Patriarchi di Gerusalemme

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Patriarca di Gerusalemme)

La presente voce contiene l'elenco in ordine cronologico dei patriarchi di Gerusalemme.

Vescovi giudeo-cristiani di Gerusalemme (fino al 135)[modifica | modifica wikitesto]

  • San Giacomo il Giusto † (? - 62 deceduto)
  • San Simeone I † (62 - 107 deceduto)
  • Giusto I † (107 - 113 deceduto)
  • San Zaccheo † (113 - attorno al 116 deceduto)
  • Tobia †
  • Beniamino †
  • Giovanni I †
  • San Mattia † (? - attorno al 120 deceduto)
  • Filippo † (? - attorno al 124 deceduto)
  • Seneca †
  • Giusto II †
  • Levi †
  • Sant'Efrem I †
  • Giuseppe I †
  • Giuda † (? - attorno al 135 deceduto)

Vescovi di Aelia Capitolina (135 - 325)[modifica | modifica wikitesto]

  • San Marco I † (135 - ?)
  • Cassiano †
  • Poplio †
  • Massimo I †
  • Giuliano I †
  • Gaio I †
  • Simmaco †
  • Gaio II † (? - 162)
  • Giuliano II † (162 - ?)
  • Capione †
  • Massimo II †
  • Antonino †
  • Valente †
  • Dolichiano † (? - 185)
  • San Narciso † (185 - ? dimesso)
  • Dius †
  • Germanione †
  • Gordio † (? - 211)
  • San Narciso † (211 - 231 deceduto) (per la seconda volta)
  • Sant’Alessandro † (231 succeduto - 249 deceduto)
  • Mazabanis † (249 - 260 deceduto)
  • Imeneo † (260 - 276 deceduto)
  • San Zamudas o Zambda † (276 - 283 deceduto)
  • Ermone † (283 - 314 deceduto)
  • San Macario I † (314 - 325 vescovo di Gerusalemme)

Vescovi di Gerusalemme (325 - 451)[modifica | modifica wikitesto]

Patriarchi di Gerusalemme (451 - 1099)[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovenale † (451 - 458 deceduto)
  • Anastasio I † (458 - 478 deceduto)
  • Martirio † (478 - 486 deceduto)
  • Sallustio † (486 - 494 deceduto)
  • Sant’Elia I † (494 - 516 deposto)
  • Giovanni III † (516 - 524 deceduto)
  • Pietro † (524 - 552 deceduto)
  • Macario II † (552 deposto)
  • Eustochio † (552 - 564 deposto)
  • Macario II † (564 - 575 deceduto) (per la seconda volta)
  • Giovanni IV † (575 - 594)
  • Amos † (594 - 601)
  • Isacco † (601 - 609 deceduto)
  • Zaccaria † (609 - 630 deceduto)
  • San Modesto † (630 - 634 deceduto)
  • San Sofronio I † (634 - 638 deceduto)
    • Sede vacante (638-692 ca.)
  • Anastasio II † (intorno al 692 - 706 deceduto)
  • Giovanni V † (706 - 735 deceduto)
  • Teodoro † (745 - 770 deceduto)
    • Eusebio † (770 deceduto) (patriarca eletto)
  • Elia II † (770 - 797 deceduto)
  • Giorgio † (797 - 807 deceduto)
  • Tommaso I † (807 - 820 deceduto)
  • Basilio † (820 - 838 deceduto)
  • Giovanni VI † (838 - 842 deceduto)
  • Sergio I † (842 - 844 deceduto)
    • Sede vacante (844-855)
  • Salomone † (855 - 860 deceduto)
    • Sede vacante (860-862)
  • Teodosio † (862 - 878 deceduto)
  • Elia III † (878 - 907 deceduto)
  • Sergio II † (908 - 911 deceduto)
  • Leonzio I † (912 - 929)
  • Atanasio I † (929 - 937)
  • Cristodulo I † (937 - 950)
  • Agatone † (950 - 964 deceduto)
  • Giovanni VII † (964 - 966 deceduto)
  • Christodulo II † (966 - 969 deceduto)
  • Tommaso II † (969 - 978 deceduto)
    • Sede vacante (978-980)
  • Giuseppe II † (980 - 983 deceduto)
  • Oreste † (983 - 1005 deceduto)
    • Sede vacante (1005-1012)
  • Teofilo I † (1012 - 1020 deceduto)
  • Niceforo I † (1020 - dopo il 1048)
Giovannichio ?[1]

Patriarchi greco-ortodossi di Gerusalemme (dal 1099)[modifica | modifica wikitesto]

In esilio a Costantinopoli (1099 - 1187)[modifica | modifica wikitesto]

  • Saba † (1106 - ?)
  • Giovanni VIII †
  • Nicola † (? - prima del 1156)
  • Giovanni IX † (1156 - 1166 deceduto)
  • Niceforo II † (1166 - 1170)
  • San Leonzio II † (1176 - 13 o 14 maggio 1185 deceduto)[2]

Dopo la restaurazione (1187 - oggi)[modifica | modifica wikitesto]

Taddeo ?[3][4]
  • Sofronio III † (? - prima del 1303 deceduto)[3]
  • Atanasio III † (1313 - 1314)
    • Sede vacante (1314-1322)
  • Gregorio II † (1322)
    • Sede vacante (1322-1334)
  • Lazzaro † (1334 - 1368)
    • Sede vacante (1368-1376)
  • Doroteo I † (1376 - 1417)
  • Teofilo II † (1417 - 1424)
  • Teofane I † (1424 - 1431)
  • Gioacchino † (1431 - ?)
    • Sede vacante (fino al 1450)
  • Teofane II † (1450)
    • Sede vacante (1450-1452)
  • Atanasio IV † (1452 - ?)
    • Sede vacante (fino al 1460)
  • Giacomo II † (1460)
    • Sede vacante (1460-1468)
  • Abramo I † (1468)
  • Gregorio III † (1468 - 1493)
    • Sede vacante (1493-1503)
  • Marco III † (1503)
    • Sede vacante (1503-1505)
  • Doroteo II † (1505 - 1537 deceduto)
  • Germano † (1537 - 1579 deceduto)
  • Sofronio IV † (1579 - 1608 deceduto)
  • Teofane III † (1608 - 1644 deceduto)
  • Paisios † (1645 - 1660 deceduto)
  • Nettario † (1660 - 1669 dimesso)
  • Dositeo II † (1669 - 1707 deceduto)
  • Crisanto † (1707 - 1731 deceduto)
  • Melezio † (1731 - 1737 deceduto)
  • Partenio † (1737 - 1766 dimesso)
  • Efrem II † (1766 - 1771 deceduto)
  • Sofronio V † (1771 - 1775 nominato patriarca di Costantinopoli)
  • Abramo II † (1775 - 1787 deceduto)
  • Procopio I † (1787 - 1788 deceduto)
  • Antimio † (4 novembre 1788 - 22 novembre 1808 deceduto)
  • Policarpo † (22 novembre 1808 - 15 gennaio 1827 deceduto)
  • Atanasio V † (27 gennaio 1827 - 28 dicembre 1844 deceduto)
  • Cirillo II † (28 marzo 1845 - 18 novembre 1872 deposto)
  • Procopio II † (28 dicembre 1872 - 10 marzo 1875 deposto)
  • Ieroteo † (11 luglio 1875 - 23 giugno 1882 deceduto)
  • Nicodemo † (16 agosto 1883 - 11 agosto 1890 dimesso)
  • Gerasimo † (11 marzo 1891 - 21 febbraio 1897 deceduto)
  • Damiano † (22 luglio 1897 - 14 agosto 1931 deceduto)
  • Timoteo † (22 luglio 1935 - 31 dicembre 1955 deceduto)
  • Benedetto † (29 gennaio 1957 - 11 dicembre 1980 deceduto)
  • Diodoro † (16 febbraio 1981 - 19 dicembre 2000 deceduto)
  • Ireneo (13 agosto 2001 - 6 maggio 2005 deposto)
  • Teofilo III, dal 22 agosto 2005

Patriarchi latini di Gerusalemme (dal 1099)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Patriarcato di Gerusalemme dei Latini § Cronotassi dei patriarchi.

Patriarchi armeni di Gerusalemme[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Patriarcato armeno di Gerusalemme § Cronotassi dei vescovi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ci sono dubbi sull'esistenza di questo patriarca, che non viene ricordato da tutte le fonti a disposizione: alcuni storici ritengono che si tratti di un benefattore della Chiesa gerosolimitana, entrato nell'elenco dei patriarchi per un errore dei copisti; così ad es. Ph. Grierson, The Dates of Patriarch Sophronius of Jerusalem, in Revue des études byzantines, vol. XLIII, 1985, pp. 231-235.
  2. ^ Bernard Flusin, recensione a: Dimitris Tsougarakis, The Life of Leontios Patriarch of Jerusalem, 1993 - in Revue des études byzantines, vol. LII, 1994, pp. 351-352.
  3. ^ a b c d e f Venance Grumel, La chronologie des patriarches grecs de Jérusalem au XIIIe siècle, in Revue des études byzantines, vol. XX, 1962, pp. 197-201.
  4. ^ L'esistenza di questo patriarca è incerta; secondo V. Grumel, il suo nome è da eliminare dalla lista dei patriarchi gerosolimitani.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cristianesimo Portale Cristianesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cristianesimo