Krikor Bedros VI Jeranian

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Krikor Bedros VI Jeranian
patriarca della Chiesa armeno-cattolica
PatriarchNonCardinal PioM.svg
 
Incarichi ricopertieparca di Marasc
patriarca di Cilicia degli Armeni
 
Nato?
Consacrato vescovo1806
Elevato patriarca24 giugno 1812
Deceduto1840
 

Krikor Bedros VI Jeranian, in italiano Gregorio Pietro VI (... – 1840), è stato eparca di Marasc e sesto patriarca della Chiesa armeno-cattolica.

Alla morte di Krikor Bedros V Kupelian, suo predecessore, Krikor Jeranian fu eletto patriarca il 23 giugno 1812 col nome di Pietro VI e consacrato il giorno dopo, festa della natività di san Giovanni Battista, nella chiesa di Santa Maria Assunta a Bzoummar. Fu confermato dalla Santa Sede e ricevette il pallio l'8 aprile 1815.[1] Giurista, poliglotta ed uomo di cultura, visse uno dei momenti più difficili ed insieme più esaltanti per la nazione armena. Durante il suo patriarcato gli armeni dell'impero ottomano, particolarmente quelli che abitavano nel Libano, accusati di sostenere la causa ellenica, furono sottoposti a persecuzioni ed ostilità da parte del governo imperiale, tra il 1828 ed il 1830. In quest'anno, grazie soprattutto all'appoggio delle potenze europee, il governo turco fu costretto a riconoscere legalmente gli armeno-cattolici, che fino ad allora, dal punto di vista civile, dipendevano dal patriarcato armeno-ortodosso di Costantinopoli. Si venne così a costituire, per la Chiesa armeno-cattolica dell'impero, quello che già esisteva per la Chiesa sorella: ossia l'esistenza di un duplice centro di potere, quello religioso a Bzommar in Libano (dove Krikor Bedros VI Jeranian aveva la sua sede), e quello civile a Costantinopoli, affidato all'arcivescovo armeno-cattolico della capitale imperiale.[2] Questa dicotomia creerà non pochi problemi di giurisdizione e di competenze negli anni successivi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Iuris pontificii de propaganda fide, Tomo IV, pp. 522-524.
  2. ^ Se dal punto di vista religioso e canonico il patriarca era superiore all'arcivescovo di Costantinopoli, dal punto di vista civile ne dipendeva.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie