Serpens (esogeologia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Serpens (plurale: serpentes) è un termine latino, dal significato originario di "serpente", utilizzato nell'ambito dell'esogeologia per indicare una caratteristica superficiale in cui si susseguano con andamento sinuoso tratti con altezza positiva e tratti con altezza negativa rispetto al territorio circostante.[1]

Da un punto di vista geologico si ritiene che questo tipo di formazione sia stato il fondo di un fiume o di un canale lavico in cui si sono verificati fenomeni di erosione o cementificazione differenziati.[2][3]

L'unica struttura finora ufficialmente classificata come serpens è l'Aeolis Serpens su Marte.[4][5][6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Descriptor Terms (Feature Types) - Gazetteer of Planetary Nomenclature - International Astronomical Union (IAU) Working Group for Planetary System Nomenclature (WGPSN)
  2. ^ (EN) Serpens, [Serpentes] - Rebecca Williams - Encyclopedia of Planetary Landforms - capitolo 255 - DOI 10.1007/978-1-4614-9213-9
  3. ^ (EN) The Martian ‘Serpens’ – a new landform type on Mars - International Cartographic Association (ICA) Commission on Planetary Cartography - 7 agosto 2012
  4. ^ Dati aggiornati al 15 dicembre 2015.
  5. ^ Query sul database delle denominazioni IAU
  6. ^ (EN) Three New Names Approved for Martian Features - IAU - 27 agosto 2012