Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Punta al Top! GunBuster

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Punta al Top! GunBuster
トップをねらえ!
(Toppu wo nerae!)
Gunbuster anime.jpg
La copertina del secondo DVD italiano.
Generefantascienza, mecha
OAV
RegiaHideaki Anno
Char. designHaruhiko Mikimoto
Mecha designMahiro Maeda
StudioGainax, Victor Entertainment, Bandai
1ª edizione1988
Episodi6 (completa)
Durata ep.25 min
Editore it.Dynit (VHS e DVD)
1ª edizione it.luglio – agosto 2004
Episodi it.6 (completa)
Durata ep. it.25 min
Seguito daPunta al Top 2! Diebuster
Manga
AutoreKabocha
EditoreKadokawa Shoten
RivistaYoung Ace
Targetshōnen
1ª edizione2011 – in corso
Tankōbon5 (in corso)
Editore it.RW Edizioni - Goen
Collana 1ª ed. it.Cult Supplement
1ª edizione it.28 ottobre 2016 – in corso
Volumi it.2 / 5 Completa al 40%

Punta al Top! GunBuster (トップをねらえ! Toppu wo nerae!?, "Punta al Top!") è un anime composto da 6 OAV creato dallo studio Gainax nel 1988. Il seguito di Punta al Top! GunBuster, intitolato Punta al Top 2! Diebuster, presenta un cast di personaggi completamente nuovi ed è stato creato solo nel 2004, 16 anni dopo il primo, per festeggiare i 20 anni della Gainax.

Hanno lavorato a questo anime importanti personalità come il regista Hideaki Anno (qui al suo debutto come regista e in seguito famoso grazie a Neon Genesis Evangelion) ed il character designer Haruhiko Mikimoto (già noto per Macross e Gundam 0080).

In Italia, Punta al Top! GunBuster è stato pubblicato, prima in 3 VHS e poi - nei mesi di luglio e agosto del 2004 - in 2 DVD, da Dynamic Italia. La pubblicazione di Punta la Top 2! Diebuster, in 6 DVD a marchio Dynit, è iniziata invece nell'aprile 2008.

Il titolo è una parodia dell'anime tennistico Ace Wo Nerae! (in Italia Jenny la tennista).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel futuro prossimo, una razza di alieni giganteschi dalle sembianze biologiche (a metà fra vegetali ed insetti) viene individuata pericolosamente vicino al Sistema solare. Nel monitorare i loro progressi, gli umani intuiscono che la loro intenzione è quella di distruggere la razza umana esattamente come il sistema immunitario si disfa dei batteri nocivi; l'intuizione viene confermata dall'aggressività degli alieni, dalla distruzione di una stella simile al Sole (sfruttata dagli alieni come nido di cova) e dal loro progressivo avvicinarsi al pianeta Terra. L'umanità è quindi costretta a rispondere con l'attacco. Per l'occasione, vengono coinvolte tutte le risorse terrestri al fine di creare una flotta di astronavi da combattimento e dei robot guerrieri giganti. Questi ultimi saranno pilotati dai migliori adolescenti del pianeta, convocati dalle apposite scuole di allenamento sparse per tutto il mondo.

La storia comincia nell'anno 2015, non molto dopo la prima battaglia contro gli alieni, e si concentra sulle vicende della giovane Noriko Takaya (タカヤ ノリコ Takaya Noriko?). Il padre di Noriko, deceduto sotto il fuoco avversario, fu uno dei principali ammiragli della flotta spaziale responsabile del successo ottenuto contro i primi attacchi nemici. Durante la serie, grazie all'aiuto dei suoi compagni tra cui la bella e talentuosa Kazumi Amano (アマノ カズミ Amano Kazumi?), Noriko subirà una sensibile crescita psicologica e combatterà contro i dolori della guerra, l'incomunicabilità tra persone, la sua stessa mancanza di autostima e soprattutto i terribili effetti che comportano vivere a velocità prossime a quelle della luce.

Genere e richiami[modifica | modifica wikitesto]

Punta al Top! GunBuster appartiene al genere fantascientifico mecha, con influenze della Space Opera. Il GunBuster è uno dei più grandi mezzi meccanici mai rappresentati, alto circa 200 metri. Quelli che più gli si avvicinano sono Ideon (Densetsu kyōshin Ideon), l'Arc Gurren Lagann (Sfondamento dei cieli Gurren Lagann), Daitarn 3 (Muteki Kōjin Daitarn 3) e Danguard (Wakusei Robot Danguard Ace).
Assieme a La voce delle stelle di Makoto Shinkai (che all'OAV del '88 si ispira), è noto per essere uno dei pochissimi anime a trattare il tema della dilatazione temporale in maniera estremamente realistica, tanto da venir rappresentato come uno degli elementi centrali della trama.

Noriko Takaya nel primo episodio.

Anche se il valore dei dati scientifici esposti nella serie è variabile (molte delle tecnologie spaziali utilizzate dai protagonisti vengono presentate come invenzioni riconducibili all'anno 2015), molti costituiscono elementi tipici del genere sci-fi come, ad esempio, la rapida evoluzione tecnologica dell'umanità dettata dalla necessità di sconfiggere gli alieni nel minor tempo possibile.

Punta al Top! GunBuster è inoltre il predecessore spirituale di una delle seguenti fatiche di Anno, Neon Genesis Evangelion, che condivide molti dei temi già trattati negli OAV dell'88. Il genere è il medesimo (mecha), il protagonista è ancora uno studente liceale, Noriko Takaya e Shinji Ikari condividono una forte mancanza di autostima, e Jung Freud, pilota sovietico nel mondo di Punta al Top! GunBuster, appare come il prototipo del lato psicologico e fisico di Asuka Sōryū Langley.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la motivazione ufficiale, la Gainax ha smarrito i master audio originali di Punta al Top! GunBuster. Tutte le tracce audio (voci, musiche, effetti sonori) sono impresse inscindibilmente ed irrimediabilmente su un unico supporto: per questo motivo l'anime non può essere ridoppiato e tutte le edizioni estere presentano il solo audio giapponese con, in aggiunta, i sottotitoli.[1] L'edizione italiana di Dynamic Italia dispone di sottotitoli italiani (con o senza traduzione dei cartelli).

Cast originale[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Doppiatore
Noriko Takaya Noriko Hidaka
Kazumi Amano Rei Sakuma
Smith Toren Kazuki Yao
Jung Freud Maria Kawamura
Kouichiro "Coach" Ohta Norio Wakamoto
Capitano Tatsumi Tashiro Tamio Ōki
Kimiko Higuchi Yuriko Fuchizaki

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Buona parte della battaglia finale non è animata, ma è formata da una sequenza di immagini statiche rappresentanti sinteticamente le vicende della battaglia.
  • Il sesto e ultimo episodio, ad eccezione dei minuti finali e a differenza delle precedenti cinque puntate, è in bianco e nero e in formato 4:3 letterbox.
  • Punta al Top! GunBuster è stato il primo anime ad introdurre il continuo movimento del seno femminile come forma di fan service. Questa pratica, oggi utilizzata in numerosissimi anime, è chiamata anche "Gainax bounce" o "BustGunner".
  • La parola "Top" presente nel titolo, come si avrà modo di scoprire durante la visione, non si riferisce solo alla parola inglese indicante "il massimo" o "la vetta", ma è anche il nome proprio della squadra di Piloti Scelti.
  • Nel quinto episodio, quando Noriko è al telefono con Takami (la figlia dell'amica Kimiko), si possono notare sulle pareti i poster de Il mio vicino Totoro e Nausicaä della Valle del vento, oltre che un calendario della band statunitense Van Halen.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Paul Jacques, Jonathan Clements Interview, Part 3, su Anime on DVD. URL consultato il 7 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 30 settembre 2007).
    «Anime on DVD: Wishful thinking I know, but if for 2005 you could get one anime released onto the big Multiplex\ TV screen, and one manga into Waterstones book store, what would they be?
    Jonathan Clements: My favourite anime ever is the original Gunbuster, and it broke my heart to see the shoddy way it was treated in the UK. With the infinite budget you have given me, I would buy the rights, tart it up, do a dub (which is difficult because the Music & Effects track has been lost and would need to be reconstructed from the ground up), and then do the commentary track that Kiseki refused to pay me for in the UK. Either that or the wartime anime Momotaro’s Divine Sea Warriors, which I would try to release in a double disc with the Chinese movie Princess Iron Fan. I didn’t choose those titles for their commercial potential, but simply for my own sick amusement.»
    .

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]