Joan Lindsay

From Wikipedia
Jump to navigation Jump to search
Joan Lindsay nel 1925

Lady Joan Lindsay, nata Joan a'Beckett Weigall (St Kilda East, 16 novembre 1896Melbourne, 23 dicembre 1984), è stata una scrittrice e commediografa australiana molto conosciuta per il suo "ambiguo e intrigante" romanzo Picnic a Hanging Rock[1].

Biografia[edit | edit source]

Lady Lindsay nacque a St Kilda East, Victoria, Australia. Era la terza figlia di Theyre à Beckett e di Ann Sophie Weigall, nata Hamilton e legata alla Boyd family, forse la dinastia artistica più famosa e prolifica dell'Australia. Dal 1916 al 1919 studiò pittura alla National Gallery School, Melbourne. Nel 1920 aprì uno studio di pittura a Melbourne, che condivise con Maie Ryan (che divenne più tardi Lady Casey). Joan esibì i suoi lavori, acquerelli e oli, alle due esposizioni di Melbourne e anche con la Victorian Artists Society.[2]

Nel 1922 a Londra nel giorno di San Valentino, Joan Weigall si sposò con Daryl Lindsay. Questa data rimase sempre importante per lei, tanto che ambientò il suo lavoro più famoso, Picnic a Hanging Rock, nel giorno di San Valentino. Sir Daryl era il figlio più giovane dei Lindsay, famosa famiglia di artisti e scrittori, il più famoso dei quali fu Norman. Egli era un pittore che aveva un discreto successo, in particolare coi suoi quadri di fiori bianchi - un soggetto difficile da dipingere. Quando la coppia ritornò a vivere in Australia si stabilì in una fattoria ristrutturata a Baxter, Mulberry Hill, in cui visse felicemente finché la Grande depressione li costrinse a trasferirsi in alloggi più modesti a Bacchus Marsh e ad affittare la loro casa, in attesa di tempi migliori. Con quella difficile esperienza alle spalle Daryl abbandonò la pittura per diventare Direttore della Galleria d'arte di Victoria. Questo incarico li costrinse a trasferirsi a Melbourne fino a quando lui andò in pensione, ma conservarono la loro casa di campagna.

Nel suo scritto Time Without Clocks descrive il suo matrimonio e l'idilliaco inizio della vita coniugale. Il titolo del libro (letteralmente "tempo senza orologi") deriva dalla strana capacità di Joan di fermare gli orologi quando vi passava vicino, ed anche dall'idea che quel periodo della sua vita era senza schemi e libero.

La Lindsay scrisse anche una serie di drammi che non furono mai pubblicati (sebbene uno, intitolato Wolf, fosse stato completato), nonché articoli, recensioni e racconti pubblicati su varie riviste di arte, letteratura e società. Insieme a suo marito Daryl scrisse una storia della Croce Rossa australiana (History of the Australian Red Cross). Lei e Daryl, insieme a Lord e Lady Casey, furono tra i fondatori, e poi tra i più attivi promotori, del National Trust dello Stato australiano di Victoria. Lady Lindsay era infatti molto interessata alla tutela del patrimonio non solo naturale ma anche storico australiano e allo sviluppo di un'identità nazionale australiana. Non avendo figli, i Lindsay lasciarono in eredità la loro casa, Mulberry Hill, al National Trust, che l'ha aperta al pubblico.

Picnic ad Hanging rock[edit | edit source]

È il suo bestseller da cui fu tratto nel 1976 l'omonimo film di Peter Weir. Il capitolo finale fu pubblicato solamente nel 1987 nel romanzo The Secret of Hanging Rock in accordo con le sue volontà.[1]

Opere[edit | edit source]

Opera postuma[edit | edit source]

Note[edit | edit source]

  1. ^ a b Adelaide (1988) p. 118.
  2. ^ (EN) Lady Joan Lindsay, Design and Art Australia Online. URL consultato l'11 ottobre 2011.

Bibliografia[edit | edit source]

  • Adelaide, Debra (1988) Australian women writers: a bibliographic guide, London, Pandora
  • Clifford-Smith, Silas (2008) 'Joan Lindsay', Dictionary of Australian Artists Online, University of NSW, Sydney, 2008

Altri progetti[edit | edit source]

Collegamenti esterni[edit | edit source]

Controllo di autoritàVIAF (EN10905015 · ISNI (EN0000 0001 1742 7404 · LCCN (ENn50081512 · GND (DE128699469 · BNF (FRcb12621252x (data) · BNE (ESXX4664374 (data) · WorldCat Identities (ENn50-081512