Picnic ad Hanging Rock

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il romanzo omonimo, vedi Picnic a Hanging Rock (romanzo).
Picnic ad Hanging Rock
Picnic ad hanging rock.JPG
Una scena del film
Titolo originalePicnic at Hanging Rock
Paese di produzioneAustralia
Anno1975
Durata115 min
Generedrammatico
RegiaPeter Weir
SoggettoJoan Lindsay
SceneggiaturaCliff Green
ProduttoreHal McElroy e Jim McElroy
Produttore esecutivoJohn Graves e Patricia Lovell
Casa di produzioneThe Australian Film Commission, McElroy & McElroy, Picnic Productions Pty. Ltd. e Z
FotografiaRussell Boyd
MontaggioMax Lemon
Effetti speciali 
MusicheBruce Smeaton
ScenografiaDavid Copping
CostumiJudy Dorsman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

« C'è un tempo e un luogo perché qualsiasi cosa abbia principio e fine... »

(Miranda)

Picnic ad Hanging Rock[1][2][3] (Picnic at Hanging Rock) è un film di Peter Weir del 1975 tratto dall'omonimo romanzo della scrittrice australiana Joan Lindsay.

Noto in Italia anche con il sottotitolo Il lungo pomeriggio della morte,[3] il film fu proiettato per la prima volta all'Hindley Cinema Complex di Adelaide l'8 agosto 1975. È stato uno dei primi film australiani a ottenere visibilità internazionale e un certo successo commerciale. Fruttò la fama mondiale al regista Peter Weir, artefice negli anni seguenti di altre pellicole di notevole successo come Witness e L'attimo fuggente.

La storia scritta dalla Lindsay è completamente d'invenzione, anche se alcune frasi tratte da interviste con la scrittrice hanno lasciato credere che vi sia qualche riferimento ad alcuni fatti di cronaca. Il film di Peter Weir è fedele nello svolgimento della storia e nell'atmosfera del romanzo, anche se alcune parti sono state omesse o ridotte (per esempio la vicenda di Albert e della sorella Sarah, la morte della signorina Lumley).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il giorno di San Valentino dell'anno 1900 un gruppo di studentesse dell'aristocratico collegio Appleyard, a una cinquantina di chilometri da Melbourne in Australia, si recano per l’annuale picnic ai piedi del gruppo roccioso dell'Hanging Rock, sotto la sorveglianza dell’insegnante di francese, Mlle de Poitiers, e di quella di matematica, Miss McCraw.

Nel pomeriggio quattro di loro ottengono il permesso di allontanarsi per esaminare più da vicino le formazioni rocciose. Guidate da Miranda, la ragazza più ammirata e seguita del collegio, Marion, la ricca ereditiera Irma, e la più giovane Edith si incamminano per quella che dovrebbe essere una breve ascensione sulla rocca, passando davanti al giovane Michael Fitzhubert, nobile inglese che si trova in vacanza presso parenti, e sta facendo a sua volta una scampagnata con il domestico Albert.

Edith, dalla corporatura robusta, si pente quasi subito di avere seguito le compagne in questa avventura fuori programma. Affaticate dalla salita, le quattro fanciulle si sdraiano a riposare in una sella di roccia; al risveglio, Miranda leva scarpe e calze e si incammina per continuare l’ascensione, seguita da Marion. Interdetta, Edith fa appello a Irma, che però segue a sua volta le compagne. A questo punto Edith torna indietro in evidente stato di shock gettando grida isteriche. Nello stesso momento il resto del gruppo si accorge che l'insegnante di matematica, Greta McCraw, è scomparsa.

Il cocchiere riporta le ragazze e Mlle Poitiers al collegio, si dà l’allarme. Iniziano immediatamente le ricerche di polizia sulla rocca, senza trovare la minima traccia. Edith, interrogata, non conserva memoria dell'accaduto, tranne il fatto di avere incrociato, durante la sua fuga, l’insegnante di matematica che saliva a sua volta, incomprensibilmente senza gonna.

Nel frattempo Michael Fitzhubert, ossessionato dal ricordo della bellezza di Miranda scorta per un momento all’inizio della tragica ascensione, si avvia in segreto alla rocca con la complicità del domestico Albert. Pretende di rimanere la notte da solo sulla Hanging Rock. Il mattino dopo Albert, preoccupato dell'assenza del ragazzo, torna e lo trova ferito e in stato di shock. Chiama soccorsi, e Michael dal carro ambulanza gli consegna in segreto un ritaglio di stoffa orlato di pizzo.

Albert intuisce che l’amico ha trovato qualcosa sulla rocca. Torna di corsa e trova Irma, svenuta, ferita, con le unghie spezzate e i piedi misteriosamente puliti, nonostante siano passati ben otto giorni dalla sua scomparsa. Anche la ragazza, però, non ricorda nulla dell'accaduto.

Recuperate le forze ma non la memoria, Irma viene ritirata dal collegio. Passata a salutare per l’ultima volta le compagne, viene aggredita dalle ragazze isteriche, convinte che lei conosca il segreto della scomparsa di Miranda e delle altre ma non voglia rivelarlo.

Scossa dalla tragedia, mentre le scomparse vengono dichiarate presunte morte, la direttrice del collegio Mrs. Appleyard sfoga la propria frustrazione su Sara, compagna di stanza di Miranda che vive in una sorta di adorazione dell’amica. Dal momento che il tutore della piccola orfana è in ritardo con il pagamento della retta, le preannuncia che dopo le vacanze di Pasqua dovrà lasciare il collegio.

Al pensiero di dover tornare nel terribile orfanotrofio dove è cresciuta, Sara preferisce togliersi la vita. Il giardiniere la trova nella serra, morta dopo essersi gettata dalla finestra. Quando la notizia diventa pubblica, l'arcigna direttrice Mrs. Appleyard si reca alla Hanging Rock, origine di tutte le sue disgrazie. Viene trovata morta ai piedi di una roccia, forse suicida o forse vittima di un incidente.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente, si era pensato a Ingrid Mason per il ruolo di Miranda, che ottenne invece Anne-Louise Lambert: la Lambert dichiarò in un'intervista di aver avuto la parte non per l'abilità come attrice, ma perché più magra della prima scelta.[4] La Mason rimase nel cast nel ruolo di Rosamund.

La troupe arrivò sul set di Adelaide per iniziare la lavorazione del film il 14 febbraio 1975, proprio il giorno in cui inizia la storia sia nel libro che nel film. Il film venne girato sia a Hanging Rock sia a Martindale Hall, nell'Australia Meridionale, che fu usata per rappresentare l'immaginario collegio Appleyard.

Le voci di alcune delle studentesse, interpretate da attrici novelle, vennero doppiate da professioniste. La cosa fu tenuta nascosta e infatti i doppiatori non furono accreditati nel cast.[5] L’attrice gallese Rachel Roberts, che interpreta la direttrice del collegio Mrs. Appleyard, giunse sul set più tardi rispetto alle colleghe più giovani, che si coalizzarono contro di lei, confondendola con il personaggio. Roberts chiese e ottenne dal regista di recitare alcune scene davanti a una parete bianca, senza rivolgersi direttamente alle attrici giovani, per evitare di incrociare le loro occhiate di disprezzo.[6]

Si ritiene che la data del 14 febbraio 1900 sia simbolica perché nella realtà il 14 febbraio 1900 non era un sabato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Picnic ad Hanging Rock, su cinematografo.it. URL consultato il 10 giugno 2015.
  2. ^ Locandina italiana, su filmtv.it. URL consultato il 10 giugno 2015.
  3. ^ a b Locandina italiana, su filmtv.it. URL consultato il 10 giugno 2015.
  4. ^ "It's been no picnic", interview with Anne Lambert. Webpage found 2008-04-25.
  5. ^ Simply Australia "Picnic At Hanging Rock: The Unseen Voices"
  6. ^ Intervista a Peter Weir in occasione dell’uscita del DVD “Picnic ad Hanging Rock” in Italia, Dall’Angelo Pictures

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN215962660 · GND: (DE7539131-4
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema