Ragazzi fuori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il singolo di Clementino, vedi Ragazzi fuori (singolo).
Ragazzi fuori
Ragazzi fuori.png
Una scena del film
Lingua originaleItaliano, Siciliano
Paese di produzioneItalia
Anno1990
Durata110 min
Generedrammatico
RegiaMarco Risi
SoggettoAurelio Grimaldi, Marco Risi
SceneggiaturaAurelio Grimaldi, Marco Risi
ProduttoreClaudio Bonivento
Produttore esecutivoMassimo Ferrero
FotografiaMauro Marchetti
MontaggioFranco Fraticelli
MusicheGiancarlo Bigazzi
Interpreti e personaggi

Ragazzi fuori è un film del 1990 diretto da Marco Risi. Ha vinto 2 David di Donatello 1991, come miglior regista a Marco Risi e miglior produttore a Claudio Bonivento.[1]

Scritto e sceneggiato insieme ad Aurelio Grimaldi, questo film rappresenta il seguito di Mery per sempre.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Palermo. Il futuro per i ragazzi usciti dal carcere minorile Rosaspina non appare roseo: la disoccupazione e la paralisi impediscono loro di reinserirsi nella società, lasciandoli naufragare nel mare dell'illegalità e dell'illecito.

Roberto Mariano in una scena del film

Natale esce dal carcere, ma anche a causa del suo passato non riesce a trovare lavoro, così si dà alla bella vita di strada. Matteo fa altrettanto, e si dedica ai furti. Carmelo invece gestisce affari di droga con il padre ed i fratelli. Antonio viene arrestato per spaccio, torna al Rosaspina e studia per la licenza media. Mery torna al suo lavoro di prostituta, viene quindi processata per il tentato omicidio di un cliente e dovrà scontare la sua pena nel carcere dell'Ucciardone. King Kong cerca lavoro, prima come falegname e poi come cameriere, ma a lui tocca il più atroce dei destini. Il giovane infatti muore durante un lungo inseguimento da parte della polizia .

Claudio, infine, uscito dal carcere minorile Filangieri di Napoli, torna a Palermo, si sposa, ha una figlia e lavora come meccanico : ma una sera il vendicativo Carmelo, che per caso lo incontra all'officina dove lavora, lo ferma e lo aggredisce per vendicare lo smacco subito in carcere pochi anni prima.

Nel finale la polizia trova il corpo di un giovane carbonizzato nella discarica di Bellolampo, che dall'abbigliamento si intuisce essere quello di Claudio.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • I rapper milanesi Club Dogo hanno inciso una canzone remixando la colonna sonora del film, prendendo come titolo il nome del film stesso.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Accademia del Cinema Italiano - Premi David di Donatello, su www.daviddidonatello.it. URL consultato il 19 marzo 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]