Palermo Shooting

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palermo Shooting
Palermoshooting2008-Wenders.jpg
Campino in una scena del film
Titolo originalePalermo Shooting
Paese di produzioneGermania, Francia, Italia
Anno2008
Durata124 min
Generedrammatico, thriller
RegiaWim Wenders
SoggettoWim Wenders
SceneggiaturaWim Wenders e Norman Ohler
ProduttoreWim Wenders e Gian-Piero Ringel
Produttore esecutivoJeremy Thomas e Peter Schwartzkopff
Distribuzione in italianoBIM Distribuzione
FotografiaFranz Lustig
MontaggioPeter Przygodda, Oli Weiss e Mirko Scheel
MusicheIrmin Schmidt
ScenografiaSebastian Soukup
CostumiSabina Maglia
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Palermo Shooting è un film del 2008 scritto, prodotto e diretto da Wim Wenders.

È stato presentato in concorso al 61º Festival di Cannes.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Finn, un fotografo berlinese di mezza età, il quale vive una vita brillante ma alquanto disordinata, si ritrova in una crisi esistenziale e la necessità di rompere col passato, Non dorme mai, il suo cellulare suona in continuazione e la musica che ascolta in cuffia è praticamente la sua unica e fedele compagna che lo aiuta ad estraniarsi dal resto del mondo. Quando finalmente si rende conto della futilità della sua vita, Finn decide di abbandonare tutto e di andare a Palermo dove, grazie a fortuiti e fortunati incontri con una donna e con la Morte, viene portato a riconsiderare la propria esistenza e a scoprire un nuovo sguardo con il quale affrontare la vita.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nato dall'iniziativa di Giovanni Callea, un professionista locale che aveva pensato a lui per un film sulla città, il film ha un budget di circa quattro milioni di euro, finanziato in parte con fondi dell'Unione Europea, ma soprattutto è una pellicola che rilegge alcuni dei temi più cari a Wenders: l'inquietudine, il viaggio come ricerca di sé, e la scoperta delle diversità. Durante la conferenza stampa, Wenders ha così commentato:

«Ho scelto questa città perché è legata al ricordo di quando ero giovane, sono venuto qui nel 1968. Con questa pellicola torno alla mia stagione di film europei, che si era interrotta con Lisbon Story, girato nella parte ovest d'Europa. Questo sarà invece il film sulla parte sud del continente. Ho girato diversi film senza una sceneggiatura interamente definita, anzi, alcuni addirittura senza una sceneggiatura. Alice nelle città, Nel corso del tempo, Lo stato delle cose, Lampi sull'acqua - Nick's Movie, Il cielo sopra Berlino sono tra questi, così come i documentari, Buena Vista Social Club o L'anima di un uomo. Anche Paris, Texas è stato realizzato con una sceneggiatura scritta a metà. L'attuale situazione dei finanziamenti cinematografici sembra ormai aver reso impossibile questo tipo di approccio, ma poiché in questo caso, grazie al sostegno finanziario di cui dispongo, avrò il lusso della massima libertà, sono determinato a riaffacciarmi in quel territorio così avventuroso nel quale sento di aver realizzato i miei migliori lavori. Se si arriva in un posto nuovo con delle idee precostituite non si è liberi di immaginare o pensare. Io sono venuto qui con il cuore aperto, voglio che Palermo mi racconti la sua storia, affinché io la racconti al mondo. Certamente il film avrà gente del luogo, ma anche un attore straniero, che sappia ascoltare non da cittadino, ma da visitatore. Sono gli stereotipi i peggiori nemici della cultura contemporanea.[senza fonte]»

Le ultime scene del film sono state girate a Gangi, paese delle Madonie al confine della provincia di Palermo.

«Non che non abbia dimostrato già quanto questo approccio rock'n'roll mi sia congeniale, ma questo sarà decisamente un film che non si ispirerà ad alcun modello. Né l'argomento né la fotografia sono mai stati affrontati in questo modo, né si è mai incontrata la musica in questo contesto. Sarà un viaggio sorprendente, innovativo, dal ritmo veloce. E posso promettere che mescolando diverse tecnologie di ripresa e utilizzando al massimo i vantaggi della postproduzione digitale, da un punto di vista visivo, sarà un viaggio davvero inusuale.[senza fonte]»

Nelle riprese particolare risalto, come in tutti i film di Wenders, è dato alla musica. Elementi della sceneggiatura sono infatti le presenze di musicisti come Lou Reed, Patti Smith, Giovanni Sollima. In fase di ripresa è stato previsto anche l'inserimento della voce di Enza Lauricella[2], testimone della tradizione del canto arcaico dell'isola, che, con Rosa Balistreri e Ciccio Busacca fa parte del gruppo storico. La scena, che non è mai stata inserita nel montato finale, è stata utilizzata invece nel backstage del film.[3]

I titoli di coda sono aperti dalla dedica a due registi morti lo stesso giorno, il 30 luglio 2007, Ingmar Bergman e Michelangelo Antonioni, mentre era in corso la lavorazione di questo film.

La nipote del regista, Hella Wenders, ha diretto un documentario sulla realizzazione del film.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato a Cannes nel 2008 ed è stato accolto piuttosto freddamente dalla critica. La versione successivamente presentata in Italia fu pertanto rimontata con un taglio di circa trenta minuti. Tra le scene non inserite nel secondo montaggio, ve n'era una in cui Leoluca Orlando, sindaco antimafia di Palermo, interpretava un passante. Proprio a causa della presenza di questa scena l'allora sindaco del Comune, avversario politico di Orlando, negò un finanziamento prima promesso per la realizzazione del film di 250.000 euro a tasso zero[4] Il 12 marzo 2014 il Tribunale di Palermo ha condannato il Comune di Palermo per aver prima promesso e poi negato, per ragioni politiche, un finanziamento di 250.000 euro [5]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Official Selection 2008, su festival-cannes.fr. URL consultato il 12 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 2 dicembre 2013).
  2. ^ Wim Wenders-Cannes 2008, su Momò Blog.
  3. ^ SR R4, Palermo shooting" foto di scena, su Flickr.
  4. ^ Tribunale Palermo 12 marzo 2014 in http://www.civilecontemporaneo.com[Il link alla fonte?]
  5. ^ “Palermo Shooting” di Wim Wenders approda in Tribunale (ma il danno precontrattuale non c’è), su dirittocivilecontemporaneo.com. URL consultato il 14 aprile 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN214011859 · GND (DE7671490-1
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema