S'il suffisait d'aimer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
S'il suffisait d'aimer
ArtistaCéline Dion
Tipo albumStudio
Pubblicazione7 settembre 1998
Durata51:46
Dischi1
Tracce12
GenerePop
Pop rock
EtichettaColumbia, Epic
ProduttoreJean-Jacques Goldman, Erick Benzi
Certificazioni
Dischi d'argentoPortogallo Portogallo[1]
Dischi d'oroAustria Austria[2]
Paesi Bassi Paesi Bassi[3]
Polonia Polonia[4]
Regno Unito Regno Unito[5]
Dischi di platinoBelgio Belgio[6]
(Vendite: 20.000+)
Canada Canada (4)[7]
(Vendite: 400.000+)
Unione europea Europa (2)[8]
(Vendite: 2.000.000+)
Svizzera Svizzera (2)[9]
(Vendite: 60.000+)
Dischi di diamanteFrancia Francia[10]
(Vendite: 1.492.000+)
Céline Dion - cronologia
Album precedente
(1997)
Album successivo
(1998)
Singoli
  1. Zora sourit
    Pubblicato: 14 settembre 1998
  2. S'il suffisait d'aimer
    Pubblicato: 23 novembre 1998
  3. On ne change pas
    Pubblicato: 1 marzo 1999
  4. En attendant ses pas
    Pubblicato: 5 luglio 1999
  5. Je crois toi
    Pubblicato: 5 luglio 1999

S'il suffisait d'aimer è un album della cantante canadese Céline Dion, pubblicato il 7 settembre 1998. È il suo 19º album in francese e il 24° in totale. S'il suffisait d'aimer è il secondo album in lingua francese più venduto di tutti i tempi, dopo D'eux (1995) della stessa Dion.

Contenuti e promozione[modifica | modifica wikitesto]

Tre anni dopo il fenomenale successo dell'album D'eux, il duo Goldman / Dion si ripete con S'il suffisait d'aimer, un delicato album di ballad, gospel e blues. S'il suffisait d'aimer è interamente scritto da Jean-Jacques Goldman, con l'eccezione di Papillon e Terre scritte da Erick Benzi.

Il primo singolo del disco, Zora sourit, esplora un nuovo tema per il repertorio di Céline, in quanto denuncia il razzismo e sostiene la tolleranza. Per la title-track dell'album, S'il suffisait d'aimer, Goldman crea un numero che evidenzia le diverse possibilità della voce di Céline. On ne change pas, il terzo singolo dell'album, è una canzone sull'infanzia e l'adolescenza, un periodo doloroso per una giovane Céline, in cui non gradiva il periodo passato tra i banchi di scuola. La canzone raggiunge un perfetto equilibrio tra semplicità ed efficienza.

Molte delle canzoni dell'album riflettono l'immenso talento di Céline, sia attraverso la struggente melodia di Je crois toi, sia con il potere ipnotico di Dans un autre monde. S'il suffisait d'aimer è un album che mostra l'eccezionale armonia tra compositore e cantante.[11]

Durante i concerti francofoni del Let's Talk About Love Tour, la Dion eseguì sei canzoni dell'album S'il suffisait d'aimer. I concerti di Parigi furono registrati e pubblicati nell'album Au cœur du stade, pubblicato nel 1999, promosso dal video live del singolo Dans un autre monde. Inoltre, fu pubblicato anche il video che mostra la sessione di registrazione di S'il suffisait d'aimer, incluso come video bonus sul DVD di Au cœur du stade.

Alcuni brani di S'il suffisait d'aimer, sono stati pubblicati nel greatest hits della Dion nel 2005, On ne change pas.

Recensioni di critica[modifica | modifica wikitesto]

AllMusic dichiarò che "i fan saranno lieti di ascoltare il ritorno della Dion, in un certo senso, alle sue radici, specialmente perché l'album è coerente come qualsiasi dei suoi album, sia in inglese che in francese".[12] All'album furono date tre stelle su cinque.[13]

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

S'il suffisait d'aimer è il secondo, dopo D'eux, l'album francese più venduto di tutti i tempi. Ha venduto oltre 4 milioni di copie in tutto il mondo,[14][15] di cui 2 milioni in Europa, dove è stato certificato doppio disco di platino dall'IFPI.[16] S'il suffisait d'aimer ha venduto oltre 1.890.000 copie solo in Francia ed è stato certificato disco di diamante.[17] In Canada, ha venduto 500.000 copie[18] ed è stato certificato quatto volte disco di platino.[19]

L'album è stato certificato disco d'oro, platino e multi-platino in tutto il mondo, anche nei paesi non francofoni. S'il suffisait d'aimer divenne il secondo album in lingua francese, dopo D'eux, ad essere certificato disco d'oro nel Regno Unito.[20] Negli Stati Uniti ha venduto 112.000 copie secondo Nielsen SoundScan.[21][22]

S'il suffisait d'aimer è stato in cima alle classifiche di Svizzera (per cinque settimane), Francia (per quattro settimane), Belgio Vallonia (per quattro settimane), Canada, Grecia, Polonia e nella European Top 100 Albums. È stato nella top-40 di molti paesi non francofoni, tra cui il Regno Unito, dove ha raggiunto la posizione numero 17.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

S'il suffisait d'aimer ha vinto uno Juno Award come Album francofono più venduto. È stato anche nominato ai Victoires de la Musique nella categoria Album Pop/Rock dell'Anno mentre Céline Dion fu candidat nella categoria Artista Femminile dell'Anno.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

S'il suffisait d'aimer[modifica | modifica wikitesto]

  1. Je crois toi – 5:05 (Jean-Jacques Goldman)
  2. Zora sourit – 3:51 (Goldman, J. Kapler)
  3. On ne change pas – 4:08 (Goldman)
  4. Je chanterai – 4:10 (Goldman)
  5. Terre – 4:17 (Erick Benzi)
  6. En attendant ses pas – 4:07 (Goldman)
  7. Papillon – 4:01 (Benzi)
  8. L'abandon – 4:27 (Goldman)
  9. Dans un autre monde – 4:38 (Goldman)
  10. Sur le même bateau – 4:25 (Goldman)
  11. Tous les blues sont écrits pour toi – 4:48 (Goldman)
  12. S'il suffisait d'aimer – 3:35 (Goldman)

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica Posizione
massima
Austria[23] 3
Belgio Fiandre[24] 2
Belgio Vallonia[25] 1
Canada[26] 1
Repubblica Ceca[27] 17
Corea del Sud[28] 23
Danimarca[27] 30
Europa[29] 1
Finlandia[30] 12
Francia[31] 1
Germania[32] 11
Giappone[33] 37
Grecia[28] 1
Italia[34] 33
Paesi Bassi[35] 4
Polonia[28] 1
Portogallo[28] 15
Regno Unito[36] 17
Slovacchia[28] 28
Svezia[37] 23
Svizzera[38] 1
Taiwan[27] 7
Ungheria[39] 15

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Em Remodelação Archiviato il 30 september 2009 Data nell'URL non combaciante: 30 settembre 2009 in Internet Archive.
  2. ^ IFPI Austria - Verband der österreichischen Musikwirtschaft
  3. ^ Goud / Platina | NVPI
  4. ^ Listy bestsellerów, wyróżnienia :: Związek Producentów Audio-Video Archiviato il 14 october 2013 Data nell'URL non combaciante: 14 ottobre 2013 in Internet Archive.
  5. ^ BRIT Certified
  6. ^ http://www.ultratop.be/xls/Awards%201998.htm
  7. ^ Copia archiviata, su cria.ca. URL consultato l'11 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2012).
  8. ^ Copia archiviata, su ifpi.com. URL consultato il 1º marzo 2004 (archiviato dall'url originale il 5 settembre 2008).
  9. ^ http://www.hitparade.ch/awards.asp?year=1998
  10. ^ Copia archiviata, su disqueenfrance.com. URL consultato il 28 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 12 settembre 2011).
  11. ^ (EN) Céline Dion Official Website, Céline Dion Official Website :: Music, su www.celinedion.com. URL consultato il 28 marzo 2018.
  12. ^ S'Il Suffisait d'Aimer (If It Is Enough to Love) - Céline Dion | Songs, Reviews, Credits | AllMusic, su AllMusic. URL consultato il 28 marzo 2018.
  13. ^ S'Il Suffisait d'Aimer (If It Is Enough to Love) - Céline Dion | Songs, Reviews, Credits | AllMusic, su AllMusic. URL consultato il 28 marzo 2018.
  14. ^ RFI Musique - - Céline Dion, su rfimusique.com, 3 agosto 2010. URL consultato il 28 marzo 2018 (archiviato dall'url originale il 3 agosto 2010).
  15. ^ (FR) Céline Dion et Jean-Jacques Goldman : 20 ans d'amitié, in France Bleu, 30 settembre 2013. URL consultato il 28 marzo 2018.
  16. ^ IFPI Platinum Europe Awards, su ifpi.com, 5 settembre 2008. URL consultato il 28 marzo 2018 (archiviato dall'url originale il 5 settembre 2008).
  17. ^ Disque en France, su disqueenfrance.com, 12 settembre 2011. URL consultato il 28 marzo 2018 (archiviato dall'url originale il 12 settembre 2011).
  18. ^ (EN) Nielsen Business Media Inc, Billboard, Nielsen Business Media, Inc., 26 dicembre 1998. URL consultato il 28 marzo 2018.
  19. ^ (EN) WebCite query result, su www.webcitation.org. URL consultato il 28 marzo 2018 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2012).
  20. ^ https://web.archive.org/web/20110511120001/http://www.bpi.co.uk/certifiedawards/search.aspx, su web.archive.org. URL consultato il 28 marzo 2018 (archiviato dall'url originale l'11 maggio 2011).
  21. ^ Week Ending Sept. 12, 2010: The Dulcet Tones Of Bruno Mars | Chart Watch - Yahoo! Music, su music.yahoo.com, 2 ottobre 2012. URL consultato il 28 marzo 2018 (archiviato dall'url originale il 2 ottobre 2012).
  22. ^ Ask Billboard, in Billboard. URL consultato il 28 marzo 2018.
  23. ^ Austrian Albums Chart
  24. ^ Belgian Flanders Albums Chart
  25. ^ Belgian Wallonia Albums Chart
  26. ^ Celine Dion - Chart history | Billboard
  27. ^ a b c Les artistes Francophones s'exportent bien! Archiviato il 23 december 2014 Data nell'URL non combaciante: 23 dicembre 2014 in Internet Archive.. URL consultato il 9 dicembre 1998.
  28. ^ a b c d e Rfi Musique - Les Artistes Francophones S'Exportent Bien! Archiviato il 23 december 2014 Data nell'URL non combaciante: 23 dicembre 2014 in Internet Archive.
  29. ^ European Albums Chart
  30. ^ Finnish Albums Chart
  31. ^ French Albums Chart
  32. ^ German Albums Chart
  33. ^ (JA) Celine Dion album sales ranking, Oricon. URL consultato il 27 agosto 2010.
  34. ^ Italian Albums Chart
  35. ^ Dutch Albums Chart
  36. ^ UK Albums Chart
  37. ^ Swedish Albums Chart
  38. ^ Swiss Albums Chart
  39. ^ Hungarian Albums Chart[collegamento interrotto]

Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica