Leatherface

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Leatherface
Leatherface (1974).jpg
Un primo piano di Leatherface nel primo film Non aprite quella porta
Saga Non aprite quella porta (originale)
Epiteto
  • Faccia di Cuoio
  • Faccia di Pelle
  • Bubba
  • Junior
  • Maschera di Pelle
  • Jed
  • Jackson
Autore Tobe Hooper e Kim Henkel
1ª app. in Non aprite quella porta (1974)
Ultima app. in Leatherface
Interpretato da
Voce italiana Massimo Pizzirani (Non aprite quella porta - Parte 3)
Specie Caucasica
Sesso maschile
Data di nascita 1950
Professione

Leatherface (tradotto in italiano Faccia di Cuoio) è il protagonista della saga cinematografica Non aprite quella porta. È sempre rappresentato come un uomo sadico e crudele, ma uccide perchè è ritardato mentalmente, e perché crede di essere minacciato e per proteggere la sua casa e la sua famiglia. Il personaggio è molto simile all'assassino Ed Gein che, come lui, indossava maschere con la pelle del volto delle proprie vittime.

L'originale[modifica | modifica wikitesto]

Leatherface è interpretato per la prima volta dall'attore Gunnar Hansen. Il suo vero nome è Jedidiah Sawyer, conosciuto come Jed. Leatherface è inoltre diverso da ogni altro cattivo dei film dell'orrore, in quanto non commette i suoi crimini perchè malvagio o sadico: è ritardato mentalmente e per questo costretto dalla famiglia a commettere atti brutali. Leatherface veste principalmente tre maschere, la "Maschera da Macellaio", la "Maschera da Nonna" e la "Maschera da Ragazza Dolce", le quali riflettono la sua personalità nel momento della scena.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Leatherface è un serial killer nato nel 1950 in una famiglia molto particolare, da una relazione incestuosa tra il fratello Drayton Sawyer e la madre Verna Sawyer, la quale è molto possessiva nei confronti dei figli. Jedidiah Sawyer, noto come Jed, è un bambino di 5 anni molto timido che ha un intenso rapporto con la madre. Ama molto la propria famiglia, ma odia i loro modus operandi. Dopo alcuni eventi traumatici della sua vita, viene rinchiuso in un riformatorio minorile per dieci anni. Successivamente fugge dal riformatorio psichiatrico adottando un altro nome, e insieme ad altri tre violenti compagni di ricovero rapisce una giovane infermeria di nome Lizzy. La donna viene trascinata nel viaggio infernale che condurrà uno dei quattro verso una serie di indicibili orrori e tragedie. Alle loro calcagna un poliziotto squilibrato in cerca di vendetta. La nascita di Leatherface è più dolorosa di quanto si pensi, con risvolti emotivi angoscianti e complesse implicazioni psicologiche che portano un ragazzino fragile e solitario a compiere da adulto atti di efferata brutalità. L'assassino in futuro non apparirà mai senza la sua maschera fatta di pelle umana, in quanto gli è stata sfigurata la faccia da un colpo di pistola del ranger texano Hartman. Su consiglio dell'amorevole madre Verna, Jed comincia a indossare facce di pelle umane. Il suo aspetto ha creato in lui un disagio enorme, ed è per questo che non permette di vedere il suo vero aspetto a nessuno. Leatherface presenta caratteristiche che lo differenziano da ogni altro cattivo dei film dell'orrore: egli infatti non commette i suoi crimini perché crudele o sadico: è tragico, è terrorizzato, è ritardato mentalmente ed ha problemi d'identità, ed è perciò costretto dalla famiglia a commettere atti brutali. Verso la fine degli anni '60, la sua famiglia finisce in gravi condizioni economiche. Successivamente Drayton comincia a lavorare in un autogrill a vendere carne di qualsiasi tipo per portare i soldi a casa. Nel primo film del 1974, Non aprite quella porta, Leatherface nell'agosto del 1973, uccide quattro giovani. Sally Hardesty è l'unica che riesce a sfuggire al gruppo di carnefici.

Nel secondo film Leatherface, Drayton e il nonno spariscono dalla circolazione per un po', finché riappaiono dieci anni dopo quando Leatherface e Chop Top, uno dei fratelli maggiori del serial killer, massacrano due teppisti che fanno scherzi ad una stazione radiofonica. Lo zio di Sally e Franklin, il tenente dei rangers Boude "Lefty" Enright si mette sulle loro tracce, ma il finale del film lascia la storia in sospeso, mentre Lefty sta lottando contro la folle famiglia di assassini cannibali.

Successive modifiche[modifica | modifica wikitesto]

Leatherface appare molto cambiato nei film successivi che lo vedono protagonista. In Non aprite quella porta - Parte 2, il cannibale si innamora di una ragazza che indaga sui suoi crimini, mentre nel primo era descritto come un assassino senza pietà. In Non aprite quella porta - Parte 3, film molto più tenebroso e splatter dei precedenti, l'uomo ha una figlia, avuta probabilmente da una violenza carnale su una sua vittima. Infine in Non aprite quella porta IV, come nel primo, il protagonista commette crimini solo sotto comando dei familiari da cui è terrorizzato, che sono coinvolti in un complotto per diffondere orrore per conto di una società segreta della massoneria. Inoltre Leatherface appare come un travestito per gran parte del film e attratto dalla bellezza femminile come nella seconda pellicola. A causa di questi notevoli cambiamenti, questo sequel è considerato dai fan come il peggiore della saga.

Non aprite quella porta 3D[modifica | modifica wikitesto]

In Non aprite quella porta 3D, si scopre che il vero nome del personaggio è Jedidiah Sawyer, chiamato Jed per tutto il film e non viene mai chiamato Faccia di Cuoio. È il cugino della protagonista Heather Miller, il cui nome di nascita è Edith Rose Sawyer. Jed visse assieme a sua nonna Verna Carson fino a quando quest'ultima non morì e Jed si ritrovò solo. Inizialmente tenta di uccidere Heather ma, alla fine del film, Jed vede l'ustione da fuoco (che porta il simbolo della famiglia Sawyer, bruciata all'interno della casa all'inizio del film) sul seno di Heather e la riconosce come sua cugina. Dopo i titoli di coda del film, Jed uccide i genitori adottivi di Heather.

Parenti[modifica | modifica wikitesto]

(Non aprite quella porta, Non aprite quella porta - Parte 2 e Leatherface)

(tutta la saga di "Non aprite quella porta")

  • Nonno Sawyer (nonno)
  • Nonna Sawyer (nonna)

(Non aprite quella porta - Parte 3)

  • Edward "Tex" Sawyer (fratello adottivo)
  • Tinker "Tink" Sawyer (fratello adottivo)
  • Alfredo Sawyer (fratello adottivo)
  • W.E. Sawyer (fratello adottivo-off-screen)
  • Anne Sawyer (madre adottiva)
  • Babi Sawyer (figlia)

(Non aprite quella porta IV)

  • Vilmer (fratello)
  • Walter Edward (fratello)
  • Darla (cognata e moglie di Vilmer)

(Non aprite quella porta 3D)

  • Loretta Sissy Sawyer (sorella/zia)
  • Edith Rose Sawyer (cugina/sorella)
  • David "Bear" Sawyer (cugino)
  • "Boss" Sawyer (parente non chiaro)
  • Tobias Sawyer (parente non chiaro)

La serie originale[modifica | modifica wikitesto]

  1. Non aprite quella porta (The Texas Chain Saw Massacre, 1974): Gunnar Hansen
  2. Non aprite quella porta - Parte 2 (The Texas Chainsaw Massacre 2, 1986): Bill Johnson
  3. Non aprite quella porta - Parte 3 (Leatherface: The Texas Chainsaw Massacre III, 1990): R.A. Mihailoff
  4. Non aprite quella porta IV (Texas Chainsaw Massacre: The Next Generation, 1994): Robert Jacks
  5. Non aprite quella porta 3D (Texas Chainsaw 3D, 2013): Dan Yeager
  6. Leatherface (2017): Sam Strike

Spin-off/prequel (inedito)[modifica | modifica wikitesto]

Remake e prequel del remake[modifica | modifica wikitesto]

  1. Non aprite quella porta (The Texas Chainsaw Massacre, 2003): Andrew Bryniarski
  2. Non aprite quella porta - L'inizio (The Texas Chainsaw Massacre - The Beginning, 2006): Andrew Bryniarski.

Thomas Hewitt[modifica | modifica wikitesto]

Nel film remake del 2003, Leatherface viene chiamato col suo vero nome, cambiato in Thomas Hewitt. Secondo la madre, Luda Mae Hewitt, il figlio commette i suoi crimini a causa della sua deformità e appare quindi molto più vendicativo che in precedenza. Nel finale del film il serial killer perde un braccio, cosa che nell'originale non avviene.

La famiglia ha inoltre un rapporto molto diverso con l'assassino e la madre è molto protettiva verso di lui e comprende la sua sofferenza, spingendolo così ad uccidere, convincendolo che il mondo lo ha sempre emarginato.

Interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Il personaggio di Leatherface nei sei film della serie, è stato interpretato da sei attori diversi. L'attore Andrew Bryniarski ha interpretato il personaggio di Thomas Hewitt negli ultimi due film (remake e prequel del remake), anche se solo nel prequel del 2006 interpreta anche Leatherface dietro la sua maschera.

Nomi[modifica | modifica wikitesto]

Lo conosciamo come:

  • Leatherface
  • Faccia di Cuoio (chiamato così dal fratello Nubbins)
  • Faccia di Pelle (chiamato così dal fratello Chop Top)
  • Bubba Sawyer
  • Junior Sawyer
  • Jedidiah "Jed" Sawyer (vero nome in Non aprite quella porta 3D e Leatherface)
  • Jackson (nome fittizio in Leatherface)

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema