Paul Carr (attore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Paul Carr (New Orleans, 1º febbraio 1934Los Angeles, 17 febbraio 2006) è stato un attore statunitense.

È apparso in 21 film dal 1956 al 1994 ed ha recitato in più di 130 produzioni per la televisione dal 1955 al 2002. È stato accreditato anche con il nome Paul W. Carr.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Paul Carr nacque a New Orleans il 1º febbraio 1934.

Per la televisione fu accreditato diverse volte grazie a numerose interpretazioni di personaggi più o meno regolari, tra cui quelle di Mark Hammerklein in un doppio episodio della serie Rawhide nel 1964 (più altri due episodi con altri ruoli), Casey Clark in 7 episodi della serie Viaggio in fondo al mare dal 1964 al 1967, Bill Horton in 6 puntate della soap I giorni della nostra vita dal 1965 al 1966, il tenente Devlin in 4 episodi della serie Buck Rogers nel 1981, Ted Prince in 4 episodi della serie Dallas nel 1982 e Martin Gentry in 5 puntate della soap Febbre d'amore nel 1986. Continuò la sua carriera per gli schermi televisivi impersonando una miriade di ruoli minori e inanellando una serie di apparizioni da guest star in decine di episodi di serie televisive, dall'epoca d'oro della televisione statunitense fino agli anni novanta. Prese parte anche ad un episodio della serie classica di Star Trek, intitolato nella versione in italiano Oltre la galassia, trasmesso in prima televisiva nel 1966, in cui interpreta Lee Kelso, il timoniere dell'Enterprise strangolato psicocineticamente.[2]

Il grande schermo lo vide interprete di diversi personaggi tra cui quello di Tom Bradley in I forti non piangono del 1957 e di Pete Porter in Jamboree! del 1957. Contemporaneamente alla carriera televisiva e cinematografica intraprese anche una lunga carriera come attore teatrale, in particolare a Broadway. Gli fu assegnato il LA Weekly Theater Award nel 1987 ed ottenne un Dramalogue Award nel 1995.

Per il piccolo schermo la sua ultima interpretazione risale all'episodio La chiave di volta della serie televisiva La signora in giallo, trasmesso il 27 settembre 1992 mentre per gli schermi cinematografici l'ultimo personaggio a cui dà vita è quello di Kramer nel film del 1994 Scorned (successivamente prestò solo la voce in una piccola parte nel film del 2000 Blood: The Last Vampire).

Morì a Los Angeles, in California, il 17 febbraio 2006.[3] Lasciò la moglie Mery e le figlie Micah, Alexandra e Christina.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Internet Movie Database, op. cit.
  2. ^ (EN) Lee Kelso - Memory Alpha, the Star Trek Wiki, su en.memory-alpha.org. URL consultato l'8 dicembre 2013.
  3. ^ Find a Grave, op. cit.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN87266309