Museo storico militare Brigata Catanzaro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Museo storico militare Brigata Catanzaro
CZmusmi.jpg
Entrate del Museo storico militare
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàCatanzaro
IndirizzoParco della Biodiversità mediterranea
Caratteristiche
TipoGuerra
Sito web

Coordinate: 38°55′05″N 16°34′50″E / 38.918056°N 16.580556°E38.918056; 16.580556

Il Museo storico militare Brigata Catanzaro si trova nel comune di Catanzaro, nel Parco della Biodiversità mediterranea; è un museo specialistico dedicato alla Brigata Catanzaro che custodisce armi, divise, documenti, cartine geografiche e altri cimeli utilizzati nelle varie guerre dal periodo napoleonico alla seconda guerra mondiale.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

È costruito su due livelli ognuno dei quali relativo a vari epoche storiche:

  • sul piano terra sono presenti le varie collezioni relative al periodo borbonico e napoleonico;
  • sul primo piano sono presenti la collezioni relative ai periodi successivi, in particolar modo prima, seconda guerra mondiale e l'area dedicata alla Brigata Catanzaro. Sempre sul medesimo piano è possibile entrare in una trincea riprodotta dettagliatamente con materiale originale e completata con effetti speciali di bombardamenti. Attraversando le varie stanze del museo si possono osservare proiettati sui vari schermi dislocati all'interno del piano spezzoni di materiale documentario dell'Archivio dell'Istituto Luce.

Armi[modifica | modifica wikitesto]

Il MUSMI annovera, tra le armi in esposizione, una interessante collezione di fucili Vetterli, i fucili con cui venne realizzata l'unità d'Italia; poi, mine antiuomo, fucili mitragliatori, pistole semiautomatiche (Beretta, Mauser e Parabellum), pistole a rotazione, bombe a mano e granate, baionette. Sono presenti, inoltre, fucili, sciabole, daghe e coltelli prodotti dalle Reali Ferriere di Mongiana Fabbrica d'armi di Mongiana

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Il Museo conserva varie onorificenze e decorazioni tra cui la prestigiosa Legion d'Onore, di epoca napoleonica, e la coeva insegna della Corona di ferro.

Manifesti[modifica | modifica wikitesto]

Nella collezione si distinguono soprattutto i manifesti della propaganda fascista.

Uniformi[modifica | modifica wikitesto]

Da segnalare, tra le numerose divise custodite all'interno del MUSMI: le divise dei cavalleggeri della Maison-Rouge, e quelle della Garde Nationale; una uniforme degli Ussari di Piacenza; la divisa degli Arditi e quella dei soldati della Brigata Catanzaro; la divisa da cerimonia del Prefetto e deputato Edoardo Salerno; una uniforme da balilla; la tenuta estiva prescritta al personale civile dello stato; la divisa di un Legionario di Spagna e quella di un soldato dell'Afrika Korps, con casco tropicale, scarpe e occhiali antisabbia; le divise di due paracadutisti schierati su fronti opposti (R.S.I. e Regno del Sud).

Modellini[modifica | modifica wikitesto]

È di particolare interesse un'accurata ricostruzione in diorama (scala 1:32) di una fase della battaglia di Waterloo, quella relativa alle cariche della cavalleria francese. Un'altra battaglia ricostruita con modellini è quella che interessò le truppe Inglesi e gli insorti Calabresi contro le truppe d'occupazione Napoleoniche Francesi conosciuta come Battaglia di Maida . Oggi ricordata a Londra con un quartiere e una Stazione della Metropolitana Maida Vale.

La guerra quotidiana[modifica | modifica wikitesto]

Il Museo conserva varie testimonianza di vita quotidiana: riviste d'epoca, lettere, documenti privati e oggetti di uso comune riconducibili tanto alla vita civile quanto alla vita sotto le armi.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Sito ufficiale, su musmi.it. URL consultato il 26 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 1º agosto 2015).