Non aprite quella porta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Non aprite quella porta (disambigua).
Thomas Hewitt, alias Leatherface, nel film remake Non aprite quella porta (2003)

Non aprite quella porta (The Texas Chainsaw Massacre in originale) è una serie cinematografica di nove film horror che ha generato anche un merchandising con fumetti e un videogioco, aventi come protagonista il serial killer immaginario Leatherface.

Gli eventi dei sequel e dei prequel del primo film omonimo non sono canonici e sono storie indipendenti e slegati dal film originale.

I primi due film furono concepiti da Tobe Hooper, poi la serie è proseguita con altri registi che hanno mantenuto gli stessi meccanismi narrativi del primo film. Sono stati realizzati quattro sequel, un prequel (nel 2017), un remake e il suo prequel. Il 18 febbraio 2022 è stato distribuito il sequel diretto del film del 1974, distribuito in esclusiva su Netflix[1]. Tutti i film appartengono al genere splatter e slasher.

Serie di film[modifica | modifica wikitesto]

Ordine cronologico rispetto alla trama[modifica | modifica wikitesto]

L'ordine cronologico dei film in base alla narrazione delle trame

La serie non segue un unico ordine cronologico. Non aprite quella porta - Parte 2 risulta essere il seguito diretto dell'originale come anche il successivo Non aprite quella porta 3D che ha sviluppato una storia diversa e incompatibile con l'altra. Non aprite quella porta - Parte 3 è stato strutturato come un sequel di Non aprite quella porta - Parte 2 con riferimenti al capitolo precedente ma anche grosse incongruenze perché nella seconda parte un breve testo dice che dopo gli avvenimenti del primo film Sally Hardesty era riuscita a scappare dicendo di essersi buttata fuori dalla "finestra dell'inferno" dopo che una famiglia di cannibali aveva massacrato suo fratello e i suoi amici, e da lì partì una caccia all'uomo che durò un mese intero ma nessuno riuscì a trovare la fattoria sperduta o gli assassini. Invece nel terzo capitolo si dice che un certo W.E Sawyer (possibilmente Leatherface o suo padre Drayton) sia stato catturato e condannato a morte nel 1981 e che Sally sia morta nel 1977 in una casa di cura. Come potete notare ci sono delle enormi incongruenze già dagli inizi della seconda e terza parte proprio perché quest'ultimo capitolo vuole essere anche un reboot della serie o un sequel diretto del film originale del '74. Non aprite quella porta IV si pone come remake\reboot o anch'esso come sequel diretto del film originale (anche se in questo film Leatherface e la sua famiglia vengono presentati come degli assassini al servizio di altre persone). Non aprite quella porta (remake del 2003) e Non aprite quella porta - L'inizio invece sono due capitoli distaccati dalla serie classica e sono rispettivamente uno il seguito dell'altro. Con Non aprite quella porta 3D si è voluto riprendere la storia dalla fine del primo film del 1974, e con Leatherface del 2017 si è realizzato un prequel diretto del primo film del 1974. Non Aprite Quella Porta del 2022 è un sequel diretto del primo film del 1974 che ignora tutti i seguiti, prequel e remake.

Pertanto i vari film della serie sono a volte collegati tra loro in maniera sequenziale, altre volte presentano archi narrativi completamente differenti. Volendo dare degli ordini cronologici ai vari film, dal primo uscito nel 1974 ai vari sequel, prequel, reboot e remake, è possibile disporli compatibilmente in quattro cronologie diverse:

Ordine cronologico della serie originale (1974-1994)[modifica | modifica wikitesto]

Il seguente ordine cronologico considera soltanto la serie originale, quelli del periodo incluso tra il 1974 e il 1994 (escludendo quindi il recente prequel del 2017):

  • Non aprite quella porta del 1974, regia di Tobe Hooper (titolo originale: The Texas Chainsaw Massacre).
  • Non aprite quella porta - Parte 2 del 1986, regia di Tobe Hooper (titolo originale: The Texas Chainsaw Massacre 2).
  • Non aprite quella porta - Parte 3 del 1990, regia di Jeff Burr (titolo originale: Leatherface: The Texas Chainsaw Massacre III). Questo film o è sequel dei primi due capitoli o un reboot (che si dissocia dai due film precedenti).
  • Non aprite quella porta IV del 1994, regia di Kim Henkel (titolo originale: Texas Chainsaw Massacre: The Next Generation). Questo film si discosta completamente dai tre precedenti (o forse si tratta di un altro sequel diretto del primo film), ma molto probabilmente è un sequel contemporaneo\remake. Faccia di Cuoio e la sua famiglia in questa pellicola non appaiono neanche come dei cannibali, bensì come dei criminali assassini che lavorano presumibilmente per forze segrete al servizio dei potenti. Ciò nonostante all'inizio del film si menzionano gli eventi del 1973 (primo film) e altri due "incidenti minori", possibile riferimento al secondo e terzo film.

Ordine cronologico dei film del 2003 e del 2006[modifica | modifica wikitesto]

  • Non aprite quella porta - L'inizio del 2006, regia di Jonathan Liebesman (titolo originale: The Texas Chainsaw Massacre: The Beginning). Si tratta del prequel del film remake del 2003.
  • Non aprite quella porta del 2003, regia di Marcus Nispel (titolo originale: The Texas Chainsaw Massacre). Remake del film del 1974.

Ordine cronologico con i film più recenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Leatherface del 2017, regia di Alexandre Bustillo e Julien Maury. Si tratta del prequel del film originale.
  • Non aprite quella porta del 1974, regia di Tobe Hooper (titolo originale: The Texas Chainsaw Massacre).
  • Non aprite quella porta 3D del 2013, regia di John Luessenhop (titolo originale: Texas Chainsaw 3D). È un sequel diretto non canonico del film del 1974. Si dissocia completamente dal sequel uscito nel 1986, risultandone del tutto incompatibile.

Ordine cronologico dei film del 1974 e del 2022[modifica | modifica wikitesto]

  • Non aprite quella porta del 1974, regia di Tobe Hooper (titolo originale: The Texas Chainsaw Massacre).
  • Non aprite quella porta del 2022, regia di David Blue Garcia (titolo originale: Texas Chainsaw Massacre).

Famiglia Sawyer[modifica | modifica wikitesto]

  • Jedidiah "Bubba" o "Jed" Sawyer / Faccia di Cuoio ("Leatherface" nella versione originale) - L'antagonista principale della serie. È un serial killer mentalmente ritardato. Nato dal fratello maggiore Drayton e la madre Velma Sawyer. Nel secondo film, Faccia di Pelle detto anche Bubba, è principalmente lo stesso che era nel film precedente, ma sembrando più umano. Bubba sembra innamorarsi dell'affascinante deejay Julia Brock, detta Stretch, risparmiandole la vita e nascondendola dalla sua famiglia, dopo aver toccato le sue belle gambe con una motosega spenta. Nel terzo film, reboot della saga originale, il suo nome è Junior (detto Faccia di Pelle), un membro adottivo della famiglia Sawyer ed è molto più aggressivo, crudele e temuto. Nel quarto film (un sequel contemporaneo) è simile all'originale. Grida costantemente per paura e rannicchiarsi ogni volta che si vede minacciato. Sembra non avere un'inclinazione per la violenza, poiché ogni volta che si verifica, urla, ma viene visto essere felice durante una cena tranquilla.
  • Drayton Sawyer - Padre e anche fratello maggiore di Faccia di Cuoio, è il cuoco della famiglia, specializzato nel cucinare pietanze fatte con carne umana per poi venderle. Appare nel primo (come antagonista terziario), secondo (come antagonista principale), settimo e ottavo film (come antagonista minore) della serie originale.
  • Nubbins Sawyer - Fratello maggiore di Faccia di Cuoio, è un autostoppista cannibale ed è anche un profanatore di tombe. Appare nel primo e ottavo film della serie originale.
  • Chop Top Sawyer - Fratello gemello di Nubbins, è un veterano della Guerra del Vietnam, cannibale come tutta la sua famiglia. Il suo vero nome è Robert Paul Sawyer. Appare solo nel secondo film della serie.
  • Nonno Sawyer - Nonno di Faccia di Pelle. In passato lavorava in un mattatoio insieme alla sua famiglia. Appare in tutti film della serie originale.
  • W.E. Sawyer - All'inizio del terzo film si sente parlare dell'arresto di un certo W.E. Sawyer, accusato di molti omicidi e di aver portato Sally Hardesty, l'unica superstite, sull'orlo della follia. Il 19 agosto del 1973 la polizia si reca, in seguito a una segnalazione fatta da Sally, a casa di tale W.E. Sawyer, un contadino che abitava in una casa isolata del Texas. Gli agenti trovarono resti di corpi martoriati, scuoiati e facce di persone collezionate. L'efferato carnefice venne soprannominato Faccia di Pelle per la sua raccapricciante abitudine di costruirsi maschere con lembi di pelle strappati ai volti delle sue vittime. Si suppose che potesse essere stato arrestato il fratello del leggendario Faccia di Cuoio e che Faccia di Pelle fosse una personalità alterata di W.E. L'uomo muore nella camera a gas nel 1981.
  • Edward "Tex" Sawyer - Fratello adottivo di Junior Sawyer, detto Faccia di Pelle, è un cowboy autostoppista, cannibale come tutta la sua famiglia. Assolutamente disprezza il suo nome e va su tutte le furie se qualcuno non lo chiama Tex. Appare solo nel terzo film della serie come antagonista principale.
  • Tinker "Tink" Sawyer - Fratello adottivo di Faccia di Pelle, è un cannibale con un uncino al posto della mano destra. Sorprendentemente, è stato in passato aggregato a un gruppo di hippie e lottava per l'amore della pace. Appare solo nel terzo film della serie.
  • Alfredo Sawyer - Fratello adottivo di Faccia di Pelle, è un benzinaio demente e pervertito, molto probabilmente perché ha perso il lavoro al mattatoio. Affetto da una eterocromia, un difetto di pronuncia e affetto persino da necrofilia. È considerato una specie di pecora nera della famiglia, che lo tratta come un idiota. Ha una palese antipatia per il fratello Tex. Appare solo nel terzo film della serie.
  • Babi Sawyer - Figlia di Faccia di Pelle, avuta probabilmente da una violenza carnale. È una pazza sadica come gli zii, la nonna e il padre. Appare solo nel terzo film della serie.
  • Anne Sawyer - Madre adottiva di Faccia di Pelle. È un'anziana su una sedia a rotelle, caratterizzata da un'evidente tracheotomia, che usa un amplificatore per parlare e vuole molto bene ai suoi figli. Appare solo nel terzo film della serie.

Famiglia Slaughters[modifica | modifica wikitesto]

  • Vilmer Slaughters - Fratello di Faccia di Cuoio, è un guidatore di carri attrezzi con la gamba elettrica a cui piace ascoltare musica rock. Vilmer è uomo completamente pazzo, sadico, crudele, masochista e narcisista. È anche piuttosto violento, e di solito sfoga le sue frustrazioni sulla moglie e i due fratelli. Appare solo nel quarto film della serie come antagonista principale.
  • Walter Edward Slaughters - Fratello di Faccia di Cuoio, è un redneck molto particolare dall'aria alquanto comica e bizzarra. Walter è un tipo di grande cultura, che cita continuamente famosi personaggi storici e opere di letteratura, anche mentre tortura la gente. Appare solo nel quarto film della serie.
  • Darla - Moglie di Vilmer e cognata di Faccia di Cuoio e Walter, è l'unico membro della famiglia ad essere apparentemente sano. Appare solo nel quarto film della serie.
  • Nonno Slaughters - Nonno di Vilmer, Walter, Faccia di Cuoio è più giovane dell'originale "Nonno Sawyer". Al contrario dei nipoti non vuole uccidere. Appare solo nel quarto film della serie.
  • Rothman - È un uomo dall'aspetto da manager, che parla di equilibrio raggiunto attraverso il male e che sembra avere il ruolo di manipolatore della famiglia di macellai. È uno dei leader di una società segreta, conosciuta come gli Illuminati. Si tratta di un gruppo di potenti uomini che hanno influenza politica ed economica assoluta su tutto il pianeta; si ignorano le sue origini, ma risulta influenzare i disordini e complotti mondiali: come l'omicidio di John Fitzgerald Kennedy. Appare solo nel quarto film della serie.

Famiglia Hewitt[modifica | modifica wikitesto]

  • Thomas Brown Hewitt / Faccia di Cuoio ("Leatherface" nella versione originale) - L'antagonista principale della serie. Come la serie originale è un serial killer cannibale mentalmente ritardato.
  • Charles "Charlie" Hewitt Jr. / Sceriffo Hoyt - Fratello adottivo di Thomas "Tommy" Hewitt. Uno degli antagonisti principali della serie. Appare nel remake e nel prequel.
  • Luda Mae Hewitt - Madre adottiva di Tommy Hewitt. Appare nel remake e nel prequel.
  • Monty Hewitt - Padre adottivo di Tommy Hewitt. Appare nel remake e nel prequel.
  • Tea Lady Hewitt - Zia adottiva di Tommy Hewitt. Appare nel remake e nel prequel.
  • Henrietta Hewitt - Presunta sorella adottiva di Tommy Hewitt. Appare nel remake.
  • Jedidiah Hewitt - Nipote di Thomas Hewitt e figlio adottivo di Hoyt e Henrietta. Odia profondamente la famiglia e i loro modi di fare. Appare nel remake.

Protagonisti[modifica | modifica wikitesto]

  • Sally Hardesty - Final girl e protagonista del primo film.
  • Julia "Stretch" Brock - Final girl e protagonista del secondo film.
  • Michelle Shatnell - Final girl e protagonista del terzo film.
  • Jenny - Final girl e protagonista del quarto film.
  • Erin - Final girl e protagonista del remake.
  • Chrissie - Final girl e protagonista del prequel diretto del remake.
  • Heather Miller / Edith Rose Sawyer - Final girl e protagonista del sequel al tempo stesso reboot, cugina di Faccia di Cuoio e si prenderà cura di lui.
  • Elizabeth "Lizzy" White - Final girl del prequel diretto del film del '74.
  • Lila - Final girl del sequel diretto del film del '74.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

All American Massacre[modifica | modifica wikitesto]

È un film, mai uscito nelle sale cinematografiche né altrove, diretto da William "Tony" Hooper, figlio di Tobe Hooper. Inizialmente concepito come cortometraggio di 15 minuti, e girato su video digitale ad alta risoluzione, è diventato un mediometraggio della durata di 60 minuti. Seppur non abbia mai visto la luce, un trailer viene mostrato sul sito ufficiale. La pellicola doveva raccontare la storia di Robert Sawyer, meglio conosciuto come Chop Top Sawyer, fratello di Jed Sawyer, detto Bubba o Faccia di Pelle. Qui si scopriva che l'uomo non era morto (come accadeva in Non aprite quella porta - Parte 2), ma arrestato e confinato in una prigione del Texas. Incarcerato in isolamento in un ospedale psichiatrico per oltre 20 anni, Robert Paul Sawyer, uno dei serial killer hippie più famosi degli anni '80, viene intervistato da una troupe del notiziario "News Tabloid" dove racconta della sua vita e della sua famiglia. Ad interpretare il protagonista è sempre l'attore Bill Moseley.

Fumetti[modifica | modifica wikitesto]

Furono pubblicati nel 1991 dalla Northstar Comics molti fumetti basati sulla serie Non aprite quella porta intitolati Leatherface[2]. La serie a fumetti non comprendeva nessuno dei personaggi principali visti nel film originale, con l'eccezione di Leatherface. La miniserie a fumetti era liberamente basata sui fatti del terzo film[3]. Un adattamento di Non aprite quella porta fu pianificato dalla Northstar Comics, ma non si è mai concretizzato[4].

The Texas Chainsaw Massacre (videogioco)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: The Texas Chainsaw Massacre (videogioco).

Nel 1982 fu prodotto un videogioco per Atari 2600 dalla "Wizard Video" basato sul film Non aprite quella porta[5]. Intitolato The Texas Chainsaw Massacre, quando fu messo in vendita, il videogioco causò molte controversie a causa della troppa violenza e molti negozi si rifiutarono di venderlo[6].

Non aprite quella porta 3 (1990)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Non aprite quella porta 3.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Non aprite quella porta: Netflix acquista i diritti per la distribuzione del sequel ufficiale, su FotoNerd, 31 agosto 2021. URL consultato il 6 settembre 2021.
  2. ^ Movie Maniac Comic Books, su iconsoffright.com. URL consultato il 24 marzo 2022.
  3. ^ MortCastle Archiviato il 21 febbraio 2009 in Internet Archive.
  4. ^ [Mort Castle (w). "Hunters in the Night" Faccia di cuoio 1 (4): 1/Introduction (1991), Northstar Comics ]
  5. ^ The Texas Chainsaw Massacre Atari game Archiviato il 1º febbraio 2009 in Internet Archive.
  6. ^ (EN) Classic horror movies on the Atari 2600 | bavatuesdays, su bavatuesdays.com. URL consultato il 24 marzo 2022.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema