Non aprite quella porta IV

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Non aprite quella porta IV
Non aprite quella porta 4.jpg
Il titolo originale all'inizio del film
Titolo originaleTexas Chainsaw Massacre: The Next Generation
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1994
Durata95 min
Genereorrore, commedia, thriller
RegiaKim Henkel
SoggettoKim Henkel, Tobe Hooper, Robert Kuhn
SceneggiaturaKim Henkel
ProduttoreKim Henkel
FotografiaLevie Isaacks
MontaggioSandra Adair
Effetti specialiAndy Cockrum, J.M. Logan
MusicheWayne Bell, Robert Jacks
CostumiKari Perkins
TruccoKim Pish
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Non aprite quella porta IV (Texas Chainsaw Massacre: The Next Generation) è un film del 1994 interpretato da Renée Zellweger e Matthew McConaughey.

Il film è un sequel contemporaneo/remake di Non aprite quella porta del 1974. Scritto e diretto da Kim Henkel, co-sceneggiatore delle prime pellicole, ha avuto un budget di circa 600 000 dollari.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Texas, 22 maggio 1996. Quattro ragazzi: Jenny, Sean, Heather e Barry, vanno al ballo della scuola, ma dopo una lite tra Heather e Barry, i due salgono in macchina. Dopo essersi accorti che in auto ci sono Jenny e Sean, hanno un incidente automobilistico nel quale un ragazzo con un'altra macchina perde i sensi. Sean resta a controllare il ragazzo svenuto mentre Jenny, Barry e Heather vanno a chiedere aiuto ad una donna di nome Darla, che dice loro di chiedere al marito Vilmer di riparare le macchine. Vilmer, un uomo psicopatico con una gamba elettrica, arriva da Sean e uccide il ragazzo svenuto, per poi uccidere Sean.

I tre ragazzi trovano una casa, ma la bellissima Jenny decide di tornare indietro a vedere se Sean sta bene. Heather si siede su una panchina a dondolo e Barry va a vedere se c'è qualcuno in casa. Walter, il fratello di Vilmer, con un fucile minaccia Barry e intanto Heather viene catturata da Leatherface che la porta in casa e la chiude nel freezer per poi appenderla ad un gancio. Jenny si accorge che le due macchine non ci sono più e si fa dare un passaggio dal carro attrezzi di Vilmer. Vilmer la terrorizza e gli fa vedere i cadaveri di Sean e del ragazzo dell'incidente. Jenny, spaventata, si butta dalla vettura, per poi essere inseguita da Vilmer. Poi, però, Vilmer se ne va lasciando Jenny nei boschi bui e oscuri. Dietro di Jenny c'è Leatherface vestito da donna, travestimento che usa per attirare gli uomini per poi ucciderli. Jenny viene inseguita dall'assassino munito di motosega.

La ragazza arriva alla casa del serial killer, chiude a chiave la porta e sale al piano di sopra dove ruba la pistola ad un poliziotto imbalsamato. Leatherface riesce a entrare e la ragazza cerca di sparargli ma la pistola è scarica e Jenny è costretta a buttarsi giù dalla finestra del piano di sopra. Durante l'inseguimento sul tetto, Jenny si lancia contro il cavo del telefono rimanendoci appesa e Leatherface taglia il cavo facendo cadere la ragazza nella serra della casa. Jenny scappa da Darla. Darla la aiuta ma poi chiama il cognato per legare la ragazza. Jenny viene legata e chiusa in un sacco per poi essere buttata nel bagagliaio dell'auto di Darla. Darla va a prendere delle pizze da portare a casa. Intanto Heather si trova in mezzo alla strada, tenta di scappare, ma non ne ha le forze. Arrivati a casa, Vilmer terrorizza Jenny. Leatherface ha di nuovo catturato Heather e intanto si era vestito da donna. Vilmer bacia Heather mordendole la bocca.

Jenny e Darla si chiudono in bagno a parlare sul lavoro di Vilmer che entra nella stanza a mettere un coltello alla gola di Jenny e gli fa una specie di quiz che lei fortunatamente indovina. Prima che entri Vilmer, Darla rivela a Jenny che la sua famiglia appartiene ad una società segreta, che è stata mandante di molti assassinii per migliaia di anni, tra cui l'ex presidente degli Stati Uniti John Fitzgerald Kennedy. Usciti dal bagno comincia un litigio della famiglia. Jenny, mentre gli altri litigano, prende il fucile del fratello Walter e minaccia la famiglia. Vilmer riesce a rubargli di mano il fucile. Jenny scappa e ruba la macchina di Darla ma Vilmer apre il cofano dell'auto facendo distrarre la ragazza che fa sbattere la macchina contro un albero. Jenny viene riportata a casa e con un colpo di fucile in faccia sviene. Nel momento della cena, Leatherface indossa un vestito da donna, una maschera da transessuale e si trucca con il rossetto. Jenny si sveglia nel bel mezzo della cena della famiglia. La schiena di Heather viene data a fuoco e alla cena si unisce un ricco, cinico e misterioso uomo d'affari tedesco, Rothman, leader della società segreta denominata Illuminati, che parla di equilibrio raggiunto attraverso l'orrore. Quest'uomo sembra avere il ruolo di manipolatore di politica mondiale e della famiglia di macellai.

Rothman lecca il viso di Jenny, che si contorce con disgusto e mostrandogli i suoi piercing nello stomaco, poi se ne va soddisfatto. Vilmer, arrabbiato, schiaccia la testa di Heather, uccidendola. Per Jenny è un buon momento per scappare via, ma viene di nuovo catturata. Leatherface prepara la motosega. Jenny ruba il telecomando della gamba elettrica di Vilmer facendogliela muovere di continuo, poi riesce finalmente scappa dalla casa. Sulla strada Jenny trova due vecchietti che guidano un camper che la fanno salire. Leatherface e Vilmer confondono i vecchietti che sbandano e muoiono, ma Jenny è ancora viva. Parte un grande aereo telecomandato pilotato da Rothman che ha un sensore che può percepire la gamba elettrica di Vilmer. Jenny scappa inseguita dai due fratelli, ma l'aereo passa vicino a Vilmer e lo uccide. Leatherface si ferma a piangere il fratello e, Jenny vede una limousine. Jenny ci sale di corsa e dentro ci trova Rothman che la vuole veramente aiutare. Leatherface guardando il corpo del fratello a terra senza vita, si dispera cominciando ad agitare la sega elettrica. Rothman spiega i motivi di tutto questo a Jenny e poi la porta in ospedale, dove viene interrogata da un poliziotto. In ospedale c'è una donna su una barella che per Jenny è molto familiare. Nel frattempo Leatherface sta ancora urlando agitando la motosega in aria: la sua tipica danza.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film in Italia uscì direttamente per l'home video, nel 2003.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Jim Siedow, interprete di Drayton Sawyer, il Cuoco dei primi due film, fu contattato per la parte la parte di Vilmer, ma l'attore rifiutò. Paul A. Partain, Marilyn Burns e John Dugan, tutti e tre presenti nel film del 1974, fanno un cameo in questa pellicola; si possono vedere all'ospedale alla fine. Il film presenta notevoli differenze rispetto all'originale. La principale è che la famiglia di Leatherface come nella prima pellicola non è cannibale, in quanto nel film Darla (la cognata di Leatherface) decide di comprare delle pizze. Kim Henkel sperava di fare con questo film il seguito diretto del film del 1974. I personaggi di Vilmer e Walter dovrebbero essere rispettivamente l'Autostoppista e il Cuoco.

Divieti[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato vietato ai minori di 18 anni in Irlanda, Svezia, Italia e molti altri paesi.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

La maggior parte dei fan di questa saga horror e gran parte della critica ha definito il film il peggiore della serie.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema