Leatherface (film 2017)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Leatherface
Leatherface.png
Una scena del film
Titolo originale Leatherface
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2017
Durata 110 minuti
Genere orrore, thriller, slasher
Regia Alexandre Bustillo e Julien Maury
Soggetto Tobe Hooper
Sceneggiatura Seth M. Sherwood
Produttore Christa Campbell, Lati Grobman, Carl Mazzocone, Les Weldon
Casa di produzione Campbell Grobman Films, Mainline Pictures, Millennium Films
Distribuzione (Italia) M2 Pictures
Musiche John Frizzell
Interpreti e personaggi
  • Stephen Dorff: Texas ranger Hal Hartman
  • Lili Taylor: Verna Sawyer
  • Sam Strike: Jackson/Jedidiah "Jed" Sawyer
  • Vanessa Grasse: Lizzy
  • Finn Jones: agente Sorrells
  • Sam Coleman: Bud
  • Jessica Madsen: Clarice
  • James Bloor: Ike
  • Christopher Adamson: dott. Lang, direttore del manicomio
  • Dimo Alexiev: Drayton Sawyer
  • Nathan Cooper: Avv. Barry Farnsworth
  • Dejan Angelov: Nubbins Sawyer
  • Boris Kabakchiev: Jed Sawyer da bambino
  • Lorina Kamburova: Betty Hartman
  • Julian Kostov: Ted Hardesty
  • Hristo Milev: Nubbins Sawyer da bambino
  • Velizar Peev: lo sceriffo della contea
  • Ian Fisher: Dave
  • Eduard Parsehyan: Nonno Sawyer
  • Nicole Andrews: Tammy
Doppiatori italiani

Leatherface è un film horror del 2017 diretto da Alexandre Bustillo e Julien Maury.

Si tratta dell'ottavo film della saga "Non aprite quella porta" e prequel dell'omonimo film del 1974.

Secondo Seth M. Sherwood, il film segue un unico ordine cronologico: Leatherface, Non aprite quella porta (1974) e Non aprite quella porta 3D (2013).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Texas, 1955. Il compleanno del piccolo Jedidiah "Jed" Sawyer è piuttosto particolare, così com'è particolare la sua famiglia. Assieme alla torta fatta con panna e budella di maiale, il regalo del bambino è una sega a motore con cui uccidere la sua prima vittima, un vicino accusato di furto di maiali. La madre Verna e il resto della famiglia lo acclamano, ma Jed non se la sente di compiere un omicidio. L'innocente comunque viene ucciso con una martellata dal nonno, il più vecchio della famiglia.

Successivamente Jed attira in trappola la giovane Betty Hartman in un fienile dove il resto della famiglia la ammazza. Il fidanzato di Betty, però, avvisa gli agenti che subito accorrono. Accorre anche il "Texas ranger" Hal Hartman, padre di Betty, che conosce i misfatti della famiglia Sawyer e, in cerca di vendetta, requisisce Jed e gli altri minorenni per mandarli al "Gorm House", un riformatorio minorile. Nel 1922, lo stato del Texas istituì un programma di assistenza per bambini a rischio. Durante il primo anno di attività circa cinquanta bambini furono portati via da case in cui criminalità, malattie genetiche o comportamenti sconvenienti erano la norma. Dieci anni dopo, la volenterosa e ben intenzionata infermiera Elizabeth, detta Lizzy, prende servizio nell'istituto "Gorma" dedicato alla cura di ragazzi che hanno avuto problemi. Verna sa che Jed è lì, ma non glielo fanno vedere: gli hanno anche cambiato nome, ma lei sa che lo riconoscerebbe nonostante il tempo passato. Perciò si introduce con la forza e genera un parapiglia del quale i reclusi approfittano per ribellarsi in modo sanguinoso, uccidendo anche il titolare dell'istituto, responsabile di nefandezze infinite. Lizzy è presa come ostaggio dallo psicopatico Ike, dalla pazza Clarice, dal corpulento e demente Bud, oltre che da Jackson, l'unico a mostrare segni di umanità e normalità. Il quintetto si dà alla fuga, braccato dalla polizia e dai propri demoni in quella che diventa presto un'orgia di sangue. Uno dei ragazzi è destinato a vivere eventi tragici e una serie di orrori che distruggeranno la sua mente per sempre, trasformandolo nel mostro noto come Leatherface, o Faccia di Cuoio.

Da quel momento è pronto a fermare, con la sua inseparabile motosega e la sua immancabile maschera creata con la pelle delle sue vittime, e tende trappole a chi ha la sfortuna di passare per le strade più isolate del Texas, chiunque stupidamente si avvicini alla sua proprietà e chi lo vuole dividere dalla sua famiglia.

Jed Sawyer, che certo non perde il suo profilo di sadico e mentalmente disturbato serial killer, viene posto per dieci anni sotto l'inedita luce di vittima innocente, ma comunque preda di un male che, sebbene sia da lui incarnato nella sua forma più estrema, trova le proprie radici all'interno della società che lo circonda.

Si parte da lontano, dall'infanzia, da una madre assetata di sangue che spinge i suoi figli a commettere omicidi efferati, senza farsi problemi. La fattoria dei Sawyer è infatti tristemente nota per i fatti sanguinari che accadono attorno ad essa, non sembra però le autorità riescano a incastrare i membri della famiglia cogliendoli con le mani nel sacco, che restano così praticamente sempre impuniti.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer in italiano viene presentato il 17 luglio 2017,[1] l'ultimo trailer viene rilasciato il 5 settembre 2017[2], solo in versione green band.

La data di uscita americana è fissata per il 20 ottobre 2017 in un numero di copie limitato, mentre ha avuto la sua uscita internazionale in anteprima in Italia il 14 settembre 2017.[3][4]

La data di uscita è fissata il 17 settembre in Russia.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato accolto positivamente dalla critica.[5][6] Su Rotten Tomatoes ottiene una percentuale di gradimento del 75% con un voto medio di 6/10, basato su 8 recensioni.[7]

MYmovies.it dà al film 3 stelle su 5, con un commento che recita "Ritmo sostenuto e storia avvincente per uno scontro tra diversi caratteri che rende alta la tensione relazionale"[8], mentre Comingsoon.it, invece gli da 2 stelle e mezzo su 5.[9]

Cinematografo.it ha invece criticato negativamente il film, dandogli 2 stelle su 5, con un commento che recita "Il prequel di Non aprite quella porta è un b-movie realizzato con mestiere, fieramente truculento e nichilista. Un’operazione, però, più repellente che disturbante".[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giuseppe Treglia, Leatherface: Il trailer del prequel di Non aprite quella porta, darkveins.com, 17 luglio 2017. URL consultato il 17 luglio 2017.
  2. ^ Leatherface, nuovo trailer italiano (green band), su Filmovie.it, 05/09/2017.
  3. ^ (IT) Leatherface: il prequel di Non Aprite Quella Porta ha una data di uscita, nuove immagini del film - BadTaste.it, in BadTaste.it, 05 luglio 2017. URL consultato il 17 settembre 2017.
  4. ^ (IT) Leatherface, trailer del prequel di Non aprite quella porta, in MondoFox, 1° agosto 2017. URL consultato il 17 settembre 2017.
  5. ^ (EN) 'Leatherface': Film Review | FrightFest 2017, in The Hollywood Reporter. URL consultato il 17 settembre 2017.
  6. ^ (EN) [FrightFest Review] 'Leatherface' is a Graceful Gut Punch - Bloody Disgusting, su bloody-disgusting.com. URL consultato il 17 settembre 2017.
  7. ^ (EN) Leatherface. URL consultato il 17 settembre 2017.
  8. ^ MYmovies.it, Leatherface, su MYmovies.it. URL consultato il 17 settembre 2017.
  9. ^ Leatherface Recensione, in ComingSoon.it. URL consultato il 17 settembre 2017.
  10. ^ (IT) Leatherface - Cinematografo, in Cinematografo. URL consultato il 17 settembre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema