Patriarcato di Cilicia degli Armeni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Patriarcato di Cilicia degli armeni
Patriarchatus Ciliciae Armenorum
Chiesa armena
Armenian Catholic Patriarchate, Bzoummar, Lebanon (2).JPG
Diocesi suffraganee
Beirut (eparchia propria del patriarca), Kamichlié, Alessandria, Ispahan
Patriarca Krikor Bedros XX Ghabroyan, I.C.P.B.
Erezione 26 novembre 1742
Rito armeno
Indirizzo Patriarcat Arménien Catholique, rue de l'Hôpital Orthodoxe, Jeitaoui, 2078 5605 Beyrouth, Liban
Dati dall'Annuario pontificio 2015 (ch · gc?)
Chiesa cattolica in Libano

Il patriarcato di Cilicia degli Armeni (in latino: Patriarchatus Ciliciae Armenorum) è la sede del primate della Chiesa armeno-cattolica. È attualmente retto dal patriarca Krikor Bedros XX Ghabroyan, I.C.P.B.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il patriarcato estende la sua giurisdizione su tutti i fedeli armeno-cattolici che dimorano nel territorio proprio della Chiesa armeno-cattolica, ossia nelle regioni che tradizionalmente sono riconosciute come il luogo di origine di questa Chiesa sui iuris.[1]

La sede del patriarcato si trova a Bzoummar nel distretto di Kisrawan in Libano. L'arcieparchia di Beirut è la sede propria del patriarca; qui si trova la cattedrale patriarcale dei Santi Elia e Gregorio Illuminatore.

Dal patriarcato di Cilicia degli armeni inoltre inoltre dipendono direttamente:[2]

Il patriarca armeno-cattolico è membro di diritto del Consiglio dei patriarchi cattolici d'Oriente.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Chiesa armeno-cattolica.

Cronotassi dei patriarchi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Codice dei canoni delle Chiese orientali, art. 146-147. D. Le Tourneau, Le caractère personnel et territorial de la "potestas" des Patriarches orientaux, en «Folia Canonica» 5 (2002), pp. 85–93.
  2. ^ Annuario pontificio 2015, p. 6.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi