'effetto del farmaco la dose che va amministrata è di 0,01 - 0,02 mg/kg ogni 75 - 100 minuti (non in pediatria). Dosi pediatriche sono di 0,01 - 0,02 mg/kg.

Effetti collaterali[modifica | modifica wikitesto]

Sintesi[modifica | modifica wikitesto]

Sintesi del bromuro di Pancuronio[1]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ W. R. Buckett, C. L. Hewett, D. S. Savage, Pancuronium bromide and other steroidal neuromuscular blocking agents containing acetylcholine fragments, in Journal of Medicinal Chemistry, vol. 16, nº 10, 1973, pp. 1116–1124, DOI:10.1021/jm00268a011.