Sue Bird

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sue Bird
Bird-20180912.jpg
Sue Bird con la maglia delle Seattle Storm
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 175 cm
Peso 68 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Playmaker
Squadra No flag.svg Free agent
Carriera
Giovanili
Syosset High School
Christ The King High School
1998-2002UConn Huskies
Squadre di club
2002-2012Seattle Storm353
2003Springfield Spirit19
2004-2006Dinamo Mosca
2006-2010Spartak Mosca
2011Spartak Mosca
2011-2014UMMC Ekaterinburg
2014-2018Seattle Storm155
Nazionale
2004-Stati Uniti Stati Uniti
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Oro Atene 2004
Oro Pechino 2008
Oro Londra 2012
Oro Rio de Janeiro 2016
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Oro Cina 2002
Bronzo Brasile 2006
Oro Repubblica Ceca 2010
Oro Turchia 2014
Oro Spagna 2018
Transparent.png Campionati americani
Oro Cile 2007
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 22 maggio 2019

Suzanne Brigit "Sue" Bird (New York, 16 ottobre 1980) è una cestista statunitense con cittadinanza israeliana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sue Bird nasce a Syosset, nella Contea di Nassau dello stato di New York. Suo padre, Herschel Bird, è un ebreo di origine russa: agli inizi del Novecento, infatti, i nonni paterni di Sue si trasferirono negli Stati Uniti dalla Russia: il cognome originale era Boorda, ma una volta giunti a Ellis Island, fu semplificato in Bird[1]. Bird ha perciò anche la cittadinanza israeliana[2] (a partire dal 2006), ma nelle competizioni internazionali ha sempre giocato con la maglia della nazionale statunitense. Ha dichiarato di essersi appassionata allo sport sin da bambina, influenzata dalla sorella maggiore Jen[3].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

WNBA (2002 - )[modifica | modifica wikitesto]

Bird durante la stagione WNBA 2015

Bird è stata la prima scelta assoluta del draft WNBA 2002, selezionata da Seattle Storm. Nella sua prima stagione in WNBA, Bird gioca 32 partite, mantenendo una media di 14,4 punti a partita: il 9 agosto 2002 mette a referto 33 punti contro Portland Fire, stabilendo il suo massimo in carriera. Il 15 luglio 2002 partecipa, insieme alla compagna di squadra Lauren Jackson, all'All-Star Game di Washington, partendo come titolare nel quintetto della Western Conference. Trascina la squadra, per la prima volta nella storia della franchigia, ai playoffs. Tuttavia, Seattle viene eliminata al primo turno da Los Angeles Sparks, che a fine stagione si aggiudica il titolo. Conclude la stagione arrivando seconda, dietro solo a Tamika Catchings, al premio di Rookie of the Year; inoltre, è una delle due rookies a essere nominata giocatrice del primo quintetto WNBA (All-WNBA First Team).

Nella stagione 2004, le Storm selezionano Betty Lennox: per la prima volta nella loro storia riescono a raggiungere le finali WNBA e a vincere il titolo WNBA. Bird diventa, così, l'undicesima giocatrice a ricevere la medaglia d'oro olimpica (4 volte consecutivamente dalle Olimpiadi di Atene del 2004 fino a Rio 2016) e a vincere sia il campionato NCAA (2 volte, nel 2000 e nel 2002) sia il titolo WNBA (3 volte, nel 2004, nel 2010 e infine nel 2018).

Il 7 giugno 2005 sul campo di Connecticut Sun si infortuna al naso ed è costretta a saltare 4 gare di regular season. Il 23 luglio, in una partita con Detroit Shock vinta 73-71, dispensa il suo 700° assist e chiude per la prima volta in carriera una stagione in WNBA con la migliore media di assists a partita (5,9). Le Storm si qualificano alla post-season ma escono al primo turno dopo 3 partite contro Houston Comets.

Il 1º luglio 2006 in una partita con Minnesota Lynx mette a referto 14 assist e realizza il suo massimo in carriera.

Durante la stagione 2012, Bird si infortuna al ginocchio sinistro: chiude la regular season con 29 gare e ne gioca 3 nei playoffs, uscendo al primo turno contro Minnesota. A causa di un'operazione al ginocchio sostenuta il 9 maggio, è costretta a saltare l'intera stagione 2013[4].

Bird ritorna a giocare in WNBA nel 2014, mantenendo una media di 10,6 punti e 4,6 assist nelle 33 partite che disputa; tuttavia, non riesce ad avanzare ai playoffs: le Storm, infatti, chiudono all'ultimo posto in classifica con sole 12 vittorie nell'arco della stagione a fronte di 34 partite.

Off-season[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2004-2005, gioca nel campionato russo per la Dinamo Mosca insieme alla compagna di squadra alle Storm Kamila Vodichkova. L'anno successivo torna a giocare con la squadra russa, riuscendo a raggiungere i playoffs di Eurolega.

Dal 2006 al 2010 gioca per lo Spartak Mosca e conquista due campionati russi e quattro edizioni dell'Eurolega.

Dal 2011 al 2014, Bird gioca per UMMC Ekaterinburg e per tre anni consecutivi riesce a vincere il campionato.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Massimo di punti: 33 vs Portland Fire (9 agosto 2002)
  • Massimo di rimbalzi: 8 (6 volte)
  • Massimo di assist: 14 vs Minnesota Lynx (1 luglio 2006)
  • Massimo di palle rubate: 7 vs Los Angeles Sparks (21 maggio 2006)
  • Massimo di stoppate: 2 (5 volte)

Dati aggiornati il 31 dicembre 2018

Regular season[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campion. Partite Statistiche tiro Altre statistiche
Pres. Titol. Minuti Tiri da 2 Tiri da 3 Liberi Rimb. Assist Rubate Stopp. Punti
2002 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 32 32 1121 151/375 57/142 102/112 83 191 55 3 461
2003 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 34 34 1136 155/368 49/140 61/69 113 221 48 1 420
2004 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 34 34 1136 151/326 64/146 73/85 106 184 51 5 439
2005 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 30 30 1020 130/294 45/103 59/69 72 176 29 6 364
2006 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 34 34 1066 137/333 56/153 59/68 102 162 61 5 389
2007 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 29 29 919 118/276 45/133 22/26 57 143 43 8 303
2008 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 33 33 1111 172/390 47/137 74/85 84 169 39 3 465
2009 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 31 31 1101 154/377 54/150 35/41 78 179 47 3 397
2010 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 33 33 1005 135/311 59/148 36/42 88 190 50 5 365
2011 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 34 34 1123 183/408 71/166 63/72 99 165 48 6 500
2012 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 29 29 898 133/290 53/138 36/46 83 155 26 3 355
2014 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 33 33 963 129/334 39/113 54/65 72 133 26 1 351
2015 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 27 27 773 107/279 25/83 39/49 63 147 24 2 278
2016 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 34 34 1076 160/356 72/162 44/56 97 196 34 6 436
2017 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 30 30 901 117/274 59/150 24/31 60 199 36 3 317
2018 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 31 31 824 115/247 60/134 24/29 54 221 35 2 314
Totale carriera 508 508 16171 2247/5238
42,9%
855/2198
38,9%
805/945
85,2%
1311 2831 652 62 6154
Nota: per la NBA, la WNBA e la NCAA, la colonna "Tiri da 2" comprende la somma dei tiri dal campo (tiri da 2 + tiri da 3).

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campion. Partite Statistiche tiro Altre statistiche
Pres. Titol. Minuti Tiri da 2 Tiri da 3 Liberi Rimb. Assist Rubate Stopp. Punti
2002 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 2 2 73 9/22 3/11 7/7 0 12 5 0 28
2004 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 8 8 233 23/61 6/20 16/21 26 42 12 0 68
2005 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 3 3 103 9/33 2/15 7/8 5 13 3 0 27
2006 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 3 3 106 13/36 7/21 5/8 8 10 1 2 38
2007 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 2 2 71 11/24 7/12 4/4 4 10 4 0 33
2008 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 3 3 111 23/50 5/17 8/8 7 9 4 0 59
2009 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 3 3 109 11/33 5/12 7/8 11 12 4 0 34
2010 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 7 7 259 32/83 11/33 10/13 29 54 12 3 85
2011 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 3 3 101 16/36 9/18 6/7 12 8 3 0 47
2012 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 3 3 102 18/41 8/16 5/6 5 21 5 2 49
2016 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 1 1 34 5/14 2/6 0/0 5 7 3 0 12
2017 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 1 1 31 4/9 1/3 1/1 2 5 0 0 10
2018 Stati Uniti Seattle Storm WNBA 8 8 227 29/75 16/44 6/8 22 55 6 2 80
Totale carriera 47 47 1560 203/517
38,3%
82/228
36,0%
82/99
82,8%
136 258 62 9 570
Nota: per la NBA, la WNBA e la NCAA, la colonna "Tiri da 2" comprende la somma dei tiri dal campo (tiri da 2 + tiri da 3).

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Squadra[modifica | modifica wikitesto]

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • 5 volte All-WNBA First Team (2002, 2003, 2004, 2005, 2016)
  • 3 volte All-WNBA Second Team (2008, 2010, 2011)
  • 3 volte migliore passatrice WNBA (2005, 2009, 2016)
  • Migliore tiratrice di liberi WNBA (2002)
  • Miglior passatrice NWBL (2003)
  • Con 2600 assist il 1º settembre 2017 supera Ticha Penicheiro e diventa l'all time assist-leader WNBA

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ WNBA.com: Sue Bird: From Russia With Love 4, su web.archive.org, 14 agosto 2012. URL consultato il 13 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 14 agosto 2012).
  2. ^ ESPN.com - E-ticket: Rolling in Rubles, su www.espn.com. URL consultato il 13 aprile 2019.
  3. ^ (EN) UCONN Hoop Legends, su uconnhooplegends.com.
  4. ^ (EN) Storm's Bird optimistic after knee surgery, su ESPN.com, 25 maggio 2013. URL consultato il 13 aprile 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN72897451 · ISNI (EN0000 0000 2767 1526 · LCCN (ENn87100024 · WorldCat Identities (ENn87-100024