Villa Genoese Zerbi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Villa Genoese Zerbi
Reggio calabria villa zerbi e alberi del lungomare.jpg
Villa Genoese Zerbi come si presenta sul lungomare
Ubicazione
Stato Italia Italia
Località Reggio Calabria
Indirizzo Via Zaleuco
Caratteristiche
Tipo Sede espositiva
(Pittura, Scultura, Fotografia, Architettura ...)

Coordinate: 38°06′38.47″N 15°38′45.14″E / 38.110686°N 15.645872°E38.110686; 15.645872

La villa Genoese Zerbi (talvolta chiamata villa Zerbi), è un edificio storico della città di Reggio Calabria. Sorge sul corso Vittorio Emanuele III nell'area dove, prima del 1860, vi era l'antica villa in stile barocco della famiglia dei Marchesi Genoese, antica famiglia del patriziato reggino che alla fine del XIX secolo aggiunse al proprio cognome quello degli Zerbi da cui Genoese Zerbi. Distrutta dal terremoto del 1908, la villa fu riedificata con un progetto redatto dagli ingegneri Zerbi, Pertini e Marzats nel 1915. Attualmente la Villa non appartiene più alla famiglia Genoese Zerbi e per alcuni anni è stata un centro espositivo gestito dal Comune di Reggio Calabria.

L'edificio[modifica | modifica wikitesto]

L'eclettica villa Genoese Zerbi
Scorcio di villa Genoese Zerbi
L'ingresso

Il nuovo edificio fu costruito con caratteristiche completamente diverse dall'antica villa, e con nuove scelte di stile architettonico e tipologico, che si differenziano dagli altri edifici del fronte sulla via marina.

L'area in cui sorge è definita da via Giulia, via Zaleuco, via Camagna ed il corso Vittorio Emanuele III.

La villa è composta da un corpo centrale di forma trapezoidale a due piani che si affaccia sul mar Mediterraneo quindi sullo stretto, nell'area confinante con la via Zaleuco vi è il giardino che si estende fino alle dépendance ricavate negli angoli opposti che incontrano la via Giulia e la via Camagna.

L'edificio si presenta con una serie di articolazioni dove si alternano degli ambienti destinati ad abitazione: loggiati, ed elementi a torre; lo stile architettonico usato si rifà ai modelli neogotici veneziani del XIV secolo, con archi in stile gotico, accostando elementi decorativi insieme a scelte cromatiche molto evidenti: colonne sorreggono gli archi dei loggiati, colonnine adoperate per le balaustre dei balconi e per finire i merli che sovrastano come parapetto tutto il terrazzo.

La sede espositiva[modifica | modifica wikitesto]

Logo villa genoese zerbi per l'arte.jpg

Villa Genoese Zerbi, fino a pochi anni fa, è stata un polo culturale della città di Reggio e ha offerto periodiche mostre di pittura, scultura, architettura, fotografia. È stata, infatti, sede espositiva delle mostre della Biennale di Venezia nel Mezzogiorno d'Italia.

periodo eventi
Settembre - Novembre 2004 Sensi contemporanei. Z.O.U. Zone d'urgenza
dalla 50ª Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia
Dicembre 2004 - Marzo 2005 Sensi contemporanei. Movimento/Movimenti
dalla 50ª Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia
Giugno - Agosto 2005 Il cinema negli occhi. Tazio Secchiaroli
Ottobre 2005 Villa Genoese Zerbi 1915-2005. Conoscenza didattica e restauro nel progetto d'architettura
Dicembre 2005 - Marzo 2006 Sensi contemporanei. Metamorph
dalla 9ª Mostra internazionale di architettura della Biennale di Venezia
Giugno 2006 Reggio Calabria Film Fest
Luglio - Settembre 2006 Piacere e complessità di un genio. Salvador Dalí
Dicembre 2006 - Gennaio 2007 Tavole di sogno. Gianni Versace-Rosenthal
Maggio - Giugno 2007 _Reghion 2010. La città in mostra
Agosto - Ottobre 2007 Rabarama. Identità.
Mostra dell'artista Rabarama
Dicembre 2007 - Febbraio 2008 Incanto - Percorsi celebrativi in ricordo della divina Maria Callas.
Aprile - Maggio 2008 Figurae - Aspetti della figurazione contemporanea.
Italia: le ultime generazioni.
Agosto - Settembre 2008 Reggio Art. Artisti reggini a Villa Genoese Zerbi
Settembre 2008 Mostra istituzionale della Marina Militare italiana e delle Capitanerie di porto
in occasione della "Settimana del Mare" e del "XVII raduno dell'Associazione nazionale marinai d'Italia".
Ottobre - Novembre 2008 Frammenti di luce - Mostra dei gioielli creati dal maestro orafo Gerardo Sacco".
Dicembre 2008 - Gennaio 2009 Cent'anni dal terremoto di Reggio e Messina 1908/2008".
Aprile - Maggio 2009 "Michele Prestipino 1887/1975. Storia e Memoria".
Luglio - Agosto 2009 "Cinquant'anni di moda italiana".
Mostra sulla storia del Made in Italy.
Settembre - Ottobre 2009 "60 anni dedicati al caffé".
Mostra sulla storia di Caffè Mauro.
Febbraio - Luglio 2010 "Egitto Maivisto"-le dimore eterne di Assiut e Gebelein.
Mostra di reperti dell'antico Egitto rinvenuti durante la missione archeologica diretta da E. Schiapparelli tra il 1908 e il 1920.
Gennaio - Marzo 2011 "Segni della città che c'era".
Mostra di documenti d'epoca e reperti architettonici e decorativi recuperati dai palazzi del '600 e '700 della città distrutti dal sisma del 1908[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Questa voce fa parte della serie Lungomare Falcomatà
Monumenti e luoghi d'interesse: Arena dello Stretto | Museo dello strumento musicale | Monumento ai Caduti di tutte le guerre | Monumento a Corrado Alvaro | Mura Greche | Terme romane | Pineta Zerbi

Palazzi: Barbera | Albergo Belfanti Centralino | De Blasio | Del Bufalo | Fiaccadori | Palazzo Giuffrè | Palazzo Guarna | Miramare | Nervi | Pellicano | Poste | Prefettura | Romeo Retez | Spanò Bolani | Spinelli | Zani | Villa Genoese Zerbi


Nelle immediate vicinanze:
Museo nazionale della Magna Grecia | Bronzi di Riace | Lido comunale Zerbi


Stazioni ferroviarie: Centrale | Lido