Isole Pelagie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Pelagie)
Arcipelago delle Pelagie
Spiaggia Isola dei Coniglio Lampedusa.JPG
Spiaggia dei Conigli, Lampedusa
Geografia fisica
Localizzazionecanale di Sicilia
Coordinate35°40′N 12°37′E / 35.666667°N 12.616667°E35.666667; 12.616667Coordinate: 35°40′N 12°37′E / 35.666667°N 12.616667°E35.666667; 12.616667
Superficie25,48 km²
Numero isole4 (più alcuni scogli e faraglioni)
Isole principaliIsola dei Conigli, Lampedusa, Lampione, Linosa
Sviluppo costiero46,28 km
Altitudine massima195 m s.l.m.
Geografia politica
StatoItalia Italia
RegioneSicilia Sicilia
ProvinciaAgrigento Agrigento
ComuneLampedusa e Linosa-Stemma.png Lampedusa e Linosa
Centro principaleLampedusa
Demografia
Abitanti6374 (30-11-2011)
Cartografia
Pelagie Islands map it.PNG
Mappa di localizzazione: Sicilia
Arcipelago delle Pelagie
Arcipelago delle Pelagie
voci di isole d'Italia presenti su Wikipedia

Le isole Pelagie (Ìsuli Pilaggî in siciliano) sono un arcipelago dell'Italia, in Sicilia.

Si tratta dell'arcipelago più meridionale d'Italia.[1] In antichità si chiamavano Pelagies (dal greco antico πέλαγος pèlagos, ossia "mare aperto").

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le isole dell'arcipelago delle Pelagie appartengono amministrativamente al comune di Lampedusa e Linosa, in provincia di Agrigento, istituito nel 1878. L'arcipelago delle isole Pelagie dal 1878 costituisce amministrativamente il comune di Lampedusa e Linosa in Provincia di Agrigento (Regione Siciliana). Esso è formato da cinque tra isole, isolotti e scogli e cioè Lampedusa, Linosa, Lampione, Isola dei Conigli e lo Scoglio del Sacramento.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Situate nel mezzo del mar Mediterraneo, tra le coste tunisine e siciliane, rappresentano la punta meridionale della Repubblica Italiana, ma geologicamente due di queste (Lampedusa e Lampione) appartengono al continente africano[1]. Insieme per esempio alle Canarie o all'Indonesia rappresentano un raro caso di arcipelago transcontinentale.

L'isola più grande è Lampedusa (con adiacente la piccola Isola dei Conigli) con circa 20 km² di superficie ed è anche la più popolosa delle tre (5000 abitanti). La seconda isola per estensione è Linosa, mentre la più piccola è la disabitata Lampione. In tutto contano circa 6500 abitanti. La vegetazione è ovunque brulla e le coste particolarmente alte e frastagliate. L'altitudine massima dell'arcipelago si trova a Linosa (isola di origine vulcanica) e più precisamente nel monte Vulcano (195 m s.l.m.). Attualmente rappresentano, insieme alla Calabria ionica, l'unico sito, in Italia, di regolare riproduzione delle tartarughe marine Caretta caretta.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Delia Parrinello, Melo Minnella, Isole di Sicilia, Palermo, Pielle edizioni, 2011, ISBN 88-7508-026-7.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN246521573