Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Rico (Gunslinger Girl)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rico
Rico (Gunslinger Girl).JPG
Rico
Nome orig. リコ (Riko)
Lingua orig. Giapponese
Autore Yu Aida
Editore MediaWorks
1ª app. in Dengeki Daioh
Editori it.
Voci orig.
  • Kanako Mitsuhashi (prima serie)
  • Anri Shiono (seconda serie)
Voce italiana Giulia Franceschetti
Specie cyborg
Sesso Femmina
Etnia italiana

Rico (リコ Riko?) è un personaggio della serie manga e anime Gunslinger Girl, creato da Yu Aida.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Passato[modifica | modifica wikitesto]

Nel giorno del suo undicesimo compleanno, Rico ottenne per la prima volta un corpo che poteva muovere liberamente. Era nata infatti con una rara malattia, chiamata sindrome da fatica cronica, che le impediva l'uso di alcuni arti. I genitori l'affidarono così all'Ente Pubblico per il Benessere Sociale, che diede alla bambina un nuovo corpo funzionante, mediante l'inserimento di arti artificiali.[1]

Come "marionetta"[modifica | modifica wikitesto]

La bambina fu così affidata a Gianni, che divenne suo "fratello" e la chiamò Rico.[2] La nuova vita come "marionetta" piace molto a Rico, poiché finalmente ha un corpo che può muovere liberamente.[3]

Come Angelica, Rico si ricorda alcuni fatti legati al suo passato di bambina normale, come il lavoro che faceva suo padre.[4]

Carattere[modifica | modifica wikitesto]

Dato che ama molto la sua nuova vita, Rico è molto più sorridente delle altre "marionette" e sembra più vivace. Indossa prevalentemente dei maglioni e un paio di pantaloni. Per effettuare una missione che si svolge a Castel Sant'Angelo durante la Tosca, Rico è costretta a indossare per la prima volta un abito da sera, e la bambina dichiara a Henrietta che «con le gonne senti salirti il freddo lungo le gambe».[5]

Nonostante sia allegra e vivace, Rico, come tutte le altre "marionette" accoglie la notizia della morte di Angelica con freddezza.

Rapporto con il "fratello"[modifica | modifica wikitesto]

Il rapporto tra Rico e Gianni è a tratti brusco. Gianni tratta infatti la bambina con durezza, arrivando anche a picchiarla.[6]

Dopo la morte di Angelica, Gianni mostra per la prima volta vero affetto verso Rico, abbracciandola. La bambina dichiara: «Piuttosto che rimpiangere la morte di Angelica sono felice per questo abbraccio».[7]

Armi[modifica | modifica wikitesto]

Rico utilizza una pistola CZ 75 e un fucile di precisione Dragunov. Nell'anime le armi utilizzate sono una Beretta SCP 70-70/90 e un fucile d'assalto SIG-550.

Missioni[modifica | modifica wikitesto]

Durante un sopralluogo a Roma, per preparare l'assassinio di un politico legato alla Fazione Integralista Cattolica di Sassari, Rico incontra davanti all'hotel in cui effettuare l'operazione un bambino, Emilio, che inizia a chiacchierare con lei. Dato che Emilio crede che nella borsa in cui Rico tiene le sue armi ci sia uno strumento musicale, la scambia per una musicista. Tornata all'Ente, Rico chiede ad Henrietta di insegnarle a suonare uno strumento musicale. Tornata all'hotel per attuare l'assassinio, Rico si ritrova davanti Emilio, dopo aver ucciso il politico e le sue guardie del corpo. Dato che Gianni le aveva ordinato di uccidere chiunque la vedesse durante il lavoro, Rico spara ad Emilio.[8]

Rico, insieme ad Henrietta e a Doriella, sventa un attentato a Piazza di Spagna, quindi a Firenze protegge, insieme a Gianni, Filippo Adani, un commercialista in possesso di alcune prove compromettenti. Per avvicinare l'uomo, Rico e Gianni si fingono fratello e sorella e Rico dichiara di chiamarsi Florence e di essere francese. Dopo aver salvato l'uomo, e dichiarato la sua vera identità, Rico lo convince a realizzare il suo sogno: diventare un pittore. Durante un'operazione a Venezia, Rico viene colpita, cade in acqua e viene salvata da Gianni.

Insieme a Doriella, Henrietta e Angelica, Rico salva Claes, rapita dai terroristi dopo essersi finta la figlia di un senatore.[9]

Rico uccide a Roma, a Castel Sant'Angelo, un colonnello dell'esercito vicino al Movimento delle Cinque Repubbliche, e viene utilizzata nella delicata operazione contro i terroristi Cristiano e Pinocchio, riuscendo a catturare Cristiano, che viene però portato via da Franco e da Franca.

Poco dopo Rico e Jean vengono inviati alla nuova centrale nucleare di Torino per sventare un attentato del Movimento delle Cinque Repubbliche. Nel corso dell'operazione Jean si confronta con Giacomo Dante, il terrorista che era stato responsabile della morte della sua famiglia, ma durante lo scontro viene preso in ostaggio dal suo nemico. Rico, obbedendo all'ordine del suo Fratello, spara ad entrambi, e a quel punto Jean, gravemente ferito e apparentemente moribondo, chiede alla ragazzina di continuare a vivere la sua vita. Inizialmente Rico pensa di suicidarsi, ma quando si accorge che Jean è sopravvissuto abbandona assieme a lui la centrale, venendo però fermata dalle squadre della Divisione Corazzata Ariete che presidiavano la struttura, che prende entrambi in custodia e salva la vita a Jean.

Poco tempo dopo muore a causa del deterioramento genetico di cui soffrono tutte le Marionette, ma Jean, divenuto commissario di polizia, seguita a tenere una sua foto sulla sua scrivania.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Gunslinger Girl", manga edizione italiana numero 1 pag 41
  2. ^ Dato che i nomi vengono scelti liberamente dai "fratelli", si possono utilizzare anche nomi maschili.
  3. ^ "Gunslinger Girl", manga edizione italiana numero 1 pag 72
  4. ^ "Gunslinger Girl", manga edizione italiana numero 1 pag 56
  5. ^ "Gunslinger Girl", manga edizione italiana numero 4 pag 102
  6. ^ "Gunslinger Girl", manga edizione italiana numero 1 pag 83
  7. ^ "Gunslinger Girl", manga edizione italiana numero 9 capitolo 49
  8. ^ "Gunslinger Girl", manga edizione italiana numero 1 pag 52-71
  9. ^ Questo fatto è presente solo nell'anime, nell'episodio 12 della prima stagione.