Patriarchi di Gerusalemme

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Patriarca di Gerusalemme)
Jump to navigation Jump to search

La presente voce contiene l'elenco in ordine cronologico dei patriarchi di Gerusalemme.

Vescovi giudeo-cristiani di Gerusalemme (fino al 135)[modifica | modifica wikitesto]

Vescovi di Aelia Capitolina (135 - 325)[modifica | modifica wikitesto]

  • San Marco I † (135 - ?)
  • Cassiano †
  • Poplio †
  • Massimo I †
  • Giuliano I †
  • Gaio I †
  • Simmaco †
  • Gaio II † (? - 162)
  • Giuliano II † (162 - ?)
  • Capione †
  • Massimo II †
  • Antonino †
  • Valente †
  • Dolichiano † (? - 185)
  • San Narciso † (185 - ? dimesso)
  • Dius †
  • Germanione †
  • Gordio † (? - 211)
  • San Narciso † (211 - 231 deceduto) (per la seconda volta)
  • Sant’Alessandro † (231 succeduto - 249 deceduto)
  • Mazabanis † (249 - 260 deceduto)
  • Imeneo † (260 - 276 deceduto)
  • San Zamudas o Zambda † (276 - 283 deceduto)
  • Ermone † (283 - 314 deceduto)
  • San Macario I † (314 - 325 vescovo di Gerusalemme)

Vescovi di Gerusalemme (325 - 451)[modifica | modifica wikitesto]

Patriarchi di Gerusalemme (451 - 1099)[modifica | modifica wikitesto]

Giovannichio ?[1]

Patriarchi greco-ortodossi di Gerusalemme (dal 1099)[modifica | modifica wikitesto]

In esilio a Costantinopoli (1099 - 1187)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la restaurazione (1187 - oggi)[modifica | modifica wikitesto]

Taddeo ?[3][4]

Patriarchi latini di Gerusalemme (dal 1099)[modifica | modifica wikitesto]

Patriarchi armeni di Gerusalemme[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ci sono dubbi sull'esistenza di questo patriarca, che non viene ricordato da tutte le fonti a disposizione: alcuni storici ritengono che si tratti di un benefattore della Chiesa gerosolimitana, entrato nell'elenco dei patriarchi per un errore dei copisti; così ad es. Ph. Grierson, The Dates of Patriarch Sophronius of Jerusalem, in Revue des études byzantines, vol. XLIII, 1985, pp. 231-235.
  2. ^ Bernard Flusin, recensione a: Dimitris Tsougarakis, The Life of Leontios Patriarch of Jerusalem, 1993 - in Revue des études byzantines, vol. LII, 1994, pp. 351-352.
  3. ^ a b c d e f Venance Grumel, La chronologie des patriarches grecs de Jérusalem au XIIIe siècle, in Revue des études byzantines, vol. XX, 1962, pp. 197-201.
  4. ^ L'esistenza di questo patriarca è incerta; secondo V. Grumel, il suo nome è da eliminare dalla lista dei patriarchi gerosolimitani.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cristianesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cristianesimo