Talamello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Talamello
comune
Talamello – Stemma Talamello – Bandiera
Talamello – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
ProvinciaProvincia di Rimini-Stemma.svg Rimini
Amministrazione
SindacoPasquale Novelli (lista civica) dal 27-5-2019
Territorio
Coordinate43°54′17.46″N 12°17′10.88″E / 43.90485°N 12.286356°E43.90485; 12.286356 (Talamello)
Altitudine386 m s.l.m.
Superficie10,59 km²
Abitanti1 058[1] (30-6-2022)
Densità99,91 ab./km²
FrazioniCa' Francescone, Ca' Fusino, Campiano, Cava, Collina
Comuni confinantiMaiolo, Novafeltria, Mercato Saraceno (FC), Sogliano al Rubicone (FC)
Altre informazioni
Cod. postale47867
Prefisso0541
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT099027
Cod. catastaleL034
TargaRN
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)[2]
Cl. climaticazona E, 2 384 GG[3]
Nome abitantitalamellesi
Patronosan Lorenzo
Giorno festivo10 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Talamello
Talamello
Talamello – Mappa
Posizione del comune di Talamello all'interno della provincia di Rimini
Sito istituzionale

Talamello (Talamèl in romagnolo) è un comune italiano di 1 058 abitanti[1] della provincia di Rimini in Emilia-Romagna. Urbanisticamente il borgo si sviluppa intorno alla piazza che con la chiesa e il municipio occupano la posizione sommitale. L'abitato è costituito di una parte alta che si sviluppa sulla piazza e sull'unica strada che lo attraversa e un'altra arroccata sulle ripide sponde del monte Pincio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Variazioni territoriali e amministrative delle Marche § 2009.

Il borgo è anteriore al sec. IX. Fu roccaforte dei Malatesta nella lotta contro i Montefeltro. Nei sec. XIV-XV fu sede dei vescovi del Montefeltro.[4] Nel 1490 nei mulini del comune ebbe inizio la produzione della polvere da sparo che andò avanti fino alla seconda metà del XX sec.[5]

Nel 1818 il comune viene scorporato dalla legazione di Forlì e assegnato a quella di Urbino e Pesaro. Nel 1827 conta, con Mercatino, 1.006 abitanti; gli sono annessi come appodiati Perticara, Sartiano, Secchiano, Torricella e Uffogliano con 1.582 abitanti complessivamente. Nel 1874 gli uffici comunali sono trasferiti da Talamello a Mercatino.

Nel 1910 Mercatino Marecchia (che prenderà poi il nome di Novafeltria) viene eretto a comune autonomo, incorporando parte del territorio del comune di Talamello.[6]

Il comune è appartenuto alle Marche (Pesaro e provincia di Pesaro e Urbino) dall'unità d'Italia fino al 2009, quando ne è stato distaccato congiuntamente ad altri sei comuni dell'Alta Valmarecchia in attuazione dell'esito di un referendum svolto nel 2006.[7]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[8]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
24 luglio 1985 24 giugno 1990 Antonio Monti Partito Comunista Italiano Sindaco [9]
24 giugno 1990 24 aprile 1995 Antonio Monti Partito Democratico della Sinistra, Partito Comunista Italiano Sindaco [9]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Primo Alessi Partito Democratico della Sinistra Sindaco [9]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Primo Alessi centro Sindaco [9]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Rolando Rossi centro-sinistra Sindaco [9]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Francesca Ugolini lista civica Sindaco [9]
26 maggio 2014 27 maggio 2019 Francesca Ugolini lista civica Per Talamello Sindaco [9]
27 maggio 2019 in carica Pasquale Novelli lista civica Tutti insieme per Talamello Sindaco [9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Bilancio demografico anno 2022 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Talamèllo | Sapere.it, su www.sapere.it. URL consultato l'11 agosto 2021.
  5. ^ Talamello | Emilia Romagna Turismo, su Emilia Romagna Turismo – Sito ufficiale di informazione turistica. URL consultato il 21 giugno 2022.
  6. ^ Comune di Novafeltria: Cenni storici città di Novafeltria, su web.archive.org, 24 dicembre 2008. URL consultato il 27 giugno 2022 (archiviato dall'url originale il 24 dicembre 2008).
  7. ^ il Resto del Carlino, "La Valmarecchia rimane in Romagna" La Consulta boccia, su il Resto del Carlino, 10 luglio 2010. URL consultato il 25 novembre 2021.
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  9. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN137668955 · WorldCat Identities (ENlccn-nr2002015893