Prima del calcio di rigore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Prima del calcio di rigore
La paura del portiere prima del calcio di rigore.png
Titolo originaleDie Angst des Tormanns beim Elfmeter
Lingua originaletedesco
Paese di produzioneGermania, Austria
Anno1972
Durata101 min
Generedrammatico
RegiaWim Wenders
SoggettoPeter Handke
SceneggiaturaWim Wenders e Peter Handke
FotografiaRobby Müller
MontaggioPeter Przygodda
MusicheJürgen Knieper
ScenografiaBurghard Schlicht e Rudolf Schneider-Manns Au
Interpreti e personaggi

Prima del calcio di rigore[1] o La paura del portiere prima del calcio di rigore[2] (Die Angst des Tormanns beim Elfmeter) è un film del 1972 diretto da Wim Wenders con la sceneggiatura di Peter Handke. Si tratta del suo primo lungometraggio a colori in 35 mm.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un calciatore, Joseph Bloch (di ruolo portiere), viene espulso a causa di una violenta lite con l'arbitro. Vaga senza meta per Vienna e trascorre la notte con Gloria, una ragazza, da poco conosciuta, impiegata in un cinema. Quando lei cerca di sedurlo, lui la soffoca a morte senza una ragione apparente. Rimuove le impronte digitali dall'appartamento e riprende a vagare per la città senza meta. In pullman raggiunge un paesino di frontiera nel Burgenland dove un'amica del passato gestisce una locanda. Apprende dalle cronache dell'indagine sui giornali di aver lasciato tracce di sè con una scia di monete americane cadute da una tasca bucata della sua giacca. Molti poliziotti per le strade stanno cercando un bambino muto scomparso. Poi non cerca più di nascondere le proprie tracce e fornisce deliberatamente indizi che potrebbero attirare l'attenzione dei testimoni - ad esempio, inizia una rissa e ordina alla sua padrona di casa di rammendare il buco nella sua tasca. Alla fine del film, guarda una partita di calcio e spiega al suo vicino quanto il portiere e il tiratore devono concentrarsi l'uno sull'altro. Il film si conclude senza che lo spettatore sappia se Bloch sarà arrestato.

Sceneggiatura[modifica | modifica wikitesto]

Il film è tratto dall'omonimo romanzo del 1970 Prima del calcio di rigore proprio dallo stesso Peter Handke.[2]. Wenders restituisce con estrema fedeltà motivi e dettagli presenti nel romanzo.[3]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

«Prima del calcio di rigore è una continua, instancabile vetrina di comportamenti, di azioni effettuate da personaggi che rimangono quasi sempre avvolti nel mistero, che transitano nelle inquadrature trascinandosi in un mondo pre-esistente, centrale o appena suggerito, che attraversa spazi interiori prima che fisici e che non sarà mai realmente spiegato. Wenders fornisce dati. E l'insieme dei dati costituisce un mondo allucinato che stavolta rispetto a Estate in città non si manifesta nello sfilacciamento estremo della durata, ma nel rigore della compattezza di uno stile in altro modo sobrio»

(Giuseppe Gariazzo, Roberto Lasagna e Saverio Zumbo, Wenders story. Il cinema, il mito, p. 121)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Prima del calcio di rigore, su Cinedatabase, Rivista del cinematografo.
  2. ^ a b Scheda su Filmtv.it, su filmtv.it. URL consultato il 16 luglio 2015.
  3. ^ Filippo D'Angelo, Wim Wenders, p. 37

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Jan Dawson, An interview with Wim Wenders, in Wim Wenders Toronto 1976, tradotto in italiano in Il cinema di Wim Wenders a cura di G. Spagnoletti, Parma 1977.
  • Filippo D'Angelo, Wim Wenders, Roma, Il Castoro, 1995
  • Giuseppe Gariazzo, Roberto Lasagna e Saverio Zumbo, Wenders story. Il cinema, il mito, Alessandria, Falsopiano, 1997 ISBN 88-87011-07-9

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema