The Cabinet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Cabinet
Immagine del tag team o della stable}
Membri Amy Weber
Danny Basham
Doug Basham
Gangrel
Jillian Hall
John "Bradshaw" Layfield (leader)
Orlando Jordan
Viscera
Debutto 5 agosto 2004
Scioglimento 26 maggio 2006
Federazioni WWE
Progetto Wrestling

Il Cabinet è stata una stable heel di wrestling attiva nella World Wrestling Entertainment (WWE) tra il 2004 ed il 2006, formata dal leader John "Bradshaw" Layfield, dai suoi seguaci Basham Brothers (Danny Basham e Doug Basham) ed Orlando Jordan e dalla diva Jillian Hall; per un breve periodo ne hanno fatto parte anche Gangrel, Viscera e la diva Amy Weber.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Tutto cominciò nell'estate del 2004, quando John Layfield, allora conosciuto come Bradshaw, acquisì la gimmick del magnate di Wall Street di origini texane, cambiando il suo ring-name in JBL (acronimo di John "Bradshaw" Layfield). Egli divenne subito uno dei wrestler di punta del roster di SmackDown! ed iniziò una faida con l'allora WWE Champion, Eddie Guerrero: i due si affrontarono prima a Judgment Day, in uno scontro sanguinolento vinto da Guerrero per squalifica, e poi in un Texas bullrope match a The Great American Bash, dove JBL riuscì a vincere il titolo in maniera controversa, grazie anche all'aiuto del General manager (GM) di SmackDown!, Kurt Angle. Due settimane dopo, a SmackDown!, mantenne le cintura nel rematch contro il messicano. Nel frattempo il texano entrò in competizione con Theodore Long, che era diventato il nuovo GM dello show blu, e si trovò così a difendere il WWE Championship dall'assalto di wrestler del calibro di Big Show, Booker T e The Undertaker.

Vista la forza dei suoi sfidanti, JBL formò una squadra, chiamata The Cabinet (Cabinet in inglese vuol dire Gabinetto di Stato), arruolando prima Orlando Jordan e poi il tag team formato da Danny Basham e Doug Basham (Basham Brothers), servendosi del loro aiuto per mantenere il WWE Championship. Inizialmente il Cabinet comprendeva anche la diva Amy Weber, che tuttavia venne licenziata (kayfabe) nel febbraio del 2005 per aver accidentalmente colpito JBL con un dardo soporifero. Anche Gangrel e Viscera fecero parte della stable per un breve periodo, aiutando il texano nel suo feud con The Undertaker.

Sotto la guida di John "Bradshaw" Layfield, il Cabinet detenne tre dei quattro titoli di SmackDown! nei primi mesi del 2005, sulla falsa riga di quanto accadde all'Evolution nel roster di Raw circa un anno prima: Orlando Jordan conquistò lo United States Championship contro John Cena, mentre Danny Basham e Dough Basham vinsero i WWE Tag Team Championship in un Fatal four-way tag team elimination match che includeva anche le coppie formate da Eddie Guerrero e Booker T, Luther Reigns e Mark Jindrak ed i campioni Rey Mysterio e Rob Van Dam. Il regno dei Basham Brothers si concluse però a No Way Out, quando vennero sconfitti da Eddie Guerrero e Rey Mysterio, mentre Orlando Jordan perse il suo titolo contro Chris Benoit a SummerSlam, in un match durato 25 secondi. Infine JBL venne sconfitto da John Cena a WrestleMania 21, lasciando così il WWE Championship al termine di un regno record di 280 giorni consecutivi. Dopo una rivincita tra i due, avvenuta a Judgment Day, JBL non riuscì più a riconquistare la cintura.

In seguito alla perdita del WWE Championship da parte di John "Bradshaw" Layfield, e la sua mancata riconquista, il Cabinet iniziò il suo lento declino: i Basham Brothers abbandonarono il gruppo il 16 giugno 2005, dicendo di essere stanchi dello sfruttamento a cui erano sottoposti da JBL; due settimane dopo il loro tag-team si sciolse forzatamente a causa del trasferimento di Danny Basham nel roster di Raw per effetto della draft-lottery. Con la perdita di tre dei suoi cinque componenti iniziali, il Cabinet sembrò ufficiosamente sciolto, ma all'inizio del 2006 JBL invitò la diva Jillian Hall a fargli da assistente nei suoi incontri. A WrestleMania 22 il texano iniziò un nuovo periodo di relativa ascesa, conquistando lo United States Championship contro Chris Benoit, tuttavia perse il titolo poche settimane dopo, in un match contro Bobby Lashley. Per questo motivo Jillian Hall e Orlando Jordan vennero licenziati (kayfabe) da JBL, che nel frattempo spostò le sue attenzioni sul World Heavyweight Championship, allora detenuto da Rey Mysterio, lottatore con cui aveva avuto degli attriti già in passato. I due si sfidarono a Judgement Day, ma fu il wrestler messicano ad avere la meglio. Il 26 maggio JBL chiese una rivincita a Mysterio, il quale glie la concesse alla sola condizione che in caso di sconfitta avrebbe dovuto abbandonare il roster di SmackDown!. Il match fu nuovamente vinto dall'atleta mascherato e JBL fu quindi costretto a lasciare lo show blu tra l'esultanza della folla. In realtà Layfield si era legittimamente infortunato alla schiena prima dell'incontro di Judgement Day e fu così orchestrata questa storyline per permettergli di recuperare dall'infortunio senza rendere pubblico il suo problema ai fan. Il texano continuò comunque a presenziare a SmackDown! nelle vesti di commentatore, in sostituzione di Tazz, che era passato alla rinata Extreme Championship Wrestling (ECW).

Sebbene John "Bradshaw" Layfield sia tornato a lottare nel 2007, non ha più manifestato il desiderio di ricostruirsi una sua squadra personale e da allora ha sempre agito come lupo solitario. Il 6 aprile 2009, la sera dopo WrestleMania XXV, ha annunciato il suo ritiro dal ring, ma ha continuato la sua carriera da commentatore.

Membri[modifica | modifica wikitesto]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling