Sivasspor Kulübü

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sivasspor
Calcio Football pictogram.svg
Yiğidolar (Persone coraggiose)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali Rosso e Bianco con stelle.svg Rosso e bianco
Dati societari
Città Sivas
Nazione Turchia Turchia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Turkey.svg TFF
Campionato Süper Lig
Fondazione 1967
Presidente Turchia Mecnun Otyakmaz
Allenatore Turchia Tamer Tuna
Stadio Sivas 4 Eylül Stadyumu
(16.000 posti)
Sito web www.sivasspor.org.tr
Palmarès
Trofei nazionali
Si invita a seguire il modello di voce

Il Sivasspor Kulübü, chiamato comunemente solo Sivasspor, è una società calcistica con sede a Sivas, in Turchia. Milita attualmente nella Süper Lig, la massima serie del campionato turco di calcio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondato il 14 maggio 1932 a Sivas con il nome di Sivas Gençlik, adottò divisa biancorossa e calzoncini bianchi. Iniziò a livello dilettantistico, prima di essere ammesso al professionismo. A metà degli anni '60 il Sivas Gençlik si fuse con lo Yolspor e il Kızılırmak nella speranza che per il nuovo sodalizio si aprissero le porte dei campionati professionistici, ma così non fu[1].

Dopo vari boicottaggi, il 1º luglio 1967 al Sivasspor fu concesso di praticare il calcio a livello professionistico[1]. Il Sivasspor iniziò dalla seconda serie, "gruppo bianco"[2]. A causa dell'elevato numero di club costituitisi in quel periodo, la federcalcio turca decise di istituire una terza serie. Il Sivasspor fu ammesso alla seconda serie insieme a Afyonspor, Balıkesirspor, Giresunspor, Kastamonuspor, Malatyaspor, Orduspor, Uşakspor e Taksim GK[2]. All'esordio nel professionismo il Sivasspor si piazzò 16° nel suo gruppo, salvandosi dalla retrocessione per quattro punti, e sempre nella parte bassa della classifica l'anno dopo[2][3]. Sfiorò la promozione in prima serie nel 1971-1972 e nel 1972-1973, piazzandosi secondo, rispettivamente dietro a Şekerspor prima e Adana Demirspor poi.

Il 17 settembre 1967, in un match di terza serie tra Sivasspor e Kayseri Erciyesspor (all'epoca Kayserispor) giocato allo Stadio Kayseri Atatürk, si verificò la più grande tragedia del calcio turco. Incidenti tra tifosi causarono 43 morti e 300 feriti, per lo più sostenitori del Sivasspor, periti nella calca originatasi dopo gli scontri con i sostenitori del Kayserispor[4]. Il match fu dichiarato terminato con il punteggio di 1-0 in favore del Kayserispor. Dopo la tragedia il Kayseri Erciyesspor e il Sivasspor hanno giocato in due gruppi diversi di seconda serie sino al 1990-1991, stagione in cui le due squadre si riconciliarono e militarono nel quarto gruppo della terza serie, oggi TFF Second League.

Il Sivasspor militò nei campionati inferiori fino al 2004-2005, stagione in cui vinse il campionato di seconda serie, accedendo così in massima divisione[2]. All'esordio in Süper Lig si piazzò ottavo con 43 punti (frutto di 10 vittorie, 13 pareggi, 11 sconfitte), sotto la guida del tecnico Werner Lorant, che conseguì alcune vittorie di prestigio contro Beşiktaş e Gençlerbirliği. Dopo la salvezza dell'anno seguente, nel 2007-2008 il club si piazzò quarto, sfavorito rispetto alla seconda e alla terza in graduatoria (che erano a pari punti) solo dalla differenza reti[2]. Il Sivasspor ebbe in mano la vittoria del titolo fino alla penultima giornata, quando fu sconfitto per 5-3 dai futuri campioni del Galatasaray. Il 2008-2009 vide la squadra piazzarsi seconda dopo aver condotto la classifica per molte giornate. Con la sconfitta all'ultima giornata contro il Beşiktaş il Sivasspor chiuse a cinque punti dalla squadra di Istanbul, che si laureò campione.

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 10 luglio 2018[5][6].

N. Ruolo Giocatore
1 Turchia P Ali Şaşal Vural
2 Costa d'Avorio A Arouna Koné
4 Russia D Vitalij D'jakov
6 Svezia D Mattias Bjärsmyr
8 Turchia C Mert Hakan Yandaş
9 Turchia A Muhammet Demir
14 Rep. del Congo A Thievy Bifouma
15 Turchia P Tolgahan Acar
16 Turchia D İbrahim İşçi
17 Turchia D Hakan Bilgiç
18 Brasile C Auremir
22 Senegal C Henri Saivet
N. Ruolo Giocatore
23 Ucraina C Serhiy Rybalka
28 Turchia C Muhammed Furkan Işık
37 Turchia C Hakan Arslan
44 Romania D Paul Papp
54 Turchia C Emre Kılınç
58 Turchia D Ziya Erdal
70 Brasile A Robinho
85 Algeria D Carl Medjani
88 Rep. del Congo C Delvin N'Dinga
90 Costa d'Avorio A Gohi Bi Cyriac
93 Uruguay P Sergio Rochet

Stagioni passate[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

2005-2006
1998-1999

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo posto: 2008-2009
Semifinalista: 2008-2009, 2012-2013, 2014-2015
Finalista: 2008

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio