Rossano Giampaglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rossano Giampaglia
Rossano Giampaglia Samp.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 177 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1974 - giocatore
1997 - allenatore
Carriera
Giovanili
Livorno
Squadre di club1
1963-1965 Livorno 30 (5)
1965-1967 Sampdoria 11 (0)
1967-1968 Spezia 33 (3)
1968-1970 Del Duca Ascoli 62 (5)
1970-1974 Viareggio 129 (1+)
Carriera da allenatore
1979-1980 Livorno Vice[1]
1980-1981 Viareggio [2]
1982-1983 Forte dei Marmi
1984-1986 Livorno Vice
1987-1988 Livorno
1988-1989 Livorno
1988-1989 Livorno
1993-1996 Italia Italia U-21 Vice
1996-1997 Italia Italia U-21
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Rossano Giampaglia (Livorno, 1º gennaio 1945Genova, 2 dicembre 2005) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si è spento il 2 dicembre 2005 all'ospedale di Genova, afflitto ancora una volta dalla leucemia.

Per ricordarlo viene organizzato annualmente il Memorial Giampaglia.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Esordisce in Serie A nella Sampdoria (11 presenze nella stagione 1965-1966, quella della prima retrocessione in Serie B dei "genovesi"), trascorrendo la maggior parte della propria carriera fra Serie B (col Livorno) e Serie C.

Rossano Giampaglia (a destra) con Gianni Rivera prima di un'amichevole Milan-Viareggio.

Ritiratosi, nel 1989 diventa tecnico federale; allenò più a riprese il Livorno: nella 1988-1989 fu chiamato a campionato in corso per sostituire Roberto Franzon, per poi venire a sua volta rimpiazzato da Antonio Renna prima della fine del torneo[4].

Colto da leucemia nel 1995, riesce a guarirne e nel 1997 diventa commissario tecnico dell'Under-21 italiana succedendo a Cesare Maldini. Lascia la panchina nell'autunno 1997 dopo gli Europei di categoria, alla cui fase finale l'Italia non riuscì a qualificarsi. Inizia poi a lavorare al fianco di Marcello Lippi, che segue anche quando questi diventa CT della Nazionale di calcio italiana.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Livorno: 1963-1964
Sampdoria: 1966-1967

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Almanacco illustrato del calcio 1980, edizioni Panini, pag. 310
  2. ^ Almanacco illustrato del calcio 1981, edizioni Panini, pag. 353
  3. ^ 4° Trofeo "Città di Livorno"
  4. ^ Beltrami, 1989, p. 318

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Arrigo Beltrami (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 1990. Modena, Panini, 1989.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]