The Silent Force

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Silent Force
ArtistaWithin Temptation
Tipo albumStudio
Pubblicazione11 novembre 2004
Durata54:34
Dischi1
Tracce11
GenereSymphonic metal[1][2]
Rock gotico[3]
EtichettaGun Records
Roadrunner Records
ProduttoreDaniel Gibson
RegistrazioneVoce: The Wisseloord Studios, Paesi Bassi;
Chitarre: Soundpark Studio, Paesi Bassi;
Batteria: ICP Studios, Belgio;
Orchestra: Studio 5 di Mosca, Russia.
Certificazioni
Dischi di platino1
Within Temptation - cronologia
Album precedente
(2000)
Album successivo
(2007)
Singoli
  1. Stand My Ground
    Pubblicato: 17 novembre 2004
  2. Memories
    Pubblicato: 31 gennaio 2005
  3. Angels
    Pubblicato: 13 giugno 2005
  4. Jillian (I'd Give My Heart)
    Pubblicato: 2005

The Silent Force è il terzo album studio della band olandese Within Temptation, uscito nel 2004.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Anticipato dal singolo Stand My Ground, The Silent Force non tarda a riscuotere un enorme successo e a guadagnarsi il disco di platino dopo 3 soli mesi dall'uscita. Ad oggi, infatti, l'album ha venduto più di 500.000 copie nel mondo. Anche i brani Memories ed Angels sono stati pubblicati come singoli e, in particolare quest'ultimo, ha fatto sì che i Within Temptation ricevessero – nei Paesi Bassi – il premio sia come migliore rock band sia come band più conosciuta all'estero.
Il nuovo album stilisticamente si distanzia parecchio dal precedente, le influenze dalla musica celtica apparse in Mother Earth vengono grossomodo ridimensionate a favore di imponenti orchestrazioni e arrangiamenti corali, stavolta non sintetici ma realizzati con l'ausilio di una vera orchestra di 80 elementi. Daniel Gibson, produttore dell'album, ha invece prestato il proprio ausilio anche per la composizione dei brani Stand My Ground, Aquarius e A Dangerous Mind.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Intro – 1:58 (Robert Westerholt, Martijn Spierenburg)
  2. See Who I Am – 4:51 (Robert Westerholt, Sharon den Adel)
  3. Jillian (I'd Give My Heart)[4] – 4:46 (Robert Westerholt, Sharon den Adel, Martijn Spierenburg)
  4. Stand My Ground – 4:26 (Robert Westerholt, Sharon den Adel, Martijn Spierenburg)
  5. Pale – 4:28 (Robert Westerholt, Sharon den Adel)
  6. Forsaken[5] – 4:53 (Robert Westerholt, Sharon den Adel)
  7. Angels – 4:00 (Robert Westerholt, Sharon den Adel, Martijn Spierenburg)
  8. Memories – 3:51 (Robert Westerholt, Sharon den Adel, Martijn Spierenburg)
  9. Aquarius – 4:46 (Robert Westerholt, Sharon den Adel)
  10. It's The Fear – 4:06 (Robert Westerholt, Sharon den Adel)
  11. Somewhere – 4:13 (Robert Westerholt, Sharon den Adel)
Bonus tracks
  1. A Dangerous Mind – 4:17 (Robert Westerholt, Sharon den Adel)
  2. The Swan Song – 3:58 (Robert Westerholt, Sharon den Adel)
  3. Destroyed – 4:52 (Robert Westerholt, Sharon den Adel)
  4. Jane Doe – 4:30 (Robert Westerholt, Sharon den Adel)
  5. Say My Name – 4:04 (Robert Westerholt, Sharon den Adel)
  6. The Promise (Live in Tilburg) – 8:00 (Robert Westerholt, Sharon den Adel)
  7. Stand My Ground (Acoustic) – 3:43 (Robert Westerholt, Sharon den Adel, Martijn Spierenburg)
  8. Angels (Live in Tilburg) – 4:05 (Robert Westerholt, Sharon den Adel, Martijn Spierenburg)
  9. Stand My Ground (Video)
  10. Angels (Video)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Altri musicisti[modifica | modifica wikitesto]

  • Isaac Muller, Siard de Jong – strumenti celtici

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Hydra review by Within Temptation, Ultimate Guitar, 5 febbraio 2014. URL consultato il 16 agosto 2018.
  2. ^ (EN) Dave Ling, The 10 Essential Symphonic Metal Albums, Metal Hammer. URL consultato il 16 agosto 2018.
  3. ^ Fabio Rigamonti, Within Temptation - The Silent Force, SpazioRock, 30 dicembre 2010. URL consultato il 21 febbraio 2018.
  4. ^ Jillian non è ispirata al film Butterfly Effect come molti pensano, in quanto la stessa Sharon den Adel ha smentito queste dicere in diverse interviste, dicendo invece che è ispirata alla Saga Fantasy Daggerspell.
  5. ^ In un'intervista Sharon den Adel e Robert Westerholt hanno dichiarato che Forsaken è stata scritta in riferimento al Trattato di Kyoto, parla infatti di come gli esseri umani stiano distruggendo il pianeta attraverso l'inquinamento e la non curanza nei confronti dell'ambiente.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Heavy metal Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di heavy metal